I Duchi U19 al Mike Wyatt Field a caccia del primo successo stagionale

0
238

Tornano in campo domenica 22 ottobre alle 14.30 tra le mura amiche del Mike Wyatt Field di via Cimarosa i Duchi Under 19, impegnati nella terza giornata del campionato nazionale di categoria.

Dopo il turno di riposo di domenica scorsa la formazione guidata da coach Brunetti affronterà i Ravens Imola in un match destinato a smuovere la classifica per una delle 2 squadre. Entrambe le formazioni sono infatti reduci da una secca sconfitta occorsa nella prima giornata di campionato, i Duchi per 42 a 6 contro i Dolphins Ancona ed i Ravens per 48 a 8 contro i Warriors Bologna. C’è voglia in casa estense di riscatto, e di mostrare tutte le qualità di un gruppo che manca solo di esperienza per fare la differenza in campo. I Duchi infatti schierano molti rookies al loro esordio, e ci vorrà tempo per affinare gli schemi di gioco, soprattutto quelli offensivi più delicati da registrare rispetto alla difesa.

In queste 2 settimane lo staff estense con Brunetti, Ferrari e Sarto ha lavorato sodo con i giocatori per migliorare l’esecuzione degli schemi. Domenica l’attacco estense sarà privo del qb titolare Peressotti, che deve scontare una giornata di squalifica, ma qualche nuovo innesto a roster lascia ben sperare per il rendimento in campo.

Under19 vs Dolphins

Sicuramente la partita non sarà facile, ma si tratta di un impegno alla portata dei Duchi, che in caso di successo potrebbero appaiarsi al secondo posto nel girone ai Dolphins Ancona, pesantemente maltrattati lo scorso weekend dai Warriors, riaprendo di fatto una possibile corsa ai playoff. Negli altri gironi del campionato invece Hogs Reggio Emilia, Redskins Verona e Seamen Milano guidano le rispettive classifiche, mentre al sud la lotta per il primato è serrata tra Marines e Grizzlies.

Le Aquile, in ogni caso, già festeggiano un grande successo: ovvero la possibilità di schierare 2 formazioni in campo con il nome Duchi in 2 differenti categorie, e con l’Under 19 che vanta un buon numero di giocatori, segno che il progetto di sviluppo delle giovanili sta dando i suoi frutti.

Se l’Under 16 è già rodata da un anno di esperienza, come dimostrano i risultati, per l’Under 19 non c’è fretta di accumulare bottino, quanto di far fare esperienza alle nuove leve in un’ottica di crescita futura.
Testi di Stefano Ferrari

Matteo Provasi
Ufficio Stampa Aquile Ferrara

Foto Federica Ferri

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO