Knights: Insieme per scrivere un’altra pagina di storia

0
426

Solo un mese fa, alla fine della regular season, immaginare i Knights in finale di Conference sembrava una pia illusione. I cavalieri venivano da una pesante sconfitta e forse sono stati proprio loro i primi a non crederci fino in fondo. Poi sono arrivati i playoff e dopo un primo turno passato senza troppi scossoni hanno incrociato sulla loro strada una delle squadre più forti del campionato, i Wolverines Piacenza. In una partita tiratissima e dalle mille emozioni i Knights hanno trovato la forza e la volontà di ribaltare il punteggio e di portare a casa una fondamentale vittoria. In quella partita i cavalieri hanno giocato come una squadra, con la determinazione e con il cuore di chi – maggiormente consapevole delle proprie capacità – sente nel profondo di poter faticosamente agguantare la vittoria. La stessa concentrazione e la stessa determinazione si sono viste in campo contro i Rams dove la super difesa dei Knights ha avuto ragione di un altro degli attacchi più forti e prolifici del campionato. Sabato il copione si ripete: di fronte ai cavalieri, lontano dalle mura amiche, ci saranno i Bills, attacco stellare che ha strapazzato praticamente ogni formazione che si è trovato davanti. Che la squadra piemontese sia una delle più quotate pretendenti al titolo (se non la più quotata) è un dato di fatto. C’è da dire che i cavalieri quest’anno hanno ben preformato contro attacchi fortissimi e, in ogni caso, le valutazioni statistiche tendono a saltare quando ci si gioca una finale e motivazioni e tensione sono alle stelle. I Knights partono da Sant’Agata senza i favori dei pronostici sia in virtù dell’incredibile ruolino di marcia dei padroni di casa sia per i due precedenti incontri tra le due squadre quando i Bills, sia nel 2012 che nel 2013, eliminarono ai quarti di Conference proprio i Cavalieri. I Knights si presenteranno dunque a Cavallermaggiore come underdogs ma non per questo intimoriti o sfiduciati e ancor meno appagati dall’aver raggiunto per la prima volta nella loro storia la finale di Conference. Ogni finale, lo sappiamo, fa storia a sè: c’è ancora una pagina da scrivere nella storia dei cavalieri quest’anno e ogni giocatore che indossa la Jersey nero argento è ben deciso a non scrivere, sabato, la parola “Fine”.

Marcello Menegatti
Ufficio stampa Knights Football Sant’Agata

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO