Predatori, a caccia del salto di qualità

0
644

A dimostrazione del fatto che un certo tipo di passing game non si vede soltanto in TV con gli alieni della NFL, nelle università degli States o rimanendo nei nostri confini, in IFL, nonostante l’efficacia e lo spettacolo che ne scaturiscono non siano paragonabili alle realtà appena citate, emozioni e divertimento sono assicurati anche in III Divisione, soprattutto quando vedi giocare squadre come i Preds, votate al sistema di gioco “Air raid”, croce e delizia degli attacchi del football. Gioia per gli occhi se applicato con abilità e competenza, condanna per le stesse offense se utilizzato senza la giusta perizia e la corretta disciplina. Di sicuro una sfida. E quando di sfida si parla, gli Orange della Riviera non si tirano certo indietro. Nelle ultime quattro stagioni il loro cammino si è sempre interrotto al primo turno dei playoff, ma quest’anno, freschi di decimo anniversario dalla fondazione, con un organico rinnovato e composto quasi interamente da giovanissimi atleti, i ragazzi di Chiavari puntano ad un ulteriore, significativo, passo in avanti. Ne parliamo con Danilo Rossi, Head Coach dei Predatori Golfo del Tigullio.

Ciao Danilo e bentrovato. Il 2015 ha sancito in qualche modo la chiusura di un corso per i Preds. Che anno è stato per voi?

“È stata la stagione dei ‘Predatori 2.0’. Si è concluso un ciclo iniziato nel 2006, nostra prima stagione, la Vecchia Guardia poco alla volta si è ritirata (oggi rimangono solo due giocatori di quella squadra) ed abbiamo dunque affrontato il cambio generazionale. Siamo partiti dal grande lavoro svolto dallo staff Junior nel 2014, guidato da coach Conte e coach Malabruzzi ed abbiamo fatto esordire la junior al completo in prima squadra. L’entusiasmo di questi ragazzi, la loro dedizione e desiderio…mi hanno personalmente entusiasmato. Ci siamo concentrati sull’implementazione di un nuovo sistema offensivo, l’Air raid, ma non siamo riusciti a curare in egual misura lo sviluppo tattico della difesa, cosa che poi abbiamo pagato ai play off. Ma ciò è stata una mia scelta personale di priorità, i ragazzi hanno dato tutti il meglio”.

A sinistra Danilo Rossi, in compagnia di Roberto La Rocca
A sinistra Danilo Rossi, in compagnia di Roberto La Rocca

Immagino che il pacchetto allenatori sia interamente confermato…

“Il coaching staff sarà composto da Luciano Conte, Valter Bertolone, Roberto La Rocca, Riccardo Benaglia, Roberto Ravera e Tullio Del Giudice. Uno staff competente, appassionato, che ci permette di seguire al meglio i nostri ragazzi. Anche quest’anno proveremo a sviluppare la filosofia offensiva Air raid, che tante soddisfazioni ci ha regalato l’anno scorso e tante aspettative ci regala per questa stagione”.

Che mi dici della preseason bianco-arancio?

“La fase di reclutamento non è stata così soddisfacente come quella dell’autunno 2014, infatti non siamo riusciti a schierare un junior team in autunno; per questo la società ha già iniziato la campagna di reclutamento per riorganizzare i settori junior e flag, per trovarci pronti a primavera a varare il programma per le giovanili 2016”.

Cosa vedi nell’immediato futuro dei Predatori?

“Fammi indovino che ti farò ricco! È una stagione particolare per noi, è il nostro decennale, tanto entusiasmo in una squadra giovane. Non siamo una squadra fisica, in alcuni reparti siamo un po’ corti, per questo puntiamo tutto su atletismo ed esecuzione. Che stagione sarà?? Sarà la stagione del salto di qualità, comunque finisca, di ciò sono certo; è tempo di raccogliere ciò che abbiamo seminato. Abbiamo un coaching staff competente, giocatori che nonostante la giovane età sia anagrafica che sportiva sono già stati capaci di arrivare alle selezioni Blue Team ed a scalare le statistiche di settore dell’anno scorso. Sta a noi ora capitalizzare tutto ciò”.

predatori-gdt-danilo-rossi

Blitz, Bills, Mastiffs e Pirates vi aspettano in Regular Season. Dal 20 febbraio si aprono le danze..

“Si, il girone è quello classico del Nord Ovest, il nostro Far West. Sarà un gran bel girone, agguerrito, mi aspetto del grande football da parte di tutti. I Bills back in the action, rientra il gruppo andato ai Blacks Rivoli la scorsa stagione, con l’esperienza di un campionato ad 11, la preparazione l’ha curata Paolo Bassi, forse uno dei migliori in questo settore, vedremo l’impronta che darà il nuovo coach USA. Comunque una squadra fisica che gioca al 110% fino ad un minuto dopo il fischio finale. I Pirati affrontano un cambio generazionale anche loro, sono un società molto ben organizzata, un esempio per tutti noi in zona e coach Ferrari saprà di sicuro far dare il meglio ai suoi ragazzi. Il derby delle Due Riviere ormai è un classico e come tutti i derby che si rispettino sfugge ad ogni pronostico, entrano in gioco fattori emotivi che possono predominare quelli tecnici. Anche in casa Blitz ci sono stati cambiamenti a quanto so, il nostro risultato dell’ultima partita di regular season della scorsa stagione è stato immeritato per loro, sono una società che lavora molto bene nei settori giovanili e recruiting, mi aspetto qualche sorpresa ed un incontro combattuto. Infine i Mastiff di coach Pitossi… nelle ultime stagioni sono stati vittime di un sacco di sfortune ed infortuni. Mi auguro di vederla quest’anno tornare tra le protagoniste del girone”.

predatori-gdt-danilo-rossi-3

Mettiamo l’interruttore del Toto-Nine Bowl Mode in posizione “ON”. Giochiamo a fare un pronostico?

“Difficile fare pronostici sensati in III divisione. Troppe le variabili in gioco, da un anno all’altro le squadre cambiano completamente profilo, per flussi migratori di giocatori, per riassetti interni, per cambi di campionato. Quest’anno avremo una società ex IFL, tre retrocesse dalla II Div., una squadra di II div. “congelata” i cui giocatori probabilmente andranno a rinforzare l’altra squadra cittadina. Penso che al Sud sarà un regolamento di conti tra Sharks, Steelers e Briganti, mentre al nord la battaglia finale per l’accesso al Nine Bowl si svolgerà nel Triveneto. Ma anche qui le variabili impazzite nei play off sono imprevedibili, la stessa formula scelta dalla Federazione, che reputo ormai superata e poco adeguata al nostro campionato, può creare delle sorprese. Ma alla fine, per alzare la coppa le devi vincere tutte, che ti scontri con i più forti prima o dopo, sempre vincere devi”.

Bene Danilo. Grazie come sempre per la tua disponibilità. Buon campionato e buon football a tutta la Famiglia Preds. A te l’ultima parola…

“Un suggerimento a tutti gli appassionati del football a 9 e della III divisione: occhio quest’anno al girone E, sarà bello e combattuto e le squadre che andranno ai playoff daranno filo da torcere a chiunque. Un augurio a tutti di una grande stagione 2016; Ed un grande grazie a terzadivisione.com, per darci voce e visibilità, any given Sunday!”

 

|_

 

Foto Predatori GdT official FB Page

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO