Fine 2017 col botto per la Legio XIII: Arriva Coach Valerio Bozzarini

0
1065

I LEGIONARI TROVANO UN COACH D’ESPERIENZA PRONTO AD UNA NUOVA SFIDA

E’ ufficiale: Valerio Bozzarini approda alla corte del presidente Giacomo Tancioni “vestendosi” da legionario e andando ad arricchire il coaching staff della LEGIO XIII. Era già nell’aria, ma si attendeva l’ufficialità della notizia e proprio in queste festività natalizie si è chiusa la comunione di intenti tra società e coach, dopo la presentazione del progetto giovanile di quest’ultimo per il 2018.

Si ricongiungono sotto la stessa bandiera i fratelli Bozzarini, che nel 2018 cammineranno di pari passo per far crescere il settore giovanile, da sempre fiore all’occhiello della società, con Marco a rivestire ancora il ruolo di Direttore Sportivo e Valerio nuovo Capo Allenatore dei giovanissimi. Lo scorso 6 aprile, dopo quattro anni di militanza nei Gladiatori Roma (era Offensive Coordinator dal 2013 al 2017, ndr), Valerio Bozzarini si era messo a disposizione dell’Head Coach degli Steelers Terni, Alessio Limongelli, arrivando alla Finale di Conference – purtroppo persa contro gli Sharks Palermo, ma vincendo insieme poi l’All Star Game di III Divisione – e per il 2018 seguirà per la Legio XIII le categorie Minifootball, Under 13 e Under 16 avvalendosi sempre del supporto di coach Ivo Mittica, che manterrà la guida della Under 13 e con l’obiettivo già dichiarato di voler partecipare ai rispettivi campionati federali in queste categorie.

Valerio Bozzarini ha vestito le maglie di numerose squadre come Marines Lazio ai suoi inizi nel 1992, per passare poi ai Frogs, Warriors, nuovamente Marines Lazio e poi Gladiatori Roma e Lumberjacks Fiuggi. Esperienza da vendere come giocatore anche in maglia azzurra ai Mondiali del 1999 e agli Europei del 2003. Attività da giocatore che lo ha visto da sempre andare in parallelo al ruolo di coach per i più piccoli, che gli ha fatto conquistare ben due titoli giovanili con i Marines Lazio  nel 1997 con l’Under 16 Flag e nel 2008 con l’Under 23 (ndr nel 1994 proprio con il fratello Marco diedero vita al settore giovanile dei biancoazzurri) e poi  nel 2003 protagonista nel rifondare il settore giovanile dei Gladiatori Roma. Non si può dimenticare anche il suo ruolo nel 2013 di OC dei Marines Lazio in IFL.  Ha ricoperto in FIDAF anche il ruolo di Direttore Tecnico del Settore Giovanile e membro della Commissione Tecnica Federale e adesso riveste ancora il ruolo di docente per i corsi di primo livello FIDAF. Se di Blue Team giovanile vogliamo parlare, lo ricordiamo in azzurro come OC nella Jr Under 16 nel 1996 e dal 2000 al 2002 nella Junior Under 21 in veste di Assistant Coach.

Insomma un acquisto di tutto rispetto per i legionari e soddisfazione per la scelta fatta e per il progetto da portare avanti nel 2018, si evince dalle stesse parole dell’interessato, Valerio Bozzarini.

LA PRIMA DOMANDA CHE TUTTI FAREBBERO…PERCHE’ LA LEGIO XIII?

“Sono stato già Legionario nel 2011, quando mio fratello assieme a Giacomo Tancioni erano agli inizi, quindi per me è un ritorno. Diciamo che il 2017 è stata una stagione molto intensa per me e particolare. Mai avrei pensato di ritornare alla Legio XIII, soprattutto nuovamente ad affiancare mio fratello. Il perchè si annida negli ultimi mesi del football romano, dove i settori giovanili languono e non riescono ad essere competitivi come meriterebbero. E poi c’è anche la complicità del fatto di un riappacificamento familiare”.

L’UNDER 19 RESTA A MARCO MAZZANTI MA TU AVRAI UN RUOLO DEFINITO ANCHE IN QUESTA CATEGORIA?

“No nessuno. Questa categoria giovanile resta nelle mani di Marco Mazzanti e del suo progetto che sta portando avanti. Anzi, posso dire  che ha svolto un ottimo lavoro con la Under 19, che tra l’altro perderà nel 2018 qualche elemento per il salto di categoria. Io posso solo che dare un nuovo impulso partendo dal basso”.

ESPERIENZA DA GIOCATORE, POI ALLENATORE ANCHE NEL BLUE TEAM E RICOPERTO RUOLI FIDAF IMPORTANTI. COSA SPINGE UN COACH AD ALLENARE SOLO SETTORI GIOVANILI?

“Per me è una vocazione, è tornare alle origini, praticamente da dove ho iniziato: per più di un decennio ho formato e cresciuto molti giocatori romani e alcuni oggi sono addirittura coach o dirigenti. Per qualsiasi altro coach invece dovrebbe essere fondamentale. Senza giovanili non c’è futuro. E purtroppo in Italia abbiamo una problematica pesante nel centro sud: i settori scarseggiano e al Nord invece crescono seguendo i programmi federali e la differenza si vede”.

LA VERITA’…TI HA CONVINTO TANCIONI O TUO FRATELLO? SCHERZI A PARTE, RIVEDERVI INSIEME E’ UNA BELLA “SCOMMESSA” PER ENTRAMBI?

“Rivederci insieme è un fatto storico che molti non ammetteranno mai. La nostra diatriba familiare ha ammorbato per circa 10 anni il football italiano, addirittura dividendolo in momenti molto particolari, che hanno inciso in parte su quello che è oggi il football che voi tutti conoscete. E’ sicuramente un inizio di riconciliazione fra due fratelli. Scommessa? Non dobbiamo dimostrare nulla a nessuno”.

valer bozz aftv

Soddisfatto il Presidente della Legio XIII, Giacomo Tancioni e non potrebbe essere altrimenti.

“L’arrivo di Valerio Bozzarini è per noi un Valore, aggiunto.  Vista la sua esperienza,  penso che il settore giovanile sia in ottime mani. Ci affacciamo al 2018, tra l’altro anno del nostro decennale – finalmente sorridente il presidente Tancioni – con obiettivi di crescita e consolidamento e lo facciamo con ottimi Coach alla guida del  settore Giovanile: minifootball, U13 e U16  appunto a Valerio Bozzarini e la U19 e Senior con Marco Mazzanti che continuerà l’ottimo lavoro già impostato in questo suo primo anno. Senza dimenticare Gianluca Garofalo che si occuperà del Settore Femminile sia come GM che come HC. Credo di poter essere ottimista in prospettiva e non nascondo che questo “nuovo assetto” mi rende ancora più orgoglioso di essere alla “guida” con Marco Bozzarini di questa società. Ora sarà molto importante il lavoro di reclutamento a tutti i livelli per permettere ai coach di poter fare il loro meglio e centrare gli obiettivi che ci siamo prefissati”.

E concludiamo con il pensiero del Direttore Sportivo, Marco Bozzarini pronto a lavorare ancora al fianco del fratello Valerio.

“Sono felice del riavvicinamento con mio fratello nel mondo futbollistico, ma più che altro del mondo familiare, per il resto io sono pragmatico e quindi di conseguenza non ho molto da dire se non quello che vedremo con i risultati. Non quelli in campo ma di numeri dei partecipanti, dei ragazzi, l’entusiasmo del progetto. Sicuramente questa vicinanza ha già creato rumors all’interno del panorama romano. Secondo me sbagliati: si è letto e si è venuto a sapere di commenti inappropriati da parte di alcuni saccenti conoscitori di noi stessi Non mi conosco io, figurati se ci conoscono loro. A parte questa parentesi, quello che mi viene da dire è che sicuramente non possiamo altro che migliorare e fare bene. Sicuramente da parte di alcuni allenatori di reparto l’avvicinarsi di Valerio non potrà fare altro che dare un apporto nella progettualità: sembrerebbe che Valerio annidi il desiderio di poter quantomeno fare anche delle sezioni di conoscenza teorica dello sviluppo dell’allenatore stesso e questo noi lo condividiamo come abbiamo sempre condiviso i progetti di tutti e di tutti quegli allenatori che da noi sono passati, lasciando quantomeno dei ricordi e che io sappia, non abbiamo mai tarpato le ali nessuno quindi ben vengano le iniziative di chiunque arrivi da noi e voglia sviluppare e far crescere la società stessa. Quindi staremo a vedere quello che il programma futuro ci riserverà e noi speriamo sicuramente in qualcosa di positivo: per ora separare l’under 16, l’Under 13 e l’under 11 dal resto del programma ha portato dei buoni frutti e sono sicuro, che comunque ci saranno altre novità in arrivo a breve, proprio perché lo spostarsi di una pedina importante di una figura importante come quella di Valerio non fa altro che rendere lustro alla società”.

Walter Cherubini
Ufficio Stampa Legio XIII Roma

foto Patricia Pace e AFTV.eu

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO