Delfini Taranto, trial by fire

0
589

A pochi giorni dell’esordio nel Campionato italiano di football a nove, andiamo a trovare Mimmo De Bartolomeo, General Manager dei Delfini, per farci raccontare come stanno vivendo i rossoblu pugliesi la vigilia di un appuntamento per loro così importante. Debutto tutt’altro che facile quello che attende i tarantini, chiamati ad affrontare domenica un’impegnativa trasferta in casa dei Briganti Napoli.

Ciao Mimmo, benvenuto a te..ed aggiungo che è proprio il caso di dire: “bentornati, Delfini!” Era da tanto tempo che il vostro nome non circolava nel mondo del football che conta…

Dopo esser stati uno dei Team fondatori della Federazione (rappresentiamo infatti una delle sei stelle presenti nel logo FIDAF), abbiamo vissuto un lungo periodo di difficoltà sociali ed economiche che ha profondamente toccato la città di Taranto. Adesso dopo essere ripartiti dal Settore Flag ottenendo buoni risultati, esordiamo con un Team giovane nella III Divisione 2016; sappiamo che c’è attenzione sul nostro piccolo Team e speriamo di essere una piacevole sorpresa…da tempo stiamo cercando di unire sotto i colori Rossoblu tutti i giovani Tarantini; purtroppo perdiamo sistematicamente molti degli atleti che per motivi di studio e lavoro vanno verso le città del centronord.

Parlaci del vostro coaching staff e del vostro sistema di gioco..

Il sottoscritto è HeadCoach (Coach di Livello 3), i giocatori più esperti rivestono le posizioni di Assistant; i giochi che useremo saranno in funzione delle nostre attitudini.

delfini-taranto

Il Campionato di III divisione è un torneo assai competitivo. Con quali aspettative vi preparate ad affrontarlo?

Le squadre con Roster numericamente elevato e qualificato faranno la differenza; personalmente credo che il tutti i Team che abbiano i requisiti per giocare a 11 debbano farlo; questo Campionato “Entry Level” deve essere giocato da chi non può ambire ad altro, anzi tornerei a giocarlo nella Formula Arena, magari senza Special Team così che molte altre squadre con Roster e Budget ridotti potrebbero praticare il nostro meraviglioso Sport…per quanto ci riguarda, il nostro motto sarà “‘giocare, giocare, giocare’..completare la stagione dignitosamente è l’obiettivo del nostro Roster.

La preseason vi ha dato delle discrete indicazioni, ma da questo weekend si comincia a fare davvero sul serio…

Abbiamo disputato un buon scrimmage natalizio a Brindisi, vincendo con i cugini Bucks; adesso ci attende la prima gara del Campionato, ovvero la trasferta a Napoli in casa dei Briganti; sarà un esordio estremamente impegnativo affrontando un Team amico e storico rivale.

Il nostro più grande in bocca al lupo per questa nuova avventura va a te e ai tuoi giovanissimi ragazzi, Mimmo. A te l’ultima parola..cosa vedi nel prossimo futuro del football italiano?…

Il Futuro del Football in Italia dovrà essere necessariamente con l’organizzazione centrale che sia a servizio di società e praticanti accogliendone esperienze ed esigenze e non viceversa; bisogna puntare seriamente sulla propaganda giovanile e scolastica, investendo le risorse per aumentare concretamente la base di appassionati e praticanti; altrimenti saranno solo ricordi i tempi dell’Italia Leader in Europa con Nazionale e Club.

|_

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO