Alligators: Non sembra, ma grande miglioramento

0
740

La seconda partita della stagione 2018 degli Alligators Rovigo finisce nell’unica maniera immaginabile affrontando la formazione prima in classifica nel girone. Infatti gli Islanders Venezia hanno battuto anche quelle Aquile Ferrara che avevano già dato una bella lezione agli alligatori polesani nella prima partita, quindi non ci si poteva certo aspettare un colpo di scena.

Quello a cui si doveva puntare era una crescita ed un miglioramento, e questo c’è stato sicuramente. Se uno si ferma a guardare il punteggio finale (63-0) sembra davvero una Caporetto, ma in realtà fino all’inizio dell’ultima frazione di gioco il punteggio era fermo a 36-0. E la difesa rodigina ha concesso solo 6 punti tra secondo e terzo quarto!

IMG_0220

Ma in finale la stanchezza ha reso tutto ancora più difficile per i ragazzi rodigini, e due intercetti ed un fumble, tutti riportati fino in touchdown dalla difesa veneziana, hanno chiuso la partita e reso tanto più punitivo il punteggio in una giornata in cui si è potuto imparare davvero tanto.
Una grande novità è stato l’importante cambio di leader per l’attacco dopo diverso tempo, con il debutto di Giorgio Omietti in posizione di quarterback al posto di Nicolò Cuccato, ora diventato ricevitore.

Ma gli alligatori avranno ora un lungo periodo di stop, e quindi finalmente il tempo per lavorare su quanto visto ed imparato in queste due prime partite. In cui si sono affrontate con formazioni forti proprio a livello nazionale e non solo di girone.

Appuntamento quindi per sabato 14 aprile, quando ci sarà il debutto in
casa con i Buccaneers Comacchio, per la prima sfida per il predominio
sul Delta del Po!

Ufficio Stampa Alligators Rovigo

Foto Folin Photo

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO