Black Tide: Sconfitta amara a Catania

0
534

Il secondo turno del campionato di football americano a nove giocatori vedeva i Black Tide Catanzaro impegnati in trasferta a Catania contro i forti Elephants, uno dei team più prestigiosi, protagonista del football made in Italy nell’ultimo decennio e considerato favorito per la supremazia nel girone A.

Trasferta complicata per i catanzaresi, consapevoli della difficoltà di fare bottino pieno alle pendici dell’Etna. La partita disputata nel primo turno contro gli Achei Crotone, seppur conclusa con una sconfitta, aveva però visto i Black Tide lottare fino al termine per raggiungere il successo; tale circostanza, unita alla speranza di aver posto rimedio ad alcune delle mancanze verificatesi nel match contro i crotonesi, lasciavano sperare in una prestazione corale tale da mettere un po’ in difficoltà i rinnovati e giovani Elephants versione 2018.

In effetti, per i primi due quarti, i punteggi parziali dicono che i Black Tide quanto meno tenevano il passo dei catanesi, che riuscivano a bucare spesso la difesa catanzarese e realizzavano ben 31 punti, ma subivano anche 19 punti ad opera del regista Megna e del running back Morrone, che tenevano i Black Tide sulla linea di galleggiamento e contenevano il distacco a 12 punti. Senza nulla togliere al merito dell’attacco catanese guidato dal qb Cipolla, nel quale brillava con una prestazione eccezionale il running back Lombardo (autore di due touchdown totali), già nel primo tempo la difesa calabrese appariva come bloccata, non reattiva ed incapace di fermare le folate dei siciliani.

Dopo l’intervallo, gli Elephants apparivano ancora più determinati e vogliosi di chiudere il match, prendevano il largo con le segnature di Cipolla e del ricevitore Caruso, il cui tabellino a fine partita vedeva rispettivamente 4 e 3 touchdown realizzati. I Black Tide non riuscivano a reagire ed anche l’attacco catanzarese veniva ben limitato dai catanesi. A tempo quasi scaduto il terzo touchdown personale di Megna serviva a rendere la sconfitta un po’ meno amara fissando il punteggio finale sul 56-25 in favore dei siciliani.

La partita di Catania, vista da tanti appassionati di football grazie alla trasmissione in diretta streaming sulla pagina Facebook dei Black Tide American Football Catanzaro, è stato un match leale, giocato a viso aperto, in cui i catanzaresi hanno perso da una squadra più forte e più motivata. I Black Tide non sono riusciti a mantenere per tutto il match la giusta tensione, la necessaria lucidità e l’indispensabile continuità. Ciò non toglie che i Black Tide dovranno comunque fare tesoro delle cose buone e meno buone realizzate contro gli Elephants e affrontare il prossimo match contro i Cardinals Palermo, senza demoralizzarsi e con la massima concentrazione, con l’obiettivo di ottenere la prima fondamentale vittoria del 2018 e dare una svolta all’andamento della stagione.

La partita contro i Cardinals si disputerà domenica prossima 11 marzo a Palermo. Manca quindi una settimana al match più importante della stagione per i Black Tide, la partita che determinerà senza appello se i Black Tide possono aspirare o meno ad una postazione playoff, meno di sette giorni e poi per i Black Tide Catanzaro il futuro della stagione 2018 sarà molto più chiaro.

Ufficio Stampa Black Tide Catanzaro

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO