Fighting Ducks, il cuore oltre i supplementari

0
202

Pazzesca rimonta e vittoria in overtime sulla Legio XIII

Una partita non adatta ai deboli di cuore quella andata in scena domenica alle 13 all’Arnaldo Fuso di Ciampino. A metterlo in campo il muscolo cardiaco, e non solo (attributi), oltre ogni ostacolo sono stati i ragazzi di Claudio Faccini, capaci di piegare la Legio XIII 56-48 in overtime. Al netto di un touchdown “regalato” dalla crew arbitrale a metà del 2° quarto, è stata una partita che è vissuta sul filo dell’equilibrio nella prima parte, per poi prendere una decisa spinta verso la squadra ospite nella ripresa. Nonostante i tanti infortuni, i giovani Paperi non si sono dati mai per vinti e, anche grazie a una scelta con poco senso degli avversari sul 48-32 (tentativo di trasformazione alla mano, quando un calcio avrebbe messo 3 possessi di distanza tra le squadre), sono riusciti a risalire incredibilmente la china per poi imporsi nel supplementare. Alessio Proietti, responsabile di 336 yard dalla linea di scrimmage e 5 touchdown, è l’assoluto protagonista del match, ma sono stati il sacrificio e la voglia di vincere del gruppo che hanno esaltato il successo.

F.Ducks-Legio-no-3

Dopo un botta e risposta (Barrotta e Falchi) iniziale, i Fighting Ducks si issano sul 18-6 (Barrotta e Proietti) a inizio 2° quarto. La replica della Legio XIII si concretizza con Falchi e poi con un pallone in end zone, mai toccato dai padroni di casa ma non secondo gli arbitri, che permette il sorpasso degli ospiti sul 19-18. Falchi allontana i legionari sul 27-18, ma Barrotta chiude il gap sul 27-26, punteggio con cui si chiude il 1° tempo. Nel 3° quarto la Legio XIII prende in mano la gara, ma non va oltre un touchdown del solito Falchi per il 34-26. L’ultima parte si apre con il +16 ospite grazie a un lancio di Giachino per Iudicone, con gli attacchi che prendono il sopravvento. Alessio Proietti ricuce sul 42-32, quindi a 3′ dal termine è Stampone a portare avanti la Legio 48-32.

F.Ducks-Legio-no-2

Un punto chiuderebbe la contesa portando gli ospiti a tre possessi di vantaggio e invece in campo si cerca di andare alla mano senza successo. I padroni di casa chiudono un 4° e 13 con una scramble di Alessio Proietti che va poi a segno di corsa e serve anche Nati per il -8. L’on side kick permette ai Fighting Ducks di avere ancora palla a disposizione a 1′ e 57” dal termine e un lancio per Benassi, seguito dalla corsa di Alessio Proietti porta all’incredibile 48-48. Gli ospiti non riescono ad arrivare neppure in zona field goal ed è necessario l’overtime. I Fighting Ducks, in attacco per primi, passano attraverso una doppia chiusura di 4° down (Casanova e poi Barrotta) e infine vanno a segno con Pandolfi che riceve per touchdown e conversione alla mano.

F.Ducks-Legio-no-4

I legionari aprono con 11 yard guadagnate da Falchi, poi però vengono contenuti dai padroni di casa che, sull’incompleto di Giachino per Mosca al 4° down, possono festeggiare una vittoria pazzesca.

Non ci sarà tempo per riposare e cullarsi sugli allori, perché domenica prossima saranno di scena a Ciampino i solidi Crusaders Cagliari.

Ufficio Stampa Ducks Lazio

Foto Stefano Scaccia

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO