Islanders: Pronti a scatenare l’onda Blue Teal

0
674

Se il buongiorno si vede dal mattino, possiamo affermare con certezza che anche il Campionato di quest’anno è pronto a raccontarci tante storie appassionanti e a regalarci emozioni e spettacolo. Il Girone H, ad esempio, è partito con due risultati piuttosto sorprendenti, grazie alle brillanti prestazioni di 29ers e Sentinels, capaci di cogliere il successo contro Draghi e Muli e di rendere quindi la lotta per la qualificazione ancora più avvincente. A dover fare il proprio debutto in questo raggruppamento restano solo gli Islanders Venezia di coach Daniele Annibale, pronti a scendere in campo domenica pomeriggio contro gli atleti della provincia di Pordenone. È proprio con il capo allenatore dei lagunari che scambiamo due chiacchiere alla vigilia del loro esordio in questo Campionato.

Ciao Daniele e bentornato. Partiamo innanzitutto dalle novità. Cosa cambia, in questo 2017, all’interno della Famiglia Blue Teal?

«La novità principale del 2017 per gli Islanders sarà il ritorno a Favaro Veneto, nostra sede originaria, che permetterà al nostro pubblico più “fidelizzato” di venire a vedere le partite più comodamente. Per quanto riguarda la parte tecnica, importanti rientri come il DT Carrer, il FS Seno, l’arrivo dai Muli Trieste del OL Tramarin e dai Bengals Brescia del FB De Filippo, il rientro da un lunghissimo infortunio del WR Favaro e l’innesto di alcuni talenti cresciuti nell’academy e farm team, daranno sicuramente solidità ad un gruppo già rodato nello scorso Campionato di III Divisione»

Un gruppo affiatato che potrà contare sul prezioso apporto degli stessi allenatori dello scorso anno, dico bene?

«Si, il coaching staff è stato praticamente confermato in toto, con Diego Mondin (DC) e Andrea Nardo a coordinare la difesa, Stefano Nerozzi in qualità di Offensive Coordinator, Marco Volpi WR coach ed il Sottoscritto HC ed OL coach, con l’innesto di Francesco Sabinot come allenatore per i running back».

29ers e Sentinels hanno già dimostrato sul campo che quest’anno il Girone H può essere davvero uno dei più combattuti e duri dell’intero torneo. Draghi e Muli avranno subito voglia di riscatto. Come vedi la battaglia per la qualificazione in questo raggruppamento?

«Il nostro girone sarà tutto fuorché una passeggiata, i Muli e i Draghi, scesi per problemi di numero di organico e non per demeriti, sono squadre notoriamente fisiche già affrontate più volte in Lenaf…faranno di tutto per provare a vincere il girone, i Sentinels quest’anno hanno ampliato e rinforzato un organico già ottimo e saranno la squadra da battere, i 29ers sono l’outsider da non sottovalutare, organico giovane, ottimo coaching staff, entusiasmo… praticamente una mina vagante. Noi faremo di tutto per arrivare ai play off, nostro primo obiettivo».

Traguardo Nine Bowl. L’anno scorso il nome degli Sharks era sulla bocca di tutti. Quest’anno esiste una vera e propria favorita?

«Vedo in pole position le Aquile ma ce ne sono tante di squadre forti… anche i Sentinels a mio avviso quest’anno possono puntare al titolo».

Bene, Daniele. Grazie per la tua disponibilità e buona fortuna per l’esordio in Campionato.

«Grazie mille… voglio mandare un saluto a tutti coloro i quali, con pochi mezzi ma con grande passione e dedizione, portano avanti questo sport e fanno appassionare tanti giovani a questa disciplina meravigliosa. Buon football a tutti!»

Luca Correnti

Foto Mattia Radoni

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO