Mexicans, la prima “Wolta” non si scorda mai

0
800

Domenica 30 Aprile 2017: una giornata indimenticabile, una giornata che rimarrà nella storia della società nero-verde; una giornata che comincia con un mattino di sole, non fosse per il vento freddo sembrerebbe di stare in una spiaggia messicana: assieme alla tramontana il nord porta in provincia di Treviso anche i Giants Bolzano, già incontrati un paio di mesi fa: una squadra forte, completa, giovane e imprevedibile.

I Pederobba Mexicans non sono gli stessi di febbraio, sembrano diversi, sembra che le partite contro Thunders e Celtics abbiano cambiato qualcosa nei nero-verdi, sembra che gli innesti nel coaching staff abbiano scosso le menti dei giovani trevigiani, sembra che il lavoro di questi mesi abbia cominciato a dare i suoi frutti, sembrano essere pronti.

La partita comincia benissimo per la difesa dei Mexicans che forza un fumble sul primo drive dei Giants, per un paio di penalità purtroppo non ha l’effetto sperato, fortunatamente l’azione si conclude con gli alto atesini che puntano, questo sembra proprio essere il mood della gara; comincia infatti una battaglia difensiva di punt e contropunt.

Questo ping pong prosegue fino al secondo quarto, quando, a causa di uno snap troppo alto dei messicani si provoca un safety e i Giants mettono a segno i primi 2 punti della partita.

Mexicans 0
Giants 2

I Mexicans non si lasciano scoraggiare e rispondono subito con una corsa di 43 yard da parte del funambolico Waily Jimenez, seminando il panico nella secondaria rosso-blu. Il dominicano arriva in endzone e permette ai nero-verdi di andare negli spogliatoi con il pieno controllo della gara.

Mexicans 6
Giants 2

Nella seconda parte della gara sembra di rivivere il primo quarto della partita, con le difese che spadroneggiano in campo non permettendo ad entrambi gli attacchi di guadagnare campo, se non per qualche giocata estemporanea.

Nell’ultimo quarto arriva l’allungo messicano, una splendida run del QB Mattia Sabadotto permette ai trevigiani di mettere in cassaforte la gara.

Mexicans 12
Giants 2

Finisce con la difesa dei Mexicans che pur concedendo qualcosina all’attacco bolzanino riesce a non farli entrare in endzone, congelandoli a quei due punti del secondo quarto.

Nella defense nero-verde un giocatore su tutti è stato fondamentale: Elia D’Aloi (LB) mette a segno 3 sack, uno dei quali costringe il QB dei Giants a lasciare il campo, e una decina di tackle, in sostanza il leitmotiv della gara può definirsi: dove c’è il 26 non si passa.

Una partita che per un tifoso di football potrebbe definirsi noiosa, con le difese che monopolizzano il gioco non permettendo agli attacchi di creare spettacolo, ma a Pederobba il clima è sicuramente diverso: al fischio finale del Ref la festa è tutta dei Mexicans, dopo due anni di lavoro, di sacrifici e impegno riescono sul campo a ripagare la fiducia di tutte le persone, istituzioni e aziende che hanno creduto in questo progetto, tanto ambizioso quanto bizzarro.

Finalmente il sogno di una decina di ragazzi poco più che ventenni è diventato realtà: la vittoria con i Giants sarà un punto di partenza, l’inizio di tante gioie per i Pederobba Mexicans.

Grazie per aver avuto fiducia in noi.

Ufficio Stampa Mexicans Pederobba

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO