Finalmente Legio XIII!

0
321

LA VITTORIA SUI MARINES RIACCENDE L’ENTUSIASMO DEI CAPITOLINI

Ci sono vittorie inaspettate, incredibili…volute con tutte le forze. Le vittorie più belle sono sempre quelle più sofferte, soprattutto quando 13 “valorosi” sfidano a viso aperto una “armata” di 35 avversari, consapevoli che giocare in doppio ruolo e reggere la fatica di un intero incontro certamente non sarà facile.

La Legio XIII ieri è riuscita in questo! Una vittoria meritatissima quanto inaspettata contro i Marines Lazio (20-10). Si perché alla vigilia i pronostici non erano dei migliori: quattro assenze importanti, una sideline con giocatori in numero ristretto e davanti una squadra blasonata a livello giovanile che negli ultimi anni ha sempre raggiunto i playoff. Tredici, il numero fortunato: tredici legionari che sono entrati in campo dando il massimo, riuscendo per tutto il primo quarto di gioco a tenere la partita sullo 0-0 e con una difesa pressoché perfetta. Le due squadre hanno giocato a viso aperto e nel secondo quarto, i Marines hanno visto premiato il loro passing game con Mannato, che al 7’ lancia in touchdown Benassi per il 0-6 e incrementato il vantaggio con una corsa da due punti di Purilli. Sembra per molti il prologo di una nuova sconfitta in casa Legio XIII, con la paura di un calo di concentrazione, ma non è così. Questa volta i legionari continuano con il bel gioco ed una difesa attenta, capace di resistere ad un lunghissimo drive degli ospiti. A 4’ dal riposo, una corsa di Franco e una rush di Iudicone riaccendono gli animi. Arriva la giocata vincente: il quarterback Cuomo lancia lungo per Faina che entra in end zone ed accorcia le distanze. L’ambiente si galvanizza e malgrado non si concretizzi l’addizionale, la Legio XIII rientra negli spogliatoi consapevole dei suoi mezzi. Il running clock caratterizza il terzo quarto della partita (scelta obbligata per via del minor numero di giocatori legio nel roster) e il possesso palla è ad appannaggio dei Marines, che provano incessantemente a lanciare su Benassi e Monello, più volte pronti a ricevere in end zone ma senza successo. E’ bravo il legionario Leidi ad evitare una presa pulita avversaria toccando il pallone. Gli ultimi 12 minuti di gioco sono emozionanti. La Legio parte con il suo primo drive, relegata sulle proprie 8 yards e non riesce ad avanzare e nel secondo down arriva inaspettata la safety grazie a Riso che arriva su Cuomo senza paura. Il risultato è di 6-10, i legionari in campo accusano la stanchezza, ma recuperano subito il possesso grazie ad un fumble. I Marines chiamano il time out per riorganizzarsi, ma la Legio XIII spinge con una corsa di Franco e prova con un incompleto di Cuomo su Faina. Siamo sulle 33 yards dei Marines e coach Campagna tira fuori la giocata vincente mandando in corsa Franco che entra diretto in end zone per il 12-10: è il sorpasso, incrementato anche con l’addizionale di due punti con un lancio corto di Cuomo su Faina. A 7’ dalla fine e sul 14-10 i Marines continuano a lanciare con Mannato e dopo qualche incompleto di troppo, arriva il time out degli ospiti ma non cambia nulla. Si arriva a 3’ dalla fine con drive in mano alla Legio e sulle 45 yards Marines. Il primo down si chiude subito in end zone grazie alla corsa di Iudicone che si infila in un varco e corre dritto a segnare. Il punteggio è di 20-10 per i legionari, l’entusiasmo è alle stelle e sugli spalti qualcuno ha paura di rivivere quanto successo la settimana scorsa a Bari, invece no, questa volta il lungo drive dei Marines trova una difesa attentissima dei padroni di casa. Sono l’onnipresente Leidi e l’attento Franco a fermare le ripetute corse di Purilli e Conteddu, poi Mannato trova il lancio perfetto su Meconi fermato prontamente da Iudicone e Franco. Sulle 8 yards dei legionari Conteddu lancia su Monello per un touchdown facile e invece Franco defletta l’ovale. A 1’32” ancora Conteddu riprova la stessa giocata ma Iudicone corona la sua ottima prestazione con un intercetto. La partita è praticamente chiusa, Cuomo si inginocchia, il tempo scorre e inizia la festa per una vittoria voluta e che finalmente fa gioire la Legio XIII che conquista la sua prima vittoria nel campionato Under 19. Una partita piacevole ricca di emozioni e gioia incontenibile per i ragazzi del presidente Tancioni che finalmente si rivede con il sorriso.

“Sono orgoglioso dei miei coaches e dei miei ragazzi – emozionato e soddisfatto il presidente della Legio XIII, Giacomo Tancioni – che hanno sconfitto un avversario ostico come i Marines, che negli ultimi tre anni ha perso solo tre volte e sempre dopo la fase a gironi. Alla luce della vittoria di ieri, c’è il rammarico per la sconfitta contro il Puglia Team, ma forse proprio quella gara potrebbe essere stata la chiave per la vittoria di ieri”.

Una prestazione grandiosa di questi ragazzi, consapevoli di dover affrontare l’incontro in doppio ruolo e pronti a sacrificarsi per dare il massimo di se stessi e adesso un meritato riposo per loro, prima del prossimo 5 novembre, quando si riaffronteranno i Grizzlies Roma per cercare di portare a casa la seconda vittoria stagionale e sperando sempre di recuperare anche gli infortunati, sicuramente un valore aggiunto a questa formazione scesa in campo ieri e che ha regalato forti emozioni.

Ufficio Stampa Legio XIII Roma

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO