Brutta partenza della Legio XIII, arriva la sconfitta all’esordio

1
573

Falsa partenza per la Legio XIII nella prima uscita stagionale. Arriva la prima sconfitta contro i Minatori Cave per 10-33 in una partita che ha visto i ragazzi di coach Mazzanti giocare solo a sprazzi. Assenze importanti in ruoli chiave per la Legio XIII che però avrebbe certamente potuto fare meglio. Ridotto sicuramente il divario nei confronti dei Minatori alla luce dei risultati della passata stagione, ma resta il rimpianto di non aver chiuso due terzi down importanti, forse per mancanza di lucidità o forse perché ancora in ritardo nella concentrazione da clima partita. I Minatori vanno in vantaggio e nel primo quarto di gioco la Legio XIII fatica a carburare. Gli ospiti in cabina di regia hanno Ilardi preciso nel chiamare le giocate ai compagni e le corse fruttano numerose yards. I padroni di casa escono fuori al secondo quarto di gioco trovando anche una safety con l’attentissimo Leidi, ma il gioco espresso dai legionari non trova spazi e la difesa dei Minatori è molto attenta. Il secondo quarto di gioco è stato quello più interessante sponda Legio XIII, poi da li in avanti, fatta eccezione per la giocata che ha portato la ricezione perfetta di Santirocchi in TD, la squadra si è vista solo in qualche occasione con i Minatori a chiudere tutti gli spazi e pronti a sfruttare ogni errore dei romani. La partita ha sicuramente visto qualche fallo di troppo, anche falli personali che forse erano da sanzionare in maniera diversa, ma alla fine il risultato è lo specchio anche di non averci creduto dall’inizio alla fine, perché le parole vanno poi confermate con i fatti sul terreno di gioco. Domani la Legio XIII analizzerà la prestazione di ieri e avrà modo nelle prossime settimane per prepararsi alla seconda uscita stagionale. La sconfitta si spera resti una “macchia” in questo inizio di stagione e la speranza è quella di recuperare anche qualche infortunato che certamente darà un contributo in più alla squadra.

capitani Legio vs Cave

Resta comunque il fatto che i legionari hanno fatto vedere che possono tenere il campo, ma devono farlo dall’inizio alla fine e rispondere anche caratterialmente ad un andamento negativo dell’incontro: crederci fino alla fine. La mentalità vincente non è solo innata ma si acquisisce anche con gli allenamenti ed il giusto spirito di squadra e starà al coach ora spronare i ragazzi e motivarli per farli entrare in campo nel giusto modo. Prossimo incontro una trasferta in quel di Cagliari contro i Sirbons ed è un match che i legionari devono affrontare al massimo delle proprie potenzialità, anche perché bisogna riscattare questa prima uscita negativa ed un risultato positivo, darà sicuramente una spinta in più per il giusto proseguo del campionato.

Ufficio Stampa Legio XIII Roma

1 commento

LASCIA UN COMMENTO