Mexicans: Sfuma il sogno in 4 yard

0
495

Alto Livenza 29ers vs. Pederobba Mexicans: Atto IV.

Gara valida per le semifinali di North Conference del Campionato Italiano di Football a 9. Si va in scena a Caneva (PN), ore 17:00, in una domenica che si preannuncia rovente in tutto e per tutto.
Ennesima sfida stagionale per le due compagini che, considerando il test match dello scorso Gennaio, vede in vantaggio i pordenonesi per 2 scontri a 1.

Si vede determinazione negli occhi dei Mexicans, dopo lo storico passaggio di turno della scorsa settimana a Novara, la consapevolezza di essere “Underdog”, termine usato dai nostri amici a stelle e strisce per indicare chi parte da sfavorito, ma pervaso dalla voglia di dare il 100% per ribaltare i pronostici.

Iniziano i padroni di casa che fanno valere la loro fisicità e l’esperienza dei giocatori americani in campo, dopo pochi drive i niners si portano sul 10-0 grazie ad un TD su corsa del QB Zanco e a un Field Goal.
Non si fa attendere la risposta dell’offense nero-verde che accorcia le distanza con una splendida corsa in endzone del solito funambolico RB Jimenez. Il punto addizionale però è “no good” e il risultato rimane 10-6.

Risultato che rimane tale fino all’halftime, con entrambe le difese a farla da padrone.
Dopo continui cambi di possesso, verso la fine del terzo periodo di gioco arriva quello che sembrerebbe un 1-2 micidiale ai danni della compagine messicana. I 29ers infatti allungano di due TD, portando così il tabellone a recitare 24-6 per i padroni di casa. Quasi come in una gara di pugilato, un doppio montante che manderebbe al tappeto qualsiasi avversario.

Non i Mexicans.

Se c’è una caratteristica di questa squadra, è quella di non mollare proprio mai. In pochi minuti si infiamma l’attacco nero-verde portandosi prima sotto di 4 e subito dopo, grazie ad un onside kick di Dall’Omo che consente ai Mexicans di recuperare subito palla, mette la freccia per il sorpasso con il RB Blanco splendidamente imbeccato da un lancio del QB Sabadotto.
La trasformazione da due punti c’è e gli ospiti conducono 24-28 a tre minuti dal termine.
Sembrerebbe l’epilogo perfetto, ma nel football le partite finiscono solo quando appaiono i famigerati “quattro zeri” sul cronometro.

I 29ers infatti, non si scoraggiano, prendono di sorpresa la defense neroverde che, complice la stanchezza, concede quasi tutto il campo al RB avversario Hauser ritrovandosi così a ridosso della propria endzone. I friulani a questo punto effettuano il controsorpasso, andando a segno e cambiando ancora una volta le carte in tavola.

31-28.

Nell’ultimo disperato drive, i Mexicans tentano di riportarsi avanti malgrado il tempo di gioco ormai esaurito. Ed è proprio il cronometro a condannare gli ospiti, fermati a 4 yard dal TD, a 4 yard dalla vittoria.

Finisce così una gara in cui a scatenarsi è stata una reazione d’orgoglio mai vista nei nostri, arrivati davvero ad un soffio dalla qualificazione. Spinti da un pubblico bellissimo e numerosissimo, una torcida messicana, che ha sostenuto fino alla fine i ragazzi quasi da far sembrare la partita una “home game”. Oltre al pubblico, ovviamente tutta la squadra merita una menzione oggi, offense, defense, lo special team, il coaching staff formato da l’HC Morgan, L’OC Feltrin e il DC Biasiutti, oltre che l’HC assistant McIntosh, purtroppo assente per motivi lavorativi. Una squadra che non ha mai mollato, credendoci fino all’ultimo. Una squadra di “Underdog ”, che ha saputo lottare su ogni pallone, per ogni secondo passato sul campo.

Muchas Gracias, Mexican Familia.

Al prossimo anno, per un’altra stagione ricca di tacos e soddisfazioni.

Gilberto Danieli
Ufficio Stampa Mexicans Pederobba

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO