Preds sconfitti e scavalcati dai Rams

0
346

Sabato sera, davanti al pubblico di casa, i Predatori incappano nella prestazione più brutta della stagione. Molti gli errori da parte degli orange tigullini, sia in fase offensiva che difensiva, senza nulla togliere alla squadra milanese, capace di ingabbiare l’offense ligure e a sua volta martellare con il proprio attacco, una difesa orange stremata per il troppo tempo passato in campo.

E dire che la partita era cominciata bene, proprio con la difesa ligure sugli scudi a fermare l’attacco milanese sul quarto down nelle 30 yards orange. L’attacco poi, macinando azione dopo azione, si farà gran parte del campo, trovando la corsa vincente di Malabruzzi con successiva trasformazione di Paoletti per il 7 a 0. Un altro drive milanese ben fermato dalla difesa orange fa ben sperare per il proseguo della partita, ma proprio da quel momento cominceranno gli errori in fase offensiva. Errori, poi sfruttati dal cinismo dei Rams che troveranno addirittura il sorpasso con il touchdown su ricezione di Lopez e relativa trasformazione da 2 punti, 7 a 8.

Predatori non ci stanno, e cercano di rialzare subito la testa imbastendo un bel drive con le ricezioni di Rugani e N. Ravera. Sarà poi il solito Spiaggi con un fly a ricevere il pallone per il secondo touchdown dei Predatori. La trasformazione sarà bloccata, 13 a 8.

Ma la squadra ospite non si fa scoraggiare, e trovando gli aggiustamenti adatti si rifà di nuovo sotto grazie alla corsa dell’ottimo Mancini, migliore in campo sicuramente. La trasformazione sarà bloccata e risultato sul 13 a 14, con cui si andrà all’intervallo.

D-vs-Rams

Nel secondo tempo ricevono i Predatori, ma gli errori in fase offensiva si faranno via via più pesanti, dando di nuovo palla alla squadra milanese che invece viaggia con più concretezza e disciplina. Sarà Busnach a ricevere in endzone per un altro touchdown della squadra ospite, con relativa trasformazione da 2 punti per il 13 a 22.

La reazione della squadra di casa non si fa però attendere, con la ricezione vincente di Rugani. I Predatori tentano la trasformazione da 2 punti con una corsa che viene però fermata prima della linea di meta. 19 a 22.

Le speranze dei Predatori, si spengono sul drive successivo degli ospiti che con il loro gioco martellante in attacco cercano di far scorrere il tempo, senza però rinunciare ad un’altra segnatura ad opera sempre di Mancini su corsa, trasformata da 2 punti per il 19 a 30 finale. L’attacco ligure avrà a disposizione ancora un possesso che però risulterà infruttuoso.

Ora sarà tempo di review dei filmati e di autocritica. Contro i Rams si sono rivisti gli errori di esecuzione e concentrazione che avevano caratterizzato la partita che ci vedeva opposti ai Lancieri Novara. Bisogna fare comunque i complimenti alla squadra milanese, capace di tenere alta l’asticella per tutto il corso della partita senza lasciare mai indietro nulla, guidata ottimamente dal coaching staff. Ora, avendo affrontato i Rams in una partita secca, le cose si complicheranno e non poco per il proseguo del campionato. La squadra milanese occupa infatti la testa del girone che ci vede secondi dietro di loro. Non potremo più permetterci passi falsi e avremo bisogno di risultati favorevoli per vedere nuovamente nostra la testa del girone. Ci sarà una lunghissima pausa ora per noi e torneremo in campo tra un mese, il 28 Aprile a Novara, contro quei Lancieri che saranno un’importante banco di prova per noi, avendoci messo in difficoltà già nella partita di andata.

Ufficio Stampa Predatori Golfo del Tigullio

foto Giusy Io

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO