Il Girone C è degli Steelers!

0
695

Che la partita di sabato sera in casa dei Minatori Cave non sarebbe stata facile per i Terni Steelers lo si sapeva fin da subito, d’altronde anche se con la certezza di disputare già entrambe i playoff in palio c’era pur sempre il titolo di Campione del Girone C del Campionato Italiano di III Divisione, e questo qualcosa avrà anche voluto dire sul valore delle due squadre.

Poca sorpresa quindi quando il primo drive offensivo dei Ternani viene arginato dalla difesa Cavese e soprattutto quando dopo una serie di ottime corse di Fusani, tra cui una anche di 32 yard che li porta al ridosso della redzone, Calvario riesce a trovare finalmente il varco che porta i Minatori in vantaggio per 7 a 0, grazie anche al calcio di Grossi.

Per la prima volta in questa stagione gli Steelers si ritrovano sotto nel punteggio, ma Ugo Arcangeli dimostra subito di avere pieno controllo dei suoi ragazzi e del suo braccio trovando poche azioni dopo Sutera per 45 yard di TD Pass, ma purtroppo l’eccesso di generosità porta l’OG Zenoni downfield, gli arbitri lo notano e il primo TD in carriera del Siciliano trapiantato in terra umbra viene annullato. I Gialloneri non si perdono d’animo e grazie alla corsa di Almeida e le ricezioni di Cocchi riescono ad arrivare a ridosso dell’Endzone Laziale e da li per il solito Almeida è uno gioco da ragazzi varcare l’Endzone palla alla mano per il pari a quota sette, trasformazioni di Albini, che chiude un primo quarto equilibratissimo.

All’inizio di un decisivo secondo quarto la difesa ternana reagisce come sa fare e si fa perdonare la mètat subita in apertura e dopo un buon primo down trovato con il passaggio di Ilardi per Duca le tre azioni dopo portano solo le 4 yard corse da Fusani, arrestato prontamente da Torelli e la palla puntata da Ilardi torna agli Steelers.
Il grande equilibrio che pervade la partita non è intenzionato a mollare e dopo la seconda corsa da primo down di Varriale il drive si interrompe bruscamente quando Mattogno recupera il fumble generato da un incomprensione a tre tra Arcangeli, Santini e Varriale lasciando il pallone al proprio attacco nei pressi della metà campo, un’occasione ghiottissima per riportarsi in vantaggio.

E’ la svolta della partita, lo schiaffo che fa definitivamente svegliare la truppa di Coach Limongelli che forza subito un three and out, buon ritorno di Almeida, passaggio per Cocchi fino alle 26 Cavesi, e quando per i Minatori sembrava fatta al 4 e 10 Arcangeli pesca un ispirato Dominici per il TD che rompe la partita, 13 a 7 Steelers.
I Gialloneri iniziano a mettere le marce alte e danno l’idea di non volersi voltare indietro da subito, con Baiocco che intercetta Ilardi, peccato per lui che parte troppo avanti e da palla Steelers passiamo a primo down Minatori. Niente panico e 4 azioni dopo Torelli ferma Biello sulla LOS impedendogli di guadagnare le 4 yard necessarie ed è primo down Steelers sulle proprio 36.

Neanche il tempo di cambiare squadre in campo che Varriale si invola in mezzo al campo sfruttando l’ottimo lavoro di Albini e Santini per le 54 yard che portano il risultato sul 19 – 7.

Cave accusa il colpo e il secondo threee and out di giornata lascia palla ai ternani sulle loro 40. Ma se una cosa non manca ai giocatori di Coach Annoscia è sicuramente l’orgoglio e Grieco risponde subito subito con il sack da 9 yard perse su Arcangeli che ridà fiducia ai suoi. Arcangeli non trova ne Cocchi ne tanto meno Sutera nelle due azioni successive fino ad arrivare al 4 down che spacca definitivamente la partita. A tempo praticamente scaduto Arcangeli riceve lo snap fino a puntare in touchback il pallone ma Grieco non riesce a fermarsi in tempo e stende il QB in questo caso prestato Punter. È una penalità che costa 15 yard e soprattutto un primo down automatico a tempo scaduto. Da regolamento il gioco non può finire con una penalità quindi per gli Steelers c’è un’ultima occasione dalle 33 dei Minatori. E quella vecchia volpe di Arcangeli non si fa pregare, dentro Amato prestato dalla difesa e palla lunga per lui che brucia la secondaria avversaria. Albini trasforma con un ottima corsa e all’intervallo la partita è ormai spaccata. 27 a 7.
I Minatori, come già detto però, sono una squadra che non molla davvero mai, e spinti dal numerosissimo e coloratissimo pubblico di casa rientrano in campo carichi come hanno iniziato la partita e imbastiscono un ottimo drive offensivo. Ilardi corre per 20 yard per il primo down, poi si mette in moto Fusani che con 3 corse porta a casa quasi 20 yard e altri due primi down fino a lasciare il compito di prendere le ultime due yard a Rossi che sfonda la stand giallonera per la metà del 27 a 13 facendo esplodere il l’Ariola.
Il terzo quarto si rivela una vera e propria battaglia, le due squadre non ci stanno ed anche se la posta in palio non è massima non mollano un centimetro e prima Ilardi placca Arcangeli separando dal pallano raccolto da Duca, poi sempre lo stesso Ilardi non riesce a scappare dalla grinfie del solito Baiocco che lo placca per il Sack su quarto down che riconsegna palla a Terni e quando dopo due bei passaggi, prima per Cocchi e poi per Sutera, l’attacco ternano sembra aver ritrovato gli spiragli giusti la difesa Cavese stringe le maglie e forza il QB Toscano a 4 incompleti di fila che ridanno palla ai Laziali e portano le squadre all’ultimo quarto di gioco sul punteggio fissato sul 27 a 13.
Con le squadre sempre più stanche e i Ternani con un Roster corto come mai nella loro storia, si inizia l’utlimo e decisivo quarto con Cave fermata sull’ennesimo three and out grazie ai placcaggi di Laoreti e Dominici consegnando palla dopo il ritorno di Giacomo Lattanzi sulle proprie 25.

steelers-selfie

Gli Steelers sentono l’odore del sangue e prima guadagno 10 yard con l’holding difensivo di Grossi sul Almeida e dopo un incompleto per Dominici e una formazione illegale che toglie 5 yard Arcangeli trova ancora Amato, in grande spolvero sui due lati del campo, che salta più in alto di tutti per le 20 yard di TD Pass che chiudono la partita sul 33 a 13.
Con le squadre stanche e ormai il risultato difficilmente discutibile le squadre, sempre con la massima correttezza che ha contraddistinto tutta la partita continuano a darsi battaglia fino al fischio finale dell’arbitro, con gli Steelers che trovano anche il tempo di regalare la prima gioia in carriera, dopo quella annullata ad inizio partita, a Sutera che viene trovato con un lancio interno da Arcangeli per quello che con la conversione alla mano di Dominici è il TD del 41 a 13 finale.

Un bel sabato sera di football, condito dallo spettacolo in tribuna regalato dai tantissimi supporter Cavesi e dai coraggiosi Streellers che negli anni sono sempre stati al seguito dei loro ragazzi, che consegna agli Steelers il quarto titolo divisionale in sei stagioni e manda i Minatori al Wild Card Match del 3-4 Giugno contro gli Achei Crotone, sempre allo Stadio Comunale Ariola, consci che in caso di vittoria, scherzi del destino, il 10 giugno per guadagnarsi un posto nella semifinale del Sud dovranno presentarsi a Terni, per l’ennesimo capitolo di una sfida con gli amici/rivali Steelers che sta diventando sempre più appassionante.

Per gli Steelers tre settimane per recuperare da una regular season intensa e per recuperare i tanti infortunati che si sono aggiunti alla lista negli ultimi mesi, per ricaricare le batterie ed esser pronti ad alzare i giri dal 10 Giugno quando per loro inizieranno i playoff. Minatori o Achei che siano sarà l’inizio un cammino che mai come quest’anno, complice un ranking che li vede numero 1 nazionali e quindi con tutti i playoff da disputarsi fra le mura amiche, li vede tra i favoriti. Un cammino che non sarà sicuramente facile, con 24 squadre sparse per tutta la penisola pronte a dare tutto per togliere la corona ai Palermo Sharks, 24 squadre che pronte a raccogliere i frutti di mesi e mesi di sacrifici. Anche quest’anno Giugno sarà il mese più caldo dell’anno, anche quest’anno significa playoff.

La strada che porta a Vicenza è rovente e lunga come non mai. Trovate un posto e mettetevi comodi, il viaggio è appena iniziato.

Valentino Clementoni
Ufficio Stampa Terni Steelers

Foto copertina di Roberto Pierangeli

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO