Il derby dei vulcani agli Elephants

0
752

BRIGANTI VS ELEPHANTS, NELL’ETNA ARDE IL FUOCO PIÙ INTENSO, CATANIA IN SEMIFINALE DI SOUTH-CONFERENCE

Gli Elephants ancora una volta lasciano tutti a bocca aperta e, ribaltando ogni pronostico della vigilia, vincono in terra partenopea, imponendosi col punteggio di 14-6 contro i padroni di casa dei Briganti Napoli.

Definire la trasferta “proibitiva” non renderebbe giustizia al viaggio degli Etnei che viaggiano la notte tra Sabato e Domenica e arrivano nel capoluogo partenopeo nella prima mattinata della stessa Domenica, per poi scendere in campo poche ore dopo. Nonostante il lungo viaggio e la stanchezza che ne deriva i ragazzi di Coach Gargiulo non hanno nessuna intenzione di alzare bandiera bianca: tornare a casa con nessun rimpianto è l’obbiettivo primario.

Kikck-off puntuale alle 14:30 al campo “Briganti’s Field” con il sole cocente e un fantastico pubblico a fare da cornice al Match. Partita estremamente fisica come da pronostico, con entrambi gli attacchi che si affidano principalmente al running-game alternato da pochi lanci. I primi due quarti sono dominati dalle difese. La difesa partenopea si mostra molto fisica e ordinata, non concedendo nulla grazie anche alla poca lucidità mostrata dall’attacco rossonero; La difesa catanese di Coach Pecoraro inizia subito fortissimo e concede solo due Field Goal in tutto il primo tempo nonostante l’enorme quantità di tempo passata in campo dai suoi atleti. Un primo tempo molto fisico e poco spettacolare si conclude così sul 6-0 per i padroni di casa.

Nell’half time, coach Gargiulo con Cocuzza e Camarda studiano degli aggiustamenti per variare gli schemi offensivi.

Bandiera Napoli

Il Secondo tempo inizia con un’altro spirito per gli Elephants. L’attacco, visibilmente ferito nell’orgoglio per un primo tempo anonimo, incomincia a macinare yards e mettere, già al primo drive, punti a referto grazie al TD del RB Enrico “Brieghel” Lombardo e il punto addizionale di trasformazione su calcio piazzato del Kicker Livio Lo Faro, determinando il sorpasso sugli avversari per 7-6.

La difesa etnea non necessita di molte parole per essere descritta: continua a non dare nessun segno di cedimento e a mostrarsi insuperabile. L’attacco così torna in campo e, ormai con tanta fiducia, continua a guadagnare yards, fondamentale da questo punto di vista il BigPlay del RB Federico “Mototopo” Jelo che mette a segno una corsa di 60 Yards. Sale in cattedra l’incontenibile RB Lombardo che concretizza il lavoro del team e porta il punteggio sul 14-6. L’inerzia del match è totalmente ribaltata in favore degli ospiti, e a 3 minuti dalla fine il match sembra chiudersi quando il QB Conticello imbecca il WR Bonaccorsi in TD con uno splendido lancio; Il TD però viene annullato per un fallo dell’attacco e neanche il Field Goal successivo va a segno. La partita così resta viva ed un’ultima possibilità viene concessa all’attacco dei Briganti che, dopo essere stati ad un passo dalla sconfitta, producono il massimo sforzo riuscendo ad arrivare sino alla Red Zone avversaria. Dopo aver dominato gli avversari per tutto il match però la difesa Etnea non vuole fermarsi proprio sul più bello e respinge tutte le offensive dei Napoletani, ridando la palla all’attacco (che gestirà il cronometro sino al fischio finale) e, di fatto, mettendo la parola fine al match.

Gli Elephants firmano così un’altra piccola impresa che a lungo rimarrà nella mente di questo Roster e Coaching Staff, confermato anche dal fatto di essere l’unica squadra di questi quarti di finale di III° Div. a ribaltare il fattore campo.

Il prossimo appuntamento vedrà gli Elephants affrontare i Grifoni Perugia per le semifinali dell South-Conference (da confermare sab 16/dom 17 giugno).

Match che sulla carta si preannuncia ancora più complesso di quello appena disputato se si considera che gli Umbri sono imbattuti in questa stagione e sono entrati nel tabbelone dei play-off come Testa di Serie #1.

Gli Etnei però ci hanno insegnato che più alta è la posta in palio, più riescono ad elevare il livello del proprio gioco; Si presenteranno a questa gara da “underdog” senza nulla da perdere e tutto da guadagnare, nel ruolo che forse gli si addice meglio.

Il sogno è ancora vivo e gli Elephants faranno di tutto per difenderlo.

Per sostenere le difficoltà logistiche di questa trasferta la dirigenza Elephants ha attivato un’operazione di crowfunding: sostieni gli Elephants Catania, sostieni un’emozione, un sogno, con un piccolo contributo partecipi con noi ai playoff!

www.gofundme.com/elephants-catania-ai-playoff

Team Napoli

Renato Gargiulo (Head Coach Elephants Catania): «Grazie a Stefano Chitos e alla dirigenza di casa per l’ospitalità, grazie al caloroso pubblico napoletano, grazie alla famiglia Elephants Catania, atleti e coaches per dare una risposta e un senso ai sacrifici che faccio per allenare questa squadra. Emozioni e dinamiche uniche e non spiegabili. Abbiamo studiato il nostro avversario nei minimi dettagli e il risultato si è visto in campo, la nostra difesa è stata eccezionale con una linea più leggera ma aggressiva e tecnica. Grande prova di LBs e DBs con la FS Smart in gran spolvero. Il nostro attacco è cresciuto gradualmente davanti ad una difesa partenopea fisica e reattiva. Andrea Conticello, Enrico Lombardo, Livio Lo Faro e Federico Jelo hanno trascinato il reparto offensivo violando due volte la end zone dei Briganti. La nostra linea di attacco inizia a dare i risultati sperati schierando due linemen giovanissimi. Uno dei punti di forza del nostro team che rende complesso lo scouting è la nostra varietà di gioco e la flessibilità su ogni avversario. Abbiamo raggiunto un obiettivo insperato ad inizio stagione, volevamo fare crescere tanti rookies e i giocatori che erano stati sempre in ombra nelle stagioni passate. Target raggiunto ! Il primo allenamento di questa season avevo dichiarato che avrei fatto giocare i giovani e a chi garantiva un’alta partecipazione agli allenamenti, obiettivo ? farli crescere per un nuovo ciclo Elephants ! avevo chiesto di lavorare duramente perché non volevo vincere nulla ma chiedevo a tutti di essere all’altezza della situazione sapendo che quella era la formula giusta. Così è stato alla fine della stagione giochiamo i playoff, siamo una delle prime 8 squadre su 38 teams della III divisione, siamo vincenti perché all’altezza della situazione. Dietro questa macchina catanese ringrazio Sonia Sparacino, un back office eccezionale, la passione di Alice Giuffrida nella comunicazione, uno staff medico di altissimo livello con Angelo Di Giunta e Claudia Guglielmino e il mio coaching staff per il rapporto istaurato e per il grande senso di responsabilità: Gilberto Cocuzza, Fortunato Camarda, Gianmarco Pecoraro. E ora continuiamo la nostra scalata, sul nostro percorso una squadra fortissima che stiamo studiando per preparaci al meglio. Tre allenamenti e quindi un’altra trasferta che dal punto di vista logistico è sempre difficile da gestire e affrontare. Gli Elephants non vedono l’ora di scendere nuovamente in campo con grinta, determinazione e con tanta voglia di divertirsi!»

Ufficio Stampa Elephants Catania

Foto Phever.it

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO