Blitz: Uno snap alla volta

0
502

Coach Daniele Torrente: «L’obiettivo è arrivare sino in fondo»

Daniele Torrente, insieme a Ermes De Bastiani, Marco Nobili e il fratello Ivan, è il fautore dell’accesso ai Playoff del team Blitz dopo un digiuno di quasi dieci anni. Ecco una sua riflessione sulla situazione dei suoi ragazzi e l’analisi del prossimo avversario.
«La stagione è assolutamente positiva, l’obiettivo era riportare i Blitz ai Playoff, e lo abbiamo centrato, nonostante la sconfitta rimediata con gli Hammers all’ultima giornata, ancora complimenti a loro per la bella partita. Sapevamo che c’era tanto lavoro da fare ma i ragazzi sono stati bravi a gestire la pressione e a lavorare duramente, siamo un gruppo giovane, forse uno dei più giovani a livello nazionale, abbiamo bisogno ancora di fare esperienza e imparare a gestire la forma fisica e mentale, anche in questo ci stiamo già muovendo per colmare il gap che abbiamo con le altre squadre, più esperte e fisiche, ma nonostante questo siamo riusciti a mettere giù le nostre idee di gioco e giocare un ottimo football, nel complesso mi ritengo soddisfatto, è un ottima base di partenza per costruire una squadra vincente nei prossimi anni. Ora abbiamo due settimane per recuperare vari infortunati, qualche giocatore fuori condizione e idee da riordinare per preparare al meglio lo scontro con i Cavaliers».
coach Dani
«I Cavaliers sono una squadra tosta, inseriti in uno dei due gironi più complicati a mio avviso, almeno per quello che si è visto in campo, il loro attacco è sicuramente l’anello forte, hanno ottime individualità e un sistema offensivo completo, che gli permette di muovere la palla sia via terra ma soprattutto via aria, con una batteria di ricevitori folta e ben allenata. Il QB Piva sarà sicuramente l’osservato speciale della nostra difesa, anche lui non disdegna la corsa personale in caso di buona copertura del secondario, i 6 TD rush parlano chiari. Dovremo essere bravi a mantenere la pressione sul box e coprire al meglio il campo e i loro ricevitori.
Il loro sistema difensivo è simile al nostro, una difesa capace di portare pressione al box e coprirsi quando è necessario. Cercheremo di colpirli in quello che ci concederanno gestendo la pressione che metteranno e cercando di aprire dei varchi dove fare correre i nostri runner, sarà importante essere il più bilanciati possibili per non dare punti di riferimento alla loro difesa, sicuramente bisogna ritrovare ritmo nel passing game, che belle ultime uscite ha avuto qualche difficoltà di troppo.
Ora ci metteremo al lavoro con lo scouting e cercheremo di mettere in condizioni i ragazzi di giocarsi al meglio le proprie carte, con la consapevolezza che non abbiamo nulla da perdere, ma per come la penso io, quando si arriva ai Playoff, non ci si può più nascondere, l’obbiettivo è e deve essere quello di arrivare sino in fondo, una partita alla volta, un drive alla volta, uno snap alla volta».
Ferruccio Ferry De Bastiani
Foto Archivio Blitz

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO