Di nome Leoni, di fatto Campioni!

0
688

I Lions Bergamo sono campioni d’Italia U19!

Questo l’epilogo di una stagione strepitosa che ha vissuto l’ultimo decisivo atto nel week end a Pero dove uno stadio Gianni Brera riempito all’inverosimile ha potuto assistere al  trionfo per 34-0 dei ragazzi di Coach Marossi contro i quotati Lazio Marines.

La partita, giocata su un terreno reso pesante dalla pioggia e dalle 3 finali disputate precedentemente, inizia con i Marines in possesso dello sferoide. Come da copione però la D dei Lions entra subito in partita e restituisce il possesso, dopo un rapido 3&out, a Cuomo e compagni.

E’ proprio il giovane RB bergamasco, rientrato all’ inizio dei PO dopo un lungo stop per infortunio, ad accendere la sfida con una corsa che inizialmente sembra poter regalare “solo” un buon guadagno e che il talento di Valerio trasforma nel primo TD di giornata (8-0).

La D orobica continua a dominare e già prima della chiusura del ¼ di gioco i Lions “raddoppiano” con il secondo TD di giornata di Cuomo.

Il secondo periodo, complice anche un peggioramento delle condizioni atmosferiche vede i due attacchi sbagliare molto, con INT da una parte e dall’ altra. I Lions però, forti del vantaggio gestiscono bene la situazione e grazie a due FG di Testa e alla tripletta dell’ MVP dell’ incontro volano sul 27-0 all’ half-time.

11227379_1140721455939056_6318489875356164910_n

Il secondo tempo inizia con i Lions in attacco decisi ad aumentare il gap. La offense esce da alcune situazioni complicate e porta a termine il drive con il TD di Brambilla (34-0) che polverizza le poche speranze rimaste al team romano. Nel drive successivo i Marines risalgono velocemente il campo e si trovano ad avere 4 chance per varcare la endzone. La D orobica non vuole conoscere ragioni e respinge l’assalto tenendo a zero i propri avversari. Biancolella, alla peggior prova stagionale, fatica a completare e finisce per lanciare 4 INT nella partita condannando i Marines ad una sconfitta netta e senza attenuanti.

Vince il team più forte, quello che ha saputo meglio adattarsi a condizioni difficili senza snaturare il proprio gioco. Onore ai Marines che si sono battuti con orgoglio fino alla fine dimostrando di meritare la finale di Pero.

Dopo l’incidente a Tommy i ragazzi avevano promesso che avrebbero giocato e vinto per lui…

Beh, promessa mantenuta.

Ufficio Stampa Lions Bergamo

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO