Minatori Cave: Poker di vittorie e playoff

0
630

I Minatori vincono bene a Pescara accedendo matematicamente ai playoff. Secondo posto nel girone e tanta voglia di sognare.

E’ stata una bellissima partita quella disputata a Pescara contro i Crabs, sabato scorso. Quinta partita per entrambe le squadre, quarta vittoria decisiva per i Minatori, che si sono affermati per 59-16.

Non è facile raccontare una partita basandosi solo sul risultato, perché nonostante questo sia più che netto, le due rivali si sono affrontate a testa alta. 
Il primo TD firmato Minatori arriva a pochi secondi dall’inizio; una piacevole sorpresa che ha subito infiammato il match. Ma i Crabs Pescara reagiscono subito e vanno a riprendersi la parità con una bellissima corsa che spiazza la difesa ospite.

Dopo un momento di stallo, è però la squadra di Cave a vincere e convincere, portandosi a casa vittoria e gloria; e un risultato che fa molto comodo alla classifica.

Sono ben cinque i Minatori che vanno a segno nel corso della partita: il trio delle meraviglie composto da Duca, Rossi e Fusani, il QB e trascinatore Ilardi (che vanta un TD con relativa trasformazione da due punti sempre sulla sua corsa), e addirittura il CB e MVP della Difesa Flavio Pittiglio, che ruba il pallone al volo e si invola verso l’end zone per la gioia di squadra e tifosi.

Notabile anche la difesa dei Minatori, che nonostante un primo tempo titubante (specialmente sui due TD dei Crabs) riesce a ricomporsi e a mantenere la lucidità necessaria a bloccare l’attacco di casa. Una difesa che sa come colpire l’avversario, ne sono da esempio il TD dopo un intercetto di Flavio Pittiglio e la straordinaria performance dei LB Greco, Biello e Frisicaro. Quest’ultimo che vanta due sack, due tackle for loss e 2 fumble ricoperti. I CB Ronci e Pittiglio hanno svolto un buon lavoro di contenimento e dato del filo da torcere per tutto il match.

18319070_1908977202651572_2101696666882448010_o

I Crabs ne escono sconfitti, ma a testa alta. Il primo tempo è stato decisamente migliore per la squadra di casa, che ha comunque fatto del suo meglio per contenere l’avanzata rivale e che ha giocato al massimo per tutto il match. Gli scontri non sono mancati per le due squadre che hanno messo in campo molta fisicità. Senza contare che i Crabs hanno dovuto, per questo match, fare a meno del loro QB Taccone (presente in sideline) e di altri giocatori.

Minatori che riescono a vincere nonostante qualche grande assenza, ma la forza esplosiva del gruppo si dimostra ancora una volta più importante delle grandi individualità che comunque non mancano.

Una partita divertente e avvincente, che ha visto qualche scintilla in campo a fine match, subito smorzata e “affogata” in qualche birra che i giocatori di entrambe le squadre hanno condiviso fuori degli spogliatoi.

Conosciuto anche il risultato del derby tra Steelers e Grifoni (giocato alle nove di sera dello stesso giorno), i Minatori Cave sono dunque -al loro secondo campionato- ai playoff. Una squadra che è partita dal nulla, umilmente e senza presunzioni, ma che ha dimostrato fin da subito di avere cuore e mentalità giusti per competere con squadre ben più affermate. Se la vittoria contro Perugia era stata la spinta per giocarsi il secondo posto nel girone, questa contro Pescara è stata la conferma di un gruppo che lavora e macina punti su punti.

Secondi nel girone C di Terza Divisione con 192 punti all’attivo, i Minatori hanno dimostrato di essere uno degli attacchi più letali di quest’anno. Senza contare il netto miglioramento visto nel reparto difensivo.

La prossima sfida sarà in casa, contro gli Steelers Terni, attualmente al primo posto. Una squadra forte, decisa, per nulla facile da affrontare. Ma tutto è possibile, altrimenti il football non sarebbe lo sport meraviglioso che è.

Le interviste

ALESSIO DUCA (WR, Minatori)

Partita decisiva per i playoff. Ce la racconti brevemente?

Questa era una delle partite piu importanti che ci trovavamo ad affrontare. Era questo il pass per i playoff, e considerando che partecipiamo per il secondno anno nel campionato non è stata una passeggiata. All’inizio eravamo quelli sottovalutati, ma ora ci stiamo facendo notare. Complimenti a tutti i compagni di squadra che danno il cuore ad ogni partita.

Adesso la testa è ai playoff, la prossima sfida contro chi sarà?

Prossima sfida sarà con Terni, in casa. Partita molto dura, comunque ce la metteremo tutta e vedremo cosa ne uscirà fuori.

Rispetto alla partita di andata avete visto dei Crabs diversi?

Siamo entrati un po’ prima in gioco rispetto all’andata, i Crabs sono stati comunque molto tosti e fisici anche in questa partita. Ci hanno dato del filo da torcere, si è dimostrata una grande squadra. Onore ai Crabs e ai Minatori.

Quale pensi sia stata la qualità vincente dei Minatori stasera?

Per me la “tigna” (ndr, qualità tipica del territorio), la caratteristica che ci contraddistingue. Non mollare mai, anche se siamo sotto pressione. Essere uniti ci manda avanti, fino alla fine.

FLAVIO PITTIGLIO (CB, Minatori)

Che attacco hai visto da parte di Pescara?

L’attacco dei Crabs ha giocato molto bene. Ci siamo trovati un po’ in difficoltà anche perché avevano un RB nuovo e

Ci sono state delle assenze pesanti tra i Minatori…

Sì, da noi mancavano due giocatori importanti in attacco, e un po’ la loro mancanza si è sentita ma siamo comunque riusciti a riprendere la partita in mano.

Hai visto una difesa migliore rispetto alle altre partite?

La nostra difesa è rimasta un po’ imbambolata all’inizio, ma ci siamo ripresi dopo il secondo quarto e abbiamo continuato a macinare.

MARC TACCONE (QB, Crabs)

E’ stata una partita entusiasmante…

Dura, soprattutto

Pensi sia stata più fortuna da parte dei Minatori o demerito dei Crabs?

Nessuna delle due. Noi abbiamo giocato al massimo, purtroppo questo è quello che siamo in questo momento. Tra l’altro mi sono fatto male io che sono il QB e sono l’unico della squadra, quindi è dovuto andare un giocatore di linea a farlo quindi in attacco abbiamo patito parecchio. Però siamo soddisfatti perché abbiamo fatto comunque una bella partita, tosta, abbiamo messo in difficoltà per tutto il primo tempo una squadra come i Minatori che comunque è ben allenata, ha delle individualità importanti e quindi onore ai Minatori, mi auguro che ai playoff facciano più strada possibile così da dimostrare che il nostro girone è forse uno dei più difficili della Terza Divisione.

Quale pensi che sarà l’obbiettivo a medio-lungo termine dei Crabs Pescara, ora?

I Crabs devono riorganizzarsi. Dobbiamo tirar su molti giovani che abbiamo in squadra, sedicenni e diciassettenni, e quindi dobbiamo riorganizzarci bene sia fuori che dentro il campo. E questo poi in due-tre anni potrebbe portarci di nuovo ai playoff com’era fino a qualche anno fa.
Chiara D’Ambrosio
Ufficio Stampa Minatori Cave

Foto Patricia Pace

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO