Legio XIII: A Perugia in cerca di risultato

0
685

Una vittoria dopo 5 lunghi anni e una sconfitta due settimane fa contro gli Steelers Terni. Si presenta così la squadra di coach Mazzanti quest’oggi a Perugia per disputare un match importante contro i Grifoni. Una partita che alla luce della classifica può valere una stagione e malgrado i risultati non proprio positivi ad oggi ottenuti. Due partite restanti di regular season e due possibilità per poter sperare di centrare l’obiettivo playoff, ma sicuramente la Legio XIII dovrà vendere cara la pelle. Squadra giovane quella dei legionari che ha iniziato quest’anno un nuovo progetto con giocatori alle “prime armi” e che mira ad una crescita collettiva per raggiungere al più presto lo status di franchigia competitiva. A Perugia si va per vincere inutile nascondersi, pur sapendo che gli avversari sono esperti e formazione collaudata con nomi presenti nel football giocato da molti anni e tecnicamente preparati dall’head coach Caligiana. Assenti Sovilla e Tortorici infortunati, ma il gruppo vuole far vedere la sua crescita, vuole scrollarsi di dosso l’etichetta di squadra facile da battere e lo staff tecnico ha apportato modifiche anche agli schemi di gioco. Sicuramente rivedremo alcuni giocatori impegnati nel doppio ruolo perché fare risultato è importante per dare credito a questa prima stagione di “rinascita” e quello che è stato chiesto ai ragazzi è di mantenere la concentrazione dall’inizio alla fine anche in caso di svantaggio. Anche nella partita di andata la Legio XIII era partita bene ma poi un calo fisico generale e l’inesperienza hanno lasciato il passo ai biancorossi che hanno dilagato facilmente. Non esiste emozione oggi ma solo voglia di riscatto e consapevoli di potersi giocare la partita dal primo all’ultimo minuto e pronti ad affrontare avversari che non possono sbagliare, quindi agguerriti e con il vantaggio di giocare davanti al proprio pubblico.

“Lavoriamo da settembre con un gruppo nuovo e molti rookies e non potevamo sperare di vincere tutte le partite, ma siamo consapevoli delle potenzialità dei nostri ragazzi. L’esperienza ci ha penalizzato come ovvio – fiducioso il presidente Giacomo Tancioni – ma adesso è il momento di chiedere ai ragazzi qualcosa in più, un ultimo sforzo, massima concentrazione per disputare una bella partita. Il risultato? Certo la vittoria sarebbe il massimo, ma vogliamo vedere risposte in campo dalla nostra squadra, vogliamo vederli scendere in campo come nei primi due quarti contro Cave. Se riusciranno a restare concentrati dall’inizio alla fine forse potranno tornare a Roma con il sorriso. Staremo a vedere. Perugia per noi è una partita importante per valutare tante cose e quindi forza ragazzi!”.

Ufficio Stampa Legio XIII Roma
Foto Patricia Pace

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO