Islanders, 50 punti “ae Coeombe”

0
269

53766511_2214210548600949_878562129064493056_o

Partita a senso unico a Favaro contro i Doves (50-0) nel ricordo degli amici Fabio e Carlo. Islanders primi nel girone. Coach Annibale: «Grande prova di concentrazione e concretezza»

Venezia, 10 marzo 2019 – Fabio e Carlo avrebbero giocato esattamente cosi. Concentrati, fisici, determinati per portare a casa la vittoria. E i ragazzi di coach Annibale hanno seguito fin da subito questo modello per portare a casa la seconda vittoria stagionale, con una gara ed un punteggio mai in discussione. L’ attacco, guidato da un Romanato in gran spolvero, va a segno con Annibale ( 3 TD) , Sportillo (2 TD), e il tightend Gobbo, mentre la difesa porta punti a tabellino con un intercetto di Giorgiutti (il secondo in 2 gare) e una safety su punt bolognese. Buono anche il piede di Barbaro (6 trasformazioni su 7) cosi a Favaro finisce 50 a 0 per i buteal, che si portano in testa al girone con due vittorie e zero sconfitte e lanciano la sfida per sabato prossimo (sempre a Favaro) ai Ravens Imola.

53413487_2214208595267811_4554413690392150016_o

La cronaca

Il campo di Favaro luccica nel momento in cui si accendo i riflettori per accogliere le squadre in campo. Sale l’ emozione quando lo speaker annuncia il minuto di silenzio per l’ amico ed ex giocatore veneziano Carlo Basso, scomparso tragicamente ad inizio febbraio. Il ricordo di Carlo si unisce a quello di Fabio Baggio. Cosi, l’ intensita’ emotiva e l’ adrenalina, spingono subito le onde bluteal, che dopo un bel ritorno di Cester, trovano il primo TD di serata con un lancio di Romanato su TE Gobbo che fa’ valere il suo fisico, rompe un placcaggio e si invola in endzone. Calcio di Barbaro buono e 7-0 ISLANDERS dopo neanche due minuti. I Doves subiscono il colpo e non riescono a muovere palla e sono costretti al punt. Gi ISLANDERS affidano l’ ovale a Longo per avvicinarsi alla endzone felsinea e affondano con un bel lancio di Romanato per Dario Annibale. Il punto addizionale di Barbaronon va, ma i tabellino dice 13-0. Bologna non trova gioco e va di nuovo al punt, cosa che si ripete pochi minuti dopo , ma questa volta l’ errore in ricezione veneziana, regala l’ ovale di nuova a Bologna, che tiene vivo il drive, ma la difesa bluteal e’ attenta e “colombe” di nuovo costrette al punt . Nel secondo quarto, errore ISLANDERS sullo snap tra QB e centro e palla recuperata dai Doves. Ma le giocate di Carlo come cornerback negli anni 90, tornano attuali e Giorgiutti, intercettato il lancio bolognese sull’ esterno, si invola sull’ outdi sinistra e va a siglare il 19 a 0 (20 a 0 con il calcio di Barbaro). Di nuovo Bologna prova i giochi di corsa e quando non riesce a guadagnare yards, ci pensano i falli veneziani a mantenerla viva. Anche questa volta nulla di fatto e punt felsineo. Gli ISLANDERS forzano i giochi ma non riescono a trovare ritmo e sono costretti al punt. Toglie le castagne dal fuoco Cester con un intercetto al primo tentativo Doves, che porta palla sulle 30 difensive. Sportillo chiude un quarto down su reverse, poi Longo, magistralmente supportato da Rosada chiude il campo e Romanato pesca in endzone di nuovo Annibale per il 27 a 0 (calcio ok), punteggio con cui finisce il primo tempo perche’ il successivo TD di Longo viene annullato per per un fallo in attacco.

Nel terzo quarto, i Doves ricominciano dalle proprie 15 yards e subiscono immediatamente l’ intercetto del rookie bluteal Michelis che riporta palla sulla meta’ campo. Dopo una corsa di Longo che chiude la difesa bianco-rossa, Romanato trova ancora Annibale in endzone per il 33 a 0. Barbaro va a segno con il calcio e punteggio su 34 a 0. I Doves non riescono a macinare gioco e ridanno palla a Venezia che con Longo (enorme lavoro come fullback di Stefano Rosada) trovano il punto del 41 a 0 con un bel lancio di Romanato per Sportilloabile a far suo un pallone in endzone (calcio buono)

Inizia la “Mercy Rules” con il tempo che scorre ma dove, al contrario, i Doves non riescono a guadagnare campo se non per un paio di falli della difesa bluteal, che tiene vivo il drive bianco-rosso,. Nella successiva azione di toss, giocata dentro le 20 yard difensive veneziane, Bologna commette un fumble, prontamente ricoperto da Santello, che annulla i pericolo e rida’ palla a Romanato. “Roma” non ci pensa due volte e al primo down lancia un lungo pallone per Sportillo, che con un movimento da manuale, riceve e si libera del difensore, involandosi in touchdown con una corsa di 60 yard. Calcio di Barbaro tra i pali e punteggio sul 48-0. Mancano meno di due minuti alla fine e i Doves, ormai frastornati nel gioco, commettono un errore nel punt, regalando , con una safety, altri 2 punti alla difesa bluteal, prima che gli arbitri fischino la fine della gara.

53613560_2214209315267739_2211735654373523456_o

I commenti

“Abbiamo chiesto concentrazione e concretezza ai giocatori e cosi’ e’ stato” – analizza la vittoria l’ Head Coach Annibale – “Una bella prova di maturita’ da parte del team, con un’ ottima difesa, con zero punti subiti e un intercetti riportato in TD, buona la prova dell’ attacco, con Romanato che ha lanciato 6 TD Pass, supportato ottimamente dalla linea offensiva, e ottimo lavoro di Longo nel portare palla e di Rosada come fullback. Complimenti ai Doves che hanno giocato una partita tutto cuore, ma che non e’ bastato per metterci in difficolta’. Ringrazio l’ ottimo lavoro di coach Veratelli e Cabianca in difesa e la gestione in attacco di coach Nardo. La sfida ai Ravens e’ lanciata”.

Matteo Caroncini
Ufficio Stampa Islanders Venezia

foto ufficio stampa Doves Bologna

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO