Raduno Nazionale U19 maschile

0
757

Il 19 febbraio, a Bologna, ripartono le attività della Nazionale U19, sotto la guida di coach Borchini.

Terminata la fase “burocratica” ed elettiva, ripartono le attività sul campo anche per le nostre squadre nazionali.

Si comincia il 19 febbraio con il primo raduno della Nazionale U19 maschile a Bologna (Centro Sportivo Dozza): sono ben 115 gli atleti convocati da coach Paolo Borchini, cui si aggiungeranno i membri del parzialmente rinnovato staff tecnico: Eugenio Meini (General Manager), Paolo Ambrosetti (Team Manager), Antonella Tuzzolino (Segreteria Naz. Junior), Francesco Sclafani, Ivano Ronco, Luciano Conte, Alberto Malabruzzi (Off. Assistant), Mauro Solmi, Pietro Marotta, Antonino Mangiafico (Def. Assistant), Carlo Alberto Augusti (Medico), Nicolò Spinelli (fisioterapista). Per la logistica, lo staff è composto da Leonardo Lombardi, Giovanni Adamo, Paolo Rondelli, Diego Sandré e Luis Carnaroli, mentre la responsabilità delle immagini video e fotografiche è affidata a Luca Rocchetti e Andrea Gaia.

Nazionale U19

Si ricomincia a lavorare, quindi, per costruire quella che sarà la Nazionale U19 cui spetterà l’onere e l’onore di difendere i colori azzurri ai prossimi Campionati Europei di categoria, previsti (salvo variazioni) proprio la prossima estate, in Francia. Nelle parole del GM, Eugenio Meini, i ringraziamenti e l’augurio di buon lavoro a tutto lo staff:

«Desidero innanzitutto ringraziare, con grande stima ed affetto, il mio predecessore, il Consigliere Manfredi Leone, che ha lavorato in questi anni in maniera egregia, favorendo lo sviluppo del settore giovanile nazionale che, grazie alle sue competenze, è migliorato nell’organizzazione e nella struttura. Sarà per me una grande responsabilità e spero di essere all’altezza nel portarlo avanti in maniera proficua ed efficiente in questo quadriennio. Sono certo che solamente con un efficace lavoro di squadra che coinvolga tutte le componenti dello staff, rispettando ruoli e mansioni, si possa ulteriormente migliorare il lavoro fin qui egregiamente svolto. Dal prossimo raduno a Bologna, il primo del nuovo quadriennio, cominceremo a gettare le basi del futuro di questo movimento e della Federazione, visionando oltre che i giocatori già convocati in passato, anche i nuovi prospetti del football americano in Italia, ovviamente senza perdere di vista il primo obiettivo della stagione, che è la conquista della qualificazione per il Campionato Europeo di categoria della prossima estate. Nell’attesa di incontrarli a Bologna, non mi resta che augurare un buon lavoro a tutto il mio staff…Go Blue!»

Ufficio Stampa Fidaf

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO