Crusaders: Domenica esordio contro i legionari a Roma

0
185

Annata importante, tutta da vivere

Come in qualsiasi vigilia che si rispetti, anche in casa Crusaders il tasso di adrenalina che circola nei fisici dei protagonisti è incommensurabile. Tante sono le incognite che la nuova avventura nel campionato a nove giocatori riserva, ma allo stesso tempo c’è una voglia matta di verificare quali sono le reali attitudini del roster rosso argento. Nell’impianto di Monte Claro si vedono tante nuove facce rapite dalla disciplina, ma un po’ di tristezza ha generato l’abbandono di diversi atleti che hanno contrassegnato la storia più o meno recente della franchigia isolana. E’ l’head coach Aldo Palmas che snocciola melanconicamente l’elenco degli ex: Federico Cabras, Alberto Costa, Andrea Lianas, Preet Saini, Andrea Antonino, Andrea Lianas, Emil Nabili, Haithan Falah, Alessandro Ortu, Moupè Desire, Amedeo Toran, Francesco Baldussi e ovviamente il guru Sergio Andrea Meloni.

Il presidente Emanuele Garzia, reduce da una arricchente competizione elettorale, durante la quale inevitabilmente ha dovuto trascurare quella che da quasi trent’anni a questa parte è la sua passione preferita, rivolge un saluto a tutti loro: «Mi dispiace di non vederli più in campo, ma li ringrazio apertamente per tutta la loro disponibilità mostrata in questi anni, sperando che anche in altre forme non facciano mancare il loro supporto alla società. E nel contempo rivolgo un grande in bocca al lupo ad allenatori e giocatori affinché il blasone dei Crusaders abbia un nuovo smalto».

La locandina del match di domenica 3 marzo 2019

Ora c’è da affrontare la prima delle tre trasferte consecutive e la Legio XIII rappresenta una vecchia conoscenza per il club isolano, affrontata per ben 7 volte negli ultimi nove anni. E in tutte le circostanze i crociati si sono sempre imposti con risultati a volte impressionanti, come un 42-00 nel 2012, o un 41 -00 l’anno successivo. L’ultima volta che si sono misurati è stato nel 2015 e in quella occasione il risultato ha iniziato ad avere contorni meno abissali con un onesto 18 – 12.

L’head coach Aldo Palmas resetta tutto e non fa alcun affidamento ai precedenti: “Sarà una gara imprevedibile – dice – dove noi siamo all’esordio con molti rookies e molti neofiti del Football al 9. Loro vengono da una sconfitta, ma a leggere commenti e statistiche hanno sicuramente giocato una buona prima gara. Il clima è buono, c’è tanta grinta in squadra e io non vedo l’ora di essere a Roma”.

Tra i tanti supporters che i Crusaders possono vantare, ci sono anche i pallavolisti del CUS Cagliari Sandalyon che militano nel campionato di serie B. Tra i due club è stato creato un gemellaggio che promette buone cose, soprattutto nell’organizzazione del tifo quando le due squadre giocano in casa.

E tra le tante novità riscontrate ad inizio stagione anche il nuovo sito internet della società che l’esperto Battista Battino (vedere intervista in basso) ha rivoltato come un calzino.

Primo piano di Stefano Murgia

Parola a Stefano Murgia, il senatore

Le defezioni generano mestizia ma i nostalgici della palla ovale possono rimettersi in pace con l’universo quando sanno di poter contare ancora sull’apporto di Matia Pisu e di Stefano Murgia, ormai diventati le bandiere crociate per eccellenza.

E proprio l’inossidabile linebacker è stato chiamato in causa per dare un ulteriore sprono al collettivo.

Si ricomincia dal 9 giocatori, prime impressioni a pochi giorni dal via?

Impressioni positive, non potrebbe essere diverso. Questo campionato lo “sento” particolarmente perché stiamo riniziando un ciclo, un ciclo fatto principalmente di giovani nel campionato più adatto per la loro crescita, lo attendo con ansia, non vedo l’ora…

Come ti stai trovando con i rookies?

Benissimo. La nota più lieta dello scorso anno e dell’inizio di quest’anno. Si sta riformando uno zoccolo duro di “ragazzini”, mancava proprio questo da tempo e son contento che possano avere più spazio.

Metterai lo stesso impegno di sempre o sei deluso per l’adesione al CIF9?

Metterò sempre l’impegno massimo, così come penso di aver sempre fatto. Deluso per il CIF9? No, anzi. Come preferenza personale preferirei giocare ad 11, ma bisogna essere realisti ogni tanto, non fare i conti solo su sé stessi e capire che un passo indietro di campionato in realtà non è un passo indietro, ma sono due avanti di mentalità. Ad inizio anno mi sono esposto molto a favore del CIF9, esclusivamente perché questi giovani che non mancano mai meritano di giocare, di vincere se lo meritano e soprattutto di non fare panca di chi il campo lo vedeva al massimo una volta settimana.

Dove potete arrivare?

Dove possiamo non lo so, ma vorrei arrivare in fondo, più in fondo possibile…

La Legio che squadra è secondo te?

So che è migliorata tanto, sia come gioco che come numero di atleti, ma in realtà degli altri non mi importa un gran che…

Da Jarvis ad Aldo il passo è enorme o ci sono affinità?

Ci sono differenze come affinità, ma non ne voglio parlare e né annoiarvi. So che Aldo farà il massimo per guidare l’attacco a vincere le partite.

Quanti campionati sono con questo in tutto?

Ho perso il conto, gioco dal 2001, sarà la diciannovesima stagione?

L’episodio più curioso che ti sia mai capitato giocando nel campionato a 9?

Diversi, troppi, ma me li tengo per me.

Gli altri senatori del team li stai trovando motivati?

Siamo rimasti pochi “senatori”, tra i vecchietti quelli veri ormai ci siamo solo io e Air Pisu, e se c’è anche lui con me mi sento più sicuro. Senza dimenticare Nepotz, anche lui appartenente al gruppo dei Crusaders stagionati e rientrato da qualche anno nel giro dei sempre presenti. Tra i pochi vecchietti del gruppo cito con piacere anche Francesco Giuliano, un nostro nuovo acquisto già dall’anno scorso, un veterano del football italiano che ci darà una grossa mano.

Poi c’è il secondo ciclo di veterani più giovani al quale appartengono Simone Romellini, Davide Cappai, Bonifacio Ruggiu, Raffo, Marco M., Richi Pili ecc. ed anche loro la pensano allo stesso modo, siamo tutti molto motivati.

Siamo pochi, principalmente nuovi e giovani, cercheremo di arrivare più in fondo possibile, non so quante ne vinceremo, io come sempre punterò a vincerle tutte, ma ci divertiremo.

UN ROOKIE A CASO: SI COMINCIA CON GABRIELE PAULIS

Un classico per il primo approccio alla disciplina: il tam-tam dei compagni di classe. Ed è così che anche il neofita Gabriele Paulis ha potuto familiarizzare con uno sport che poi l’ha coinvolto totalmente. Di seguito una serie di domande e risposte.

Perché ti piace il football americano?

Soprattutto per il clima di fratellanza all’interno della squadra. Appena ho scoperto questo sport mi sono emozionato. Da piccolo sognavo di giocare e non pensavo esistesse in Sardegna.

Farai il linebacker..

Un ruolo molto complesso. Infatti ho un po’ di difficoltà nei movimenti non avendo mai fatto uno sport simile a questo.

Che partita sarà?

Mi aspetto che la mia squadra porti a casa la vittoria e per esaudire questo desiderio mi impegnerò al massimo in campo.

Come ti trovi con Aldo Palmas?

Benissimo

E con il resto del coaching staff

Idem come sopra. Sono sempre tutti disponibili in caso di incomprensioni su qualsiasi qualcosa.

Cosa fai nella vita?

Studio e nel weekend esco con gli amici.

Passatempi?

Giocare al pc.

Al centro Battista Battino tra i sardi Mattana e Meloni in un all star game

Battista Battino e l’amore per la palla ovale che non conosce confini

Un personaggio conosciutissimo in tutto lo stivale e che i Crusaders possono vantarsi di avere a completa disposizione per beneficiare dei suoi molteplici ruoli. Da sempre Battista Battino si occupa di fotografia, internet e soprattutto di geografia italiana del Football Americano il che gli consente di monitorare periodicamente l’evoluzione del movimento attraverso iniziative molto stuzzicanti e sempre apprezzate dallo zoccolo duro di appassionati sparsi nell’intero territorio nazionale. Ultimamente si è adoperato per un’opera di restyling proprio in casa crociata.

Nuova stagione e nuovo sito internet?

Certamente, il sito dei Cru www.crusaders-cagliari.it era obiettivamente “vecchio”, nove anni sul groppone si facevano decisamente sentire. Abbiamo avuto diversi problemi di stabilità e virus.

Urgeva un intervento risoluto.

Insieme alla dirigenza si è presa l’iniziativa di intervenire drasticamente. Con la ristrutturazione completa, aggiornamento all’ultima relise del CMS di gestione e cambio totale del templare: tutto prima dell’inizio del campionato.

Con risultati soddisfacenti ovviamente.

Ora il sito è di nuovo online con le informazioni e le sezioni fondamentali, ma nelle prossime settimane si arricchirà di tutto l’archivio degli articoli dal 2010 a oggi, le fotogallery e altre funzionalità. Un lavoro un po’ di corsa ma molto soddisfacente.

Non rimani mai fermo nell’ambito della disciplina

Anche in questa stagione ci sarà parecchio da fare. Continua il mio impegno grafico con IFL Magazine e con i canali streaming di Seamen TV e Lions TV.

I boatos parlano anche di ulteriori novità

Si, è tutto vero. Collaborerò con uno dei più grossi camp di football italiani (https://www.facebook.com/beastmodeaf/) che ogni anno mette a disposizione dei giocatori italiani alcuni dei coach più importanti del football italiano ed europeo per un weekend intenso ed altamente proficuo. Già lo scorso anno ho seguito la loro comunicazione e l’accordo è stato rinnovato anche per il 2019.

E non finisce qui..

Un’altra bella iniziativa è quella del gruppo facebook dei “Grafici del Football Americano”, nato da circa tre mesi, raccoglie i migliori professionisti del settore che lavorano attivamente per la promozione e comunicazione del football in Italia. Un luogo dove condividere idee, impressioni ed ispirazioni tra noi “fanatici” di grafica & comunicazione.

Cosa bolle ancora in pentola?

In questi giorni ci stiamo organizzando per lanciare una pagina Facebook, pensata per offrire i nostri servizi professionali a tutti i team italiani, sia del football, sia per altri sport. Siamo un gruppo molto eterogeneo, che comprende anche Max Mandas dei Crusaders nel suo ruolo di illustratore, che copre ogni esigenza di una società sportiva: grafici, web designers, videomakers, modellatori 3D.

Ufficio Stampa Crusaders Cagliari

foto Battista Battino e Giulia Congia

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO