2017, La Legio XIII sceglie la III Divisione

0
1190

Una scelta presa nell’ultima settimana ma già nell’aria da tempo. A pochi giorni dalla conferma d’iscrizione da inviare in federazione per la partecipazione alla II Divisione o meno, arriva la comunicazione ufficiale da parte del team di optare per una scelta diversa: la Legio XIII nel 2017 tornerà a disputare il Campionato Nazionale di III Divisione (Cif9), iniziando fin da subito, un nuovo progetto di ristrutturazione che vuole arrivare nei prossimi tre anni a portare la formazione Senior, nuovamente a disputare il campionato di II Divisione. Una scelta certamente non voluta ma obbligata e valutata anzitempo anche con il coach Marco Mazzanti, che ha sposato per primo questo nuovo percorso da intraprendere insieme e che si vuole portare avanti nel triennio a seguire. Una scelta che certamente non rientrava negli obiettivi dirigenziali di inizio stagione, ma da settembre ad oggi sono state prese in considerazione tante sfaccettature tra cui il numero di giocatori, l’assenza di sponsor e situazioni non favorevoli a facilitare il proseguo in un campionato che in questi ultimi anni ha visto la Legio XIII faticare non poco. Si fa un passo indietro ma solo per ricostruire il tutto: è arrivato il momento anche per i legionari di dare il via al cambio generazionale che di anno in anno tocca puntualmente a turno anche molti altri team del football americano. Nuovo il coaching staff e molti volti nuovi in campo con giocatori alla prima stagione del football e uno zoccolo duro su cui puntare, vale a dire l’Under 19, che in questo periodo è impegnata nel campionato di categoria. Alla luce di questa nuova strada che si vuole intraprendere, il presidente Giacomo Tancioni ha ulteriormente voluto sottolineare questo cambio generale in casa Legio XIII, realizzando anche un nuovo logo che accompagnerà la formazione Senior in questa nuova avventura in III Divisione. Sarà l’effige del legionario a rappresentare la squadra ma non sarà abbandonato il vecchio logo che raffigura l’ormai tradizionale leone della Legio XIII, che resterà al “suo posto” per riconoscere le formazioni giovanili. Lavori in corso quindi in casa Legio XIII, in attesa di ulteriori novità e l’arrivo di alcuni giocatori che sembra vogliano far parte di questa “ristrutturazione”.

Il presidente della Legio XIII Roma, Giacomo Tancioni, in uno scatto di Barbara Alò
Il presidente della Legio XIII Roma, Giacomo Tancioni, in uno scatto di Barbara Alò

«Si è deciso di scendere in terza divisione nel 2017 – spiega il presidente della Legio XIII, Giacomo Tancioni – dopo una serie di riflessioni tra dirigenza e coaching staff. Si è focalizzato tutto sulla necessità di dover dare soprattutto la possibilità a coach Mazzanti, di poter ricostruire una squadra ripartendo dalle basi. Si vuole dare la possibilità al mix giovani-veterani di poter crescere con nuove motivazioni e cercare di mettere in pratica il progetto triennale proposto proprio dal nuovo coach e che coinvolge la U19 e la Senior, continuando ovviamente la strada intrapresa con il reclutamento e le varie Under e Femminile. Una riorganizzazione che ci dovrebbe permettere di essere finalmente competitivi su più fronti. L’ulteriore segnale del cambiamento che vogliamo dare è anche la scelta del nuovo logo che accompagnerà la SENIOR 2017: il Legionario ben delineato con i nostri colori. Spero che anche questo possa dare un motivo in più a tutto l’ambiente per ripartire con maggiori motivazioni».

Ufficio Stampa Legio XIII Roma

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO