WhitePreds implacabili!

0
585

Impressionante prova di forza della squadra White Orange che ha colpito sistematicamente in attacco e con una difesa che ha lasciato poco o niente all’attacco salernitano, tra l’altro, riconsegnando più volte il pallone all’attacco di casa.

Partono gli Eagles in attacco, che dopo un breve ritorno di kickoff, provano subito ad imbastire il loro possente gioco di corsa. Davanti a loro però si ritroveranno un muro invalicabile, con la difesa pronta a chiudere tutti gli spazi. Eaglescostretti al punt, bloccato Andrea Firriolo e ricoperto da Paolo Romeo in ottima posizione di campo.

Dfense

Entra in campo l’attacco White Preds, orfano del quarterback G.Ravera, sostituito da Matteo “biondo” Petrucci. Tempo 2 azioni e sarà proprio il “biondo” a trovare in endzone Rugani per i primi punti della partita! La trasformazione viene bloccata ma Spiaggi è lesto a recuperare palla e a portarla personalmente in endzone per i 2 punti che valgono l’8 a 0.

Di nuovo attacco Eagles in campo, questa più fiducioso e concreto, che comincia a guadagnare campo, affacciandosi nella metà campo White Orange. Ma sarà Enrico Reglioni con un placcaggio devastante a chiudere gli spazi e a provocare il fumble che sarà recuperato da Firriolo.

Firrio-D

Rientra in campo l’attacco di casa, con una corsa del “biondo” Petrucci per un primo down immediato. L’azione dopo sarà sempre Petrucci a pescare N.Ravera in mezzo al campo che si libera dal placcaggio del suo diretto marcatore e si invola per una ventina yards, siglando il secondo touchdown per i White Preds. Trasformazione di Firriolo buona e risultato sul 15 a 0.

Gli Eagles ripartono in attacco dalle loro 20, ma un sack di Paoletti ed un tackle for loss di Firriolo li constringono ad uno scomodo 3°. Sarà nuovamente Reglioni a chiudere la porta costringendo la squadra salernitana al punt.

Is-good

Attacco White Preds sulle 50. Nella prima azione, di corsa, si registra un brutto infortunio ad un giocatore salernitano a cui facciamo i nostri migliori auguri di pronta guarigione. Riprende il gioco e Petrucci dopo aver guadagnato il primo down, viene placcato fuori dal campo, aggiungendo altre 15 yards per lo spot del pallone. Nell’azione dopo un sanguinoso fumble di Malabruzzi rischia di rovinare il drive, ma il pallone è prontamente ricoperto dalla guardia Raggio. Passato lo spavento i White Preds passano nuovamente con Nicolini ben imbeccato da Petrucci. Trasformazione sbagliata e risultato sul 21 a 0.

Eagles nuovamente in attacco, ma la musica non cambia. E’ Paganini Mori a dettare legge nella prima azione, supportato poi dalle ottime coperture dei defensive back e dall’ottimo lavoro dei linebackers sulla reverse dell’attacco salernitano. 3 e fuori e punt della squadra salernitana.

Ormai l’attacco tosco ligure ci ha preso gusto e con 2 ricezioni, Nicoliniprima e Spiaggi poi, mette nuovamente punti sul tabellone grazie proprio a Federico Spiaggi. Firriolo calcia in mezzo ai pali e risultato sul 28 a 0.

Nicholasso

Il rientro in campo dell’attacco salernitano non punge, complice una prova corale devastante della difesa tosco ligure che non lascia nulla, costringendo gli Eagles al punt.

Attacco White Preds che non vuole essere da meno e dopo una breve corsa di Malabruzzi, si vede prima annullare un touchdown di N.Ravera per un fallo in linea, e poi segna nuovamente con Spiaggi, grazie ad un preciso passaggio di Petrucci con una post route. Firriolocalcia in mezzo ai pali, risultato sul 35 a 0, e incontro che entra in running clock avviandosi velocemente verso l’intervallo.

Nel secondo tempo, con il tempo che non si ferma mai per il running clock, gli Eagles calano definitavemente, complice gli infortuni, il roster esiguo ed il lungo viaggio che hanno dovuto sostenere, si sono ritrovati in una situazione non facile e comprensibile. A loro il nostro rispetto.

Da parte White Preds c’è stata l’occasione per far girare un pò la squadra, facendo fare esperienza ai più giovani, preservando i titolari. Da segnalare infatti anche l’unica segnatura del secondo tempo, su corsa, ad opera del giovane runningback Magnani, bravo a sfruttare l’ottimo buco creatogli dalla OL White Orange, con conseguente trasformazione e risultato che si fissa sul 42 a 0 finale.

la-rocca
L’ Head Coach La Rocca può ritenersi sicuramente soddisfatto per questa vittoria di squadra, l’ennesima, maturata con un attacco devastante con Petrucci sicuro MVP dell’incontro, degli special team finalmente all’altezza ed una difesa che per la prima volta in questo campionato, nei playoff, è riuscita a lasciare a 0 punti gli avversari, grazie ad un colletivo spaventoso, in cui ognuno ha fatto la propria parte gettando il cuore oltre l’ostacolo!

Come già anticipato, questa era l’ultima partita in casa della stagione. Ci apprestiamo ad affrontare i Minatori Cave (Roma), nella semifinale di South Conference. Il giorno e l’orario saranno resi noti probabilmente domani.

Adesso ci sarà da soffrire in trasferta, far fronte alle ennesime defezioni di questo campionato che ha messo alla prova le 2 società, che con grande difficoltà hanno dato vita ad un progetto ambizioso. La Squadra c’è! Il morale è altissimo!

Ufficio Stampa WhitePreds GdT

foto Giusy Io

Drago-huddle

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO