Finali ed Amicizia

0
584
Mi congedo da voi con questo ultimo editoriale, ringraziando Luca per l’opportunità concessami e tutti voi che avete sopportato le mie disquisizioni per qualche mese. Più che di un editoriale si tratta di una pagina di riflessioni personali che spero non vi annoieranno più di tanto.
Igi
Tra qualche giorno si giocherà il Nine Bowl a Milano nella splendida cornice del Vigorelli; davanti si troveranno la mia squadra CHIEFS Ravenna (intendo “mia” in senso affettivo essendo uno dei suoi coach ed avendoli fondati nel lontano 1984) e quella dei VETERANS Grosseto squadra il cui Presidente, Stefano Busisi, è uno dei miei migliori amici. Dopo aver giocato contro Grosseto nel lontano 1984 (allora si chiamavano Condor) mi sono ritrovato dal 2013 a far parte della squadra Master dei Veterans ricucendo così antiche amicizie e vecchi ricordi di quel periodo fantastico e allacciando rapporti ancora più stretti con i “ragazzacci grossetani”. Tra tre giorni per strano gioco del destino mi ritroverò sulla panchina dei Chiefs a tentare di battere i forti allievi di Stefano e dei miei compagni di squadra; conscio del mio dovere di allenatore si mescoleranno dentro di me tante cose, tanti ricordi lontani e recenti, tante piacevoli sensazioni e qualche paura in più perché questo sport prevede che da due squadre finaliste esca un solo vincitore. Per tanti sembrerà poca cosa, per alcuni addirittura normale, per me non lo sarà perché credo innanzitutto nell’amicizia sportiva, quella vera, quella che ti fa abbracciare sinceramente un vecchio amico anche dopo che ti ha battuto, quella che ti fa ricordare i momenti felici di tanti anni prima con la stessa intensità delle sconfitte o nel rimpianto di chi non c’è più. Il nostro sport è per eccellenza uno sport di squadra: fatto di sudore, impegno e fatica, uno sport che ti obbliga a mettere i tuoi stessi interessi dopo la tua squadra sentendo chi gioca assieme a te come un amico ed un fratello…. venerdì dovrò fare una specie di triplo salto mortale : dovrò mantenere sullo stesso piano i miei sentimenti nei confronti dei miei ragazzi, dei miei amici Ravennati e di quelli Grossetani ! Sinceramente ritengo che nessuna partita per quanto importante sia valga una amicizia e contemporaneamente nessuna amicizia deve compromettere il risultato di una partita importante come questa… speriamo bene. I Veterans in tre anni hanno fatto meraviglie dal punto di vista dei risultati arrivando al loro primo Nine Bowl, in pochissimo tempo, i Chiefs finalmente dopo trentuno anni di esistenza arrivano ad una finale : destini diversissimi per un unico traguardo tanto sognato e tanto ambito. Di una cosa sono certo , vada come vada vinceranno i migliori e con loro i sentimenti veri che il Football ci ha insegnato in tutti questi anni per cui in fondo sono tranquillo. Aspetterò quindi venerdì sera come un rookie aspetta la sua prima partita; sarà un modo per sentirsi ancora giovane….. dentro.
Igi Baldini

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO