Legio XIII sconfitta a Cagliari

0
110

CRUSADERS 13 LEGIO XIII 12

Trasferta amara per i giallorossi di Coach V. Bozzarini, in una partita importante per il discorso qualificazione ai playoff, escono dal campo sconfitti per un solo punto: 13 a 12.
Legio che si presenta con il rientrante Centofanti nel backs difensivo e Cacciola in attacco nel gruppo running backs.
Gara molto equilibrata ma condizionata dal forte vento che ha messo in non poche difficoltà il Qb “romano” Giachino.
Legio XIII in vantaggio nel primo quarto con il Field Goal messo a segno da Peccia. Primo e secondo quarto di gioco senza che gli attacchi riescano a mettere a segno un TD. Canzachi, il centro titolare, già in cattive condizioni fisiche per un problema ad un ginocchio, è costretto a non poter rientrare in campo nel secondo tempo.
Nel terzo quarto di nuovo a segno Peccia con un Field Goal la Legio allunga momentaneamente sul 0/6. Ma si sveglia l’attacco Crociato che va a segno con una corsa di Meloni e il calcio viene trasformato, vantaggio dei Sardi 7/6. Così si chiude il terzo quarto. Gara , come detto in totale equilibrio. Verso la metà del quarto quarto va a segno la Legio con una corsa del QB Giachino, ma il calcio non viene trasformato. Passano i minuti e la Offence sarda pesca Pisu che riceve per il TD del sorpasso che regalerà la vittoria ai Crusaders.

Tra le note positive; la crescita della difesa legionaria e che a scontro diretto la Legio è sopra di +2 con i Crociati in una situazione di parità classifica non avulsa.
Migliori in campo per la Legio: in attacco buona prestazione del WR Antonio Mosca , in difesa difesa l’indomabile FS Stefano Leidi e il LB Giuseppe D’Angelo.

Una sconfitta che lascia l’amaro in bocca, certo, ma chi lo avrebbe mai detto un anno fa che il coaching staff Legio XIII sarebbe stato in grado di mettere in campo un team finalmente competitivo, un team che finalmente in campo dice la sua e mette in difficoltà tutti gli avversari.
Innesti importanti, fiducia ai giovani e ai rookie, roster lungo e un nuovo approccio sia negli allenamenti che in partita.
In un girone come questo , molto duro, negli anni scorsi era una continua debacle con punteggi molto pesanti.
Oggi, anche se sconfitti, si guarda al domani con motivazioni molto forti e con ancora con una speranza di qualificazione alla fase successiva di questo campionato.

Infatti ritornando alla situazione classifica, il momentum è il seguente :

Ducks 3-2
Crusaders 3-2
Minatori 2-3
Legio 2-3

Nel caso in cui tutti i team dovessero andare a pari partite vinte e perse (3-3) , paradossalmente per la regola dei punti fatti e subiti nella classifica avulsa, chiunque potrebbe
arrivare primo o ultimo, dipende dai punti fatti e subiti all’interno della classifica avulsa. Le prossime partite, non saranno in contemporanea, sono Crusaders vs Minatori.
Se vincessero i Cagliaritani staccherebbero automaticamente il biglietto per i Playoffs come prima in classifica, se dovessero vincere i Minatori la situazione vedrebbe a pari record in attesa la settimana successiva della partita Legio vs Ducks.

E alla fine, sarà proprio la partita con i Laziali che si deciderà il destino del girone. Un finale di stagione degno di un Trhilling di Hitchcock.

Ufficio Stampa Legio XIII Roma

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO