Super-Sentinels!

0
655

L’avvio del Campionato di III Divisione regala subito emozioni forti. Nelle sfide del Sabato successi casalinghi per Sentinels, Grifoni e Predatori del Golfo.

Non necessariamente una sorpresa, e il seguito del torneo ce ne darà eventuale conferma, l’affermazione dei Sentinels sui Muli Trieste. Di Mattia Mattiussi e Francesco Brandolin, entrambi su pass, le marcature per gli isontini che fanno subito la voce grossa all’interno del Girone H. Finisce 14 a 0 per i padroni di casa.

sen-mul

Anche se privi del loro leader, il forte ed esperto quarterback Francesco Freddini, i Grifoni non ci mettono molto a prendere le misure ai Crabs. I perugini vanno a segno con Arcilesi e due volte con Bietta nella prima frazione di gara ed affondano i colpi nel secondo tempo, con una corsa di Bartoccioni e con un punt bloccato dalla difesa e portato in touchdown da Jim Nimskov. Il calcio di Ottaviani chiude lo score sul definitivo 31 a 0.

Paolo Domenicone [Crabs]: «Penso di aver fatto una buona prestazione in difesa, ma una prestazione sottotono in attacco, però si può sempre fare meglio. Credo che i Grifoni Perugia siano una grande squadra e lo hanno già fatto vedere l’anno scorso (da sottolineare l’assenza del Qb titolare Freddini). Comunque nonostante tutto la difesa non ha giocato male e l’attacco deve migliorare, ora però testa ai futuri allenamenti e ai Minatori Cave».

Stefano Caligiana [Grifoni]: «Scoprire ad un’ora dalla partita che il nostro QB e miglior giocatore Francesco Freddini non puà scendere in campo a causa di un forte attacco influenzale non è la maniera migliore di iniziare il campionato; ma ai Grifoni le cose facili non piacciono…Coach Joe Natale sceglie (San) Daniele Bietta per guidare l’attacco, il forte Rb si mette a disposizione con umiltà e disciplina e coadiuvato da tutto il reparto tira fuori una prestazione da incorniciare. La difesa (una prestazione da incorniciare) si è fatta carico di bloccare l’attacco dei Crabs guidato dal giovane Qb e dal wr Domenicone; grande lavoro della D-line perugina ottimamente preparata da Coach Maurizio Gaggini, che insieme a me e agli esperti players Tortorici, Valigi e Tortoioli, sta facendo crescere il reparto e i giocatori più giovani; menzione di merito per il rientro dello storico D-Captain Alessio Ponsini. I  Miei complimenti e tutto il mio rispetto ai Crabs…squadra giovane, coraggiosa e mai doma, nonostante il risultato, in bocca al lupo per il prosieguo del campionato».

Domenico De Luca [Crabs]: «La presentazione di tutti noi è stata incoraggiante, purtroppo non eravamo abituati, almeno non tutti, al clima partita e nei primi due quarti abbiamo davvero patito gli avversari sia dal punto fisico che da quello psicologico. Poi dopo l’halftime abbiamo giocato con più calma e fiducia in noi stessi e abbiamo fatto vedere alcune giocate importanti ed incoraggianti soprattutto in difesa dove abbiamo creato diversi turnover. Vorrei complimentarmi con i nostri avversari, i Grifoni Perugia, che sono stati per tutto il corso della partita una squadra solida e talentuosa. Per concludere ritengo che questa partita ci sia stata utile e penso che dalla prossima partita saremo più competitivi».

grf-cra

A Chiavari la segnatura di Petrucci illude i White Tigers che si lasciano prima acciuffare dal TD di Federico Spiaggi ed in seguito superare grazie alla premiata ditta Ravera (a segno il WR Nicholas su passaggio del QB Giacomo). Prima dell’halftime i Predatori dilagano con Alberto Malabruzzi ed ancora con Spiaggi, innescato sempre dal forte quarterback Orange. Secondo tempo in discesa per i padroni di casa che controllano il cronometro e mettono ancora punti sul tabellone (Spiaggi). Reazione d’orgoglio per i massesi (TD di Panzera), ma i Preds tengono e chiudono sul 41 a 13, dopo il touchdown su un bell’intercetto di Solari.

pre-whi

Giacomo Vannacci [Predatori]: «La prima partita è sempre un po’ un’incognita, c’è la “ruggine” dopo mesi di preparazione e in campo si è vista. È stata una bella gara…abbiamo iniziato un po’ con la retromarcia in difesa..grazie all’ottima corsa centrale dei White Tigers. Un po’ di assestamenti e siamo riusciti a contenere il loro attacco e a fare 3 turnover. La nostra offense è stata come sempre un rullo compressore. Tanti auguri ai Tigers per la stagione».

Matteo Lelli [White Tigers]: «Nonostante il risultato, è stata veramente una bella partita, che ci ha dato conferma della nostra crescita ma ci ha anche fatto capire quanto ancora dobbiamo lavorare…i Predatori sono una grande squadra, sempre corretta e ben organizzata, sicuramente confermerà le prestazioni dell’anno passato. Ora penseremo ai nostri errori ed alla prossima partita graffieremo più forte di prima!»

Mattia Agostinis [Sentinels]: «I primi due quarti son stati tiratissimi, tutte e due le squadre si sono studiate…poi è venuto fuori il nostro orgoglio e abbiamo iniziato a giocare… Non una delle nostre migliori partite, ma abbiamo tempo per migliorare in vista di un altro match tosto contro Venezia».

16833499_10210796804268220_479451312_o
Gli isontini festeggiano a fine gara, in uno degli scatti fotografici che ormai i gialloverdi sono soliti chiamare “Selfienels”

Riccardo Munzone [Sentinels]: «Partita dura per noi, contro una squadra blasonata e forte sia fisicamente sia tecnicamente. Nel primo tempo la nostra offense ha avuto qualche difficoltà dettate dalle buone coperture dei Muli sui lanci, mentre la defense ha dovuto adattarsi al loro gioco di corsa. Nel secondo tempo i Sentinels sono venuti fuori con cuore, grinta e determinazione riuscendo soprattutto con il gioco aereo ma anche con una D molto attenta a portare a casa questa vittoria, che diventa per noi un ottimo trampolino per il prosieguo della stagione».

 

Luca Correnti

Foto copertina di Max Ros

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO