Week 10: Primo acuto per Trappers e Mexicans

0
80

In Terza Divisione, Trappers, Thunders, Steelers e Eagles a valanga rispettivamente su Sirbons, Celtics Dolomiti, Legio XIII e Navy Seals. Prima, storica ed importante vittoria per i Mexicans sui Giants Bolzano 2. Nessun problema anche per Sentinels e Rams, che sconfiggono rispettivamente i 29ers Alto Livenza e i Mastifs Ivrea.

I Commenti dei protagonisti

Simone Centonze [QB, Thunders]: «Una partita per noi molto importante sul piano mentale, dovevamo rialzarci dopo la sconfitta della scorsa settimana, così è stato! Grande incontro, ben organizzato dallo staff ed eseguito perfettamente dalla squadra. Nonostante il punteggio, i Celtics hanno venduto cara la pelle fino all’ultimo snap. Onore a Feltre! Ora si pensa alle prossime partite, ma prima ancora ai prossimi allenamenti. Come sempre ‘step by step’, questa è la regola dei Thunders!»

Lorenzo Lisimberti [CB, Thunders]: «Una canzone dice: “It’s a long way to the top if you wanna rock n’ roll”. Dopo la sconfitta della scorsa settimana serviva riprendere il ritmo di inizio campionato, buona la risposta della difesa, sempre attenta e capace di approfittare degli errori dell’attacco Celtics, abbiamo rivisto un attacco in grado di muovere la palla e mettere qualche punto sul tabellone. Onore ai Celtics che nonostante fossero poco numerosi si sono battuti a testa alta, auguro a tutti i loro infortunati una pronta guarigione, contando di rivederli in campo per il ritorno! Intanto assaporiamo la vittoria, consapevoli che la strada è ancora lunga!»

Jascha Minniti [HC, Sirbons]: «12 a 43…Il risultato potrebbe indurre gli amanti delle statistiche a dire: un’altra sconfitta. Invece NO. Ieri pomeriggio, i 17 superstiti Sirbons che sono scesi in campo hanno giocato bene. Si potrebbe anche dire che con un po’ meno sfortuna il risultato finale poteva essere meno pesante. Non certo per sminuire il valore di una squadra come i Trappers, che forti del vantaggio acquisito nel primo periodo hanno dato spazio ai giovani nella seconda parte di gara, gestendo intelligentemente la partita e facendo fare un’inestimabile esperienza a chi non è ancora pronto a soffiare il posto ai titolari. I Sirbons hanno giocato come una vera squadra, finalmente, si sono aiutati l’un l’altro: a dimostrarlo il TD su corsa, portato Donato Murgo, ma accompagnato dal fantastico lavoro della OL. Il rammarico, anche in questa partita, resta quello di non avere un roster profondo, che ha costretto WR e QB a giocare anche CB, i LB a giocare WR o RB, gli OL a giocare DL. Sapevamo che quest’anno sarebbe stato difficile, ma forse a inizio campionato alcuni dei ragazzi non se ne erano pienamente resi conto. Mancano ancora due partite, due possibilità ancora per mettere la W al nostro box score».

Giuseppe Pulpito [HC, Mexicans]: «Partita ottimamente giocata dai miei ragazzi, la prima vittoria, meritatissima. Hanno eseguito bene il game plan preparato per oggi. Ora testa bassa e continuare a lavorare, ci prepariamo per la prossima contro i Celtics».

Aldo Feroce [Steelers]: «Partita a senso unico come indica il risultato, complimenti alla Legio XIII perché non hanno mai smesso di lottare e hanno meritato il touchdown finale. Adesso testa a Perugia per piazzare un altro importante tassello in questa stagione che ci vede protagonisti del girone. #gosteelers».

Andrea Zambon [Presidente, Mexicans]: «È stata una gara molto combattuta, molto avvincente per quanto riguarda azioni e intensità. Nonostante il risultato non rispecchi quella che è stata veramente la partita, secondo me è stato uno spettacolo da entrambe le squadre. Probabilmente la concentrazione che siamo riusciti a mettere sia nell’approccio che nella partita stessa è stato determinante, specialmente negli ultimi minuti. Un paio di buone azioni verso la fine del primo tempo hanno permesso di avere una superiorità numerica effettiva, dato che il QB dei Giants è dovuto uscire, purtroppo in barella, questo ci ha dato un enorme vantaggio specialmente sui pass, per cui siamo riusciti, nonostante qualche errore di distrazione, a difendere il vantaggio. Una nota a margine: finalmente è arrivata questa agognata prima vittoria per la nostra squadra, dopo anni di sacrifici e allenamenti, finalmente ci possiamo stasera godere la vittoria».

Matteo Dominici [Steelers]: «Ottima prestazione dell’attacco Steelers; come sempre la nostra difesa non delude mai, onore alla Legio XIII che con grande dignità non ci ha fatto chiudere la partita lasciandoli a 0. Adesso ci concentriamo per il derby di ritorno che si prospetta come sempre una partita ad altissima intensità. #gosteelers».

Leonardo Tisma [HC, Giants]: «Troppo risicato il roster per tenere tutta la partita.. molte defezioni di giocatori titolari.. in campo avevo 6 sedicenni; purtroppo la fisicità si è fatta sentire nonostante tutto il primo tempo fossimo sul 2 a 0. A un minuto dalla fine della prima parte di gara si è fatto male il qb e nella azione dopo abbiamo fatto fumble allo snap e abbiamo subito il TD a 40 secondi dallo scadere per il 2 a 6. Senza qb abbiamo messo Giacomelli nel ruolo e ha fatto vedere delle belle cose. L’importante è far crescere questi giovani».

Stefano Pitton [Sentinels]: «Ottimo football ieri in quel di Caneva, i 29ers hanno messo in campo una buona fisicità, la nostra offense è riuscita subito a mettere punti sul tabellone correndo molto la palla, la defense ha contenuto tutti i giochi dei pordenonesi mettendo in campo una decisiva aggressività. Alla fine l’esperienza nostra e qualche singolarità in più hanno fatto la differenza, comunque ottima prestazione di tutte e due le squadre».

Ciro D’Amato [Presidente, Eagles]: «Bella giornata di sole e di sport ieri, entrambe le squadre corrette e disciplinate. Anche se il primo tempo si è chiuso con un parziale di 30 punti a nostro favore, c’è da complimentarsi con la compagine barese per esser venuti a Salerno in formazione fortemente rimaneggiata a vender cara la pelle… Alla prossima».

Ufficio Stampa Fidaf

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO