La nuova sfida della Legio XIII Roma

0
488

Manca poco meno di un mese all’inizio del campionato di football americano III Divisione Fidaf e la Legio XIII Roma spinge l’acceleratore per prepararsi al meglio a questa nuova sfida targata 2017. Una scelta difficile quella di retrocedere di una categoria, ma dettata da situazioni valutate a lungo dalla dirigenza già nello scorso mese di settembre: in primis il numero di giocatori a disposizione ed un cambio generazionale obbligato che alla fine ha decretato la scelta. Numerosi ragazzi si sono avvicinati alla realtà sportiva dei legionari e via via c’è stato anche qualche ritorno, ma anche qualche altro abbandono per impegni lavorativi ed infortuni.

Massimo impegno per l’Head Coach Marco Mazzanti, chiamato a ricostruire una franchigia che vanta quindi moltissimi rookies, ma fiducioso che nel football a 9, la sua squadra riuscirà a dire la sua e lo ha già dimostrato nella prima amichevole disputata la scorsa settimana in Toscana contro i Trappers Cecina. Troviamo come sempre a guidare il reparto offensivo Ottorino Campagna – ormai da anni “legionario”, che ha sposato la causa del presidente Giacomo Tancioni – che avrà a disposizione tre quarterback: il giovane Giordano Cuomo, Jacopo Loppini e Hiroshi Mazzanti, passato quest’ultimo già dallo scorso anno, dal reparto difensivo al reparto offensivo per tenere i fili dell’attacco. Le linee offensive e di difesa sono praticamente tutte “facce nuove” e sono arrivate già ad inizio gennaio anche alcuni giocatori con trascorsi in squadre capitoline. Abbiamo detto della prima uscita a Cecina per i legionari e bisogna dire che per quanto visto, la dirigenza si ritiene abbastanza soddisfatta anche se c’è ancora da lavorare molto. Durante lo scrimmage toscano si sono viste ottime cose soprattutto dai nuovi innesti ma anche alcuni errori grossolani, dati dall’inesperienza e, la fortuna è che la prima uscita ufficiale del 2017 è stata posticipata dal calendario a fine febbraio. L’esordio infatti è fissato per il 26 febbraio contro i Crabs Pescara, con loro una doppia sfida, così come sarà contro i Grifoni Perugina, mentre invece, la Legio XIII incrocerà i caschi una sola volta contro Minatori Cave e Steelers Terni.

Gli allenamenti proseguono con intensità ed è salito nel frattempo anche il numero dei giocatori che andranno a costituire il roster ufficiale e sempre aperto il reclutamento, che interessa anche il settore femminile con la formazione in “rosa” delle Legionarie, che sta effettuando allenamenti congiunti con le Dinamiti Cave e di settimana in settimana stanno crescendo sempre più di numero. Le ragazze, affidate a Gianluca Garofalo e Francesco Moro, sono sempre presenti al campo e malgrado siano alla loro prima esperienza nel football americano, hanno già fatto vedere passi da gigante. Soddisfatto anche il direttore sportivo Marco Bozzarini, che inizia a vedere numerose presenze al campo ed un gruppo sempre più coeso e deciso a voler far bene in questa III Divisione che potrebbe sicuramente regalare qualche soddisfazione in più rispetto al recente passato.

Intanto la società ha già fissato un nuovo appuntamento, uno scrimmage contro i Minatori Cave da disputarsi il prossimo 5 febbraio sul campo di Ostia Antica: un test match amichevole contro una diretta rivale del girone per verificare anche i miglioramenti dopo la sfida contro i Trappers e far saggiare ai ragazzi anche quello che potrebbe essere un vero e proprio clima partita prima dell’inizio della stagione regolare. Sicuramente entrambe le franchigie non sveleranno i propri “segreti” ma per la Legio XIII, ormai abituata in questi ultimi anni al football a 11, potersi confrontare contro altre realtà di III Divisione è indubbiamente un test importante.

Ufficio Stampa Legio XIII Roma

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO