La Legio XIII pareggia il conto con i Krakens

0
74

Vittoria netta dei capitolini (40 a 0) davanti al proprio pubblico

Arriva la seconda vittoria per la Legio XIII nel Campionato Under 19, grazie al successo casalingo di ieri nella sfida contro i Krakens, con un categorico 40-0. Era ora direbbe più di qualcuno, perché in casa Legio XIII le vittorie non arrivano facilmente e questa volta è piaciuto anche il “sapore”, quello di una rivincita contro i pugliesi cui era stata concessa una facile rimonta nella partita di andata. Determinati, concentrati: sono scesi in campo così i legionari che adesso si portano a due vittorie e due sconfitte nel girone regolare e che già mercoledì, torneranno in campo contro i Grizzlies Roma, per recuperare la partita sospesa per maltempo dello scorso 5 novembre.

Il “running clock” ha velocizzato la gara già dal terzo quarto, con i romani in vantaggio 20-0 e anche per via del ridotto numero di giocatori presenti per il Team Puglia, cui va il merito di aver giocato al massimo delle proprie energie e regalando anche ai presenti delle belle giocate, ma ieri Faina e compagni hanno veramente giocato con lo sguardo unicamente rivolto alla vittoria.

Il primo quarto è molto equilibrato con le due franchigie ad alternare le tipologie di gioco di corsa e lanci: i Krakens con Quacquarelli puntano di più sul gioco aereo e meno sulle corse di Carella, mentre la Legio XIII spinge molto palla alla mano con Jallow Kana e con Cuomo, cerca di guadagnare qualche yards in lungo lanciando su Faina. Qualche fumble da ambo le parti accende gli animi e poi arriva l’esultanza a 3’45” dei padroni di casa per il touchdown su ricezione di Iudicone, ma una flag per interferenza dello stesso giocatore annulla i primi punti dell’incontro.

Ma il lungo drive termina solo all’inizio della seconda frazione di gioco e proprio con il vantaggio Legio XIII, che ripete la stessa azione precedente, ma stavolta, Iudicone può festeggiare il vantaggio. Nell’addizionale Faina porta a casa altri due punti. Attimo di sbandamento per gli ospiti che si fanno intercettare e Faina alla prima occasione riceve e segna il 14-0. La Legio XIII inizia a prendere confidenza sia con le corse di Kana che con i lanci di Cuomo, ma è la difesa dei legionari attentissima con il solito Leidi e lo stesso Iudicone a fermare le ricezioni di Giuliani e le corse di Carella. I Krakens in difesa hanno Patella bravo a fermare le incursioni romane, ma Faina ancora una volta imbeccato su lancio entra in end zona e porta la squadra sul 20-0. I Krakens guadagnano yards anche con qualche fallo, ma le ricezioni di Giuliani vengono sistematicamente stoppate dalla difesa. E’ il quarto più lungo e a 1’40” con possesso Legio XIII, arriva una corsa bellissima in end zone del giovane legionario Franco, ma una flag annulla tutto e poi si va negli spogliatoi, con la speranza dei tifosi di non rivivere quanto successo in quel di Bari. Stavolta la voglia di vincere è tanta e i Legionari al rientro dagli spogliatoi spingono con Kana e prendono due primi down ma è una ricezione di Iudicone a portare a 26 il punteggio sul tabellone. Il tempo inizia a scorrere inesorabile (running clock attivo) e i pugliesi sembrano aver mollato. Si arriva agli ultimi dodici minuti dell’incontro e arriva l’ennesimo sigillo di Iudicone che non riesce però a completare anche l’addizionale. Sul punteggio di 32-0 questa volta la partita sembra davvero chiusa. Ospiti caparbi, come giusto che sia anche con poche forze a disposizione, capaci di spingere ancora con le corse di Carella e qualche ricezione di Giuliani, ma Leidi in difesa è perfetto, ben coadiuvato da Iobbi e Baisero, senza tralasciare l’intercetto di Iudicone che stoppa ogni velleità di avvicinamento dei pugliesi alla end zone romana. Infatti, sul ritorno di possesso palla subito un primo down con Iudicone e poi dalle proprie 20 yards è Franco a prendere l’ovale lanciandosi sulla laterale in una corsa velocissima fino alla end zone: 80 yards per un bellissimo touchdown. Sempre lui riceve l’addizionale da due punti e il punteggio è di 40-0. La partita è finita. I pugliesi si inginocchiano poi giocano altre due azioni, Vitolo mette a segno l’ultimo placcaggio per i legionari poi il fischio finale e la seconda vittoria della Legio XIII.

Festeggiamenti finali decisamente sommessi, un plauso ai bravissimi ragazzi pugliesi, ma la testa dei legionari è già a mercoledì sera, perché tutti sanno quanto sia importante questa sfida contro i Grizzlies Roma. Una settimana di fuoco per la Legio XIII, che poi domenica prossima avrà la sua terza partita in sette giorni, andando ospite in casa dei Marines Lazio. Ci si gioca tutto adesso e la speranza è vedere i legionari scendere in campo come nelle ultime due uscite, ma le prossime sfide non sono certo facili.

(nella foto Filippo Faina/Legio XIII)

Walter Cherubini
Ufficio Stampa Legio XIII Roma

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO