Minatori: Due su due, ma la strada è ancora lunga

0
809

La partita di sabato sera tra Legio XIII e Minatori Cave non è andata come previsto. Nonostante la vittoria i Minatori non hanno espresso il football richiesto dai Coach. Ancora troppi errori in attacco non hanno permesso di sfruttare a pieno la potenzialità che il coach Annoscia ha improntato nei suoi ragazzi e che serve loro per approdare con tranquillità alla fase successiva del campionato.
Buona la prestazione della difesa invece, l’ottimo scouting fatto da Coach Cappannoli non concede molto all’attacco giallo-rosso costringendoli in più di qualche occasione al turnover e bloccando anche un calcio piazzato dalle 20.

L’esperienza e la fisicità dei minatori hanno portato nuovamente alla vittoria in questo sabato sera ad Ostia antica. I ragazzi in blu di Cave hanno a sprazzi espresso un buon football riuscendo anche a percorrere tutto il campo in pochissimo tempo, ma le troppe penalità prese, alcune forse anche a causa di sviste arbitrali, hanno limitato il risultato e non di poco. Sono 3 infatti i TD annullati che avrebbero fatto eguagliare il risultato dello scorso anno e avrebbero permesso di capire meglio l’andamento di questa partita. Poca concentrazione e nervosismo in campo sono però la causa principale di questo risultato e la Legio ne ha approfittato. Una safety concessa a causa di uno snap sbagliato e l’ottima ricezione del WR Santirocchi su un passaggio lungo sono state le uniche due occasioni in cui i ragazzi di coach Mazzanti hanno visto la end-zone avversaria. Ottimo il lavoro di Fusani e Calvario che si sono intervallati in attacco alternando corse centrali ed esterne e non lasciando tempo alla difesa di casa di adeguarsi, sfruttando i blocchi fatti dalla propria linea e varcando la Goal Line anche intoccati.

In difesa sì è notato un netto miglioramento rispetto alla partita precedente complice forse anche un campo leggermente migliore rispetto a quello dell’eur. Tre sono le conversioni di quarto down bloccate, un field goal deviato dall’ottima penetrazione della linea difensiva e un bellissimo intercetto del capitano Grossi danno spesso la palla all’attacco e non concedono molto agli avversari. Da elogiare la prestazione del LB Greco che dal lato della panchina avversaria non ha dato respiro a quarterback e corridori (nominato poi MVP della difesa per questa partita).

Appuntamento in casa Minatori il 25 marzo, quando i Sirbons di Cagliari verranno in trasferta nel continente e cercheranno di arrestare l’avanzata bianco-blu.

Ufficio Stampa Minatori Cave

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO