“Il football a Palermo è più importante di ogni bandiera”. Alex Fonti ci racconta la preseason degli Sharks

1
1179

Parlare dell’estremo Sud e della difficoltà di fare attecchire la passione per il football Americano in un territorio con tanti problemi di ogni sorta, è come sfondare una porta aperta. Allo stesso tempo, però, è giusto mettere in risalto gli sforzi collettivi che portano determinate persone a fare cose inimmaginabili e a raggiungere traguardi inaspettati. È il caso dei palermitani Sharks che, nonostante tutti gli ostacoli logistici, la carenza di strutture nella realtà in cui vivono, le avversità di carattere pratico e chi più ne ha più ne metta, continuano ad impegnarsi a livello organizzativo, a fare sacrifici personali, fisici ed economici per inseguire quotidianamente il sogno di coltivare una passione senza pari: quella per il pallone lungo un piede. Le parole di Alessandro Fonti, giovanissimo Head Coach dei siciliani, rispecchiano assai efficacemente i valori di chi nutre un amore sincero per questo sport.

Ciao Ale e bentrovato. Come di consueto, all’inizio chiedo sempre ai miei graditi ospiti di fare un passo indietro alla stagione precedente. Raccontaci un po’ cosa è successo in casa Sharks…

“La stagione 2015 è stata per certi versi esattamente quello che ci aspettavamo, e per certi altri decisamente al di sopra delle aspettative. Probabilmente è bene ricordare che il 2015 è stato l’anno di svolta societaria, una rinascita che gli Sharks hanno deciso di intraprendere rifondando la squadra sulle nuove leve, dato il normale turn-over generazionale che prima o poi tutti i team devono sostenere. Avevamo una squadra dove quasi il 70% degli atleti non aveva più di un anno o due di esperienza, con pochissimi veterani e con un coaching staff del tutto nuovo, ed anch’esso giovanissimo. Eppure, nonostante tutto questo, abbiamo ben figurato arrivando ai playoff ed arrendendoci unicamente (non senza combattere) ai più rodati Steelers Terni. Quindi tutto sommato mi sono piaciute veramente tante cose, dalla voglia di fare, alla dedizione dei giocatori, all’impegno degli allenatori e della dirigenza. Cosa non mi è piaciuto non so…probabilmente dei piccoli dettagli dovuti all’inesperienza di quasi tutti nei nuovi ruoli, ma piccolezze”.

sharks-palermo-alessandro-fonti

Con queste premesse ottimistiche, la nuova stagione non può che promettere bene…

“Il 2016 sarà una sorpresa, te lo assicuro. Puntiamo in alto, con umiltà ma con la piena consapevolezza dei nostri mezzi. Ognuno di noi ha maturato qualcosa, e tutto fila liscio dall’inizio della offseason, c’è una enorme voglia di fare, tanta grinta e molta, moltissima organizzazione… e sì, rispetto all’anno scorso l’organico ha guadagnato parecchio, tanti ritorni e tante gradite sorprese. Ci sarà da divertirsi. Consapevoli dell’esperienza dello scorso anno, e consapevoli del potenziale attuale della squadra, gli obiettivi sono alti, inutile negarlo. Ma preferisco procedere per step, il primo e più imminente obiettivo è quello di vincere il girone, cosa che potrebbe essere alla nostra portata per diversi motivi, il resto si vedrà, ma le aspettative sono grandi, ve lo assicuro. Sarà un anno… interessante”.

A proposito di sorprese… novità anche nello staff tecnico?

“Il Coaching Staff, sempre giovanissimo, vede il sottoscritto come Head Coach e Special Team Coordinator, Luca Cusimano come Offensive Coordinator e Andrea De Simone come Defensive Coordinator; tutti e tre ex giocatori che hanno dovuto studiare parecchio per poter dare un valore e la rilevanza che meritano i nostri ruoli. Come preparatori di reparto abbiamo Alessandro Scelta per i Runnigbacks, Cesare Fonti per la Linea d’Attacco, Marco Randisi per i Ricevitori, Paolo Calvanio per i Defensive Backs e Carlo Monte per i Defensive Linemen. Ci ispiriamo a noi stessi…abbiamo studiato molto, moltissimo, ed abbiamo rielaborato alcune teorie offensive e difensive per adattarle all’impronta di gioco che ho deciso di dare alla squadra. Diciamo che il College Football è tenuto d’occhio”.

Come è andata la fase di reclutamento autunnale?

“Per fortuna anche quest’anno il reclutamento ci ha aiutato. È tradizione per gli Sharks poter godere di numerose leve ad inizio anno, anche perché se così non fosse difficilmente potremmo fare un campionato. Purtroppo dalla Sicilia si fugge, tra studio e lavoro perdiamo moltissimi giocatori ogni anno. Oltre a questo, come detto, la squadra ha riaccolto alcuni grandissimi giocatori del calibro di Paride Zappalà, Marco RandisiAldo De Lisi, che in tempi non troppo remoti hanno fatto la storia degli Sharks, e poi chissà, forse avremo altre sorprese, ma non voglio sbilanciarmi. Purtroppo la nostra posizione geografica ci svantaggia parecchio nel trovare squadre con le quali misurarci come test match, ma in autunno abbiamo avuto il piacere di ospitare coach Alexandre De Coninck dei Bruxelles Tigers, squadra della massima divisione Belga, con cui stiamo provando ad organizzare un training camp con test match annesso, vedremo”.

sharks-palermo-2

Dall’altra “parte” della città non tira purtroppo una buona aria (ne approfitto per fare un grande in bocca al lupo a coach Leone ed ai suoi Cardinals per un pronto ritorno al football giocato)…non è che per caso avremo occasione di vedere qualche volto ex-amaranto tra le vostre fila?

“Beh, senza andare troppo lontano..la risposta è sì, i tre ragazzi che ho citato sopra dopotutto l’anno scorso erano nei Cardinals ed hanno ben figurato anche lì. Per gli altri ci tengo a precisare che tra le società Sharks e Cardinals corrono degli ottimi rapporti dentro e fuori il campo e che nessuno da ambo le parti è contento della situazione venutasi a creare in casa amaranto. Noi ovviamente non chiudiamo a nessuno le porte, e sicuramente non speculeremo sulla situazione né ci comporteremo scorrettamente, abbiamo un’etica sportiva molto spiccata e la poniamo sempre al di sopra di ogni giochetto. I ragazzi che hanno chiesto di unirsi al nostro progetto troveranno un gruppo pronto ad accoglierli. Il football a Palermo è più importante di ogni bandiera”.

40 agguerrite squadre iscritte al torneo di quest’anno. Che Campionato sarà?

“Il livello non è più lo stesso di qualche anno fa. Meno soldi fanno sì che sempre più squadre decidano di affrontare un campionato dai costi più contenuti, pur senza perdere nulla dell’organico. Ed a questo si unisce l’ottimo lavoro svolto dalla federazione per formare coach sempre più competenti ed all’avanguardia. Gli avversari di quest’anno…beh, gli Highlanders Catanzaro sono stati un’autentica potenza dello scorso campionato ma anche gli Achei Crotone sono ormai una realtà consolidata. I Sauk Wolves li ho visti solo una volta in campo, da spettatore, ma ho sentito ben parlare di loro e della loro grinta, certamente venderanno cara la pelle, ed anche questa sarà una sfida da godersi. In pole position per la vittoria finale? Gli Steelers dell’ottimo Alessio Limongelli sono certamente tra i più forti della categoria, ma sono curiosissimo di vedere cosa faranno i Rams, finalmente in FIDAF. Occhio anche agli Etruschi, li ho visti giocare e mi piacciono, ed agli Islanders che come noi l’anno scorso sono scesi di categoria”.

sharks-palermo-1

Quali tangibili difficoltà incontra una squadra dell’estremo sud oggi come oggi?

“Gli stessi problemi di sempre. Parli con uno dei protagonisti degli ‘Sharksthlon’… migliaia di km macinati nelle peggiori condizioni possibili ed immaginabili, tante risate, tanto avvilimento… spese folli che credo NESSUNA squadra di terza divisione potrebbe sostenere e, a dirla tutta, non è facile neanche per noi. Ma è così, ci siamo abituati, e ormai consideriamo Roma una trasferta vicina! Comunque questa è la principale ragione per la quale l’obiettivo di vincere il girone è un must irrinunciabile”.

In bocca al lupo, carissimo Alex e grazie come sempre per la tua proverbiale disponibilità..

“Grazie, Luca. Te lo dico sinceramente, perché ci conosciamo da anni e so quello che fai per ognuno di noi e per il movimento. Grazie a te ed a tutti coloro che incontreremo in questa fantastica avventura. Buon Football, ragazzi!”


|_

Foto Ufficio Stampa Sharks Palermo

1 commento

LASCIA UN COMMENTO