Thunders, finale in crescendo

0
669

Finisce, con una roboante vittoria sui Celtics Dolomiti per 56 a 6, la regular season dei Thunders Trento che ben saldi in testa al loro girone pensano già ai playoff del campionato italiano di football americano a 9.

Sabato sera infatti in quel di Feltre si è disputata la partita in trasferta della forte compagine trentina che seppur con qualche defezione dovuta ad infortuni si è presentata molto quadrata all’appuntamento che termina la stagione regolare.

Iniziano in attacco i Lupi feltrini che già col primo drive prendono di sorpresa la difesa gialloblu’ e si posizionano a ridosso della end zone trentina attraverso un discreto kick off return e due lanci del qb feltrino per i propri ricevitori, fortunatamente la difesa dei thunders si riprende subito stoppando anche un field goal dopo aver costretto i Celtics a tentarlo al quarto down.

La situazione si ribalta e sale sugli scudi la offense trentina che concretizza subito il primo e lungo drive con un touchdown su corsa, trasformazione da due punti a segno Celtics 0 – Thunders 8.

Verso la fine del primo quarto la defense trentina stenta ancora a carburare e complice un bel lancio di 30 yards del solito qb feltrino sul proprio ricevitore porta la propria squadra ancora a ridosso della end zone gialloblu’ che nel down successivo viene violata da una corsa dei padroni di casa e fortunatamente la meta non viene trasformata Celtics 6 – Thunders 8.

A questo punto è pronta la reazione dei trentini che incominciano in difesa a prendere le misure e in attacco a macinare terreno attraverso un game plan vario ed efficace.

Le buonissime chiamate dell’offensive coordinator dei gialloblù Andrea Ventura portano molta varietà agli schemi trentini che vengono applicati perfettamente dai giocatori. In evidenza i rb Falai, Ratib e il fullback Marinelli autori di tutti i touchdown della serata che, attraverso la regia del qb trentino Simone Centonze e i buoni blocchi della linea d’attacco, mettono punti sullo score con corse funamboliche , bellissime ricezioni e trasformazioni da due punti. Altresì le chiamate puntuali del defensive coordinator Christian Costanzo e una prestazione corale in difesa bloccano i numerosi ma vani tentativi degli avversari mettendo in sicurezza tutto quanto prodotto in attacco e chiudendo lo score sul 56 a 6 finale per i Thunders.

Soddisfatto ma prudente l’Head Coach Fabrizio Mariotti che elogia i propri giocatori per quanto fatto fin ora ma che è consapevole che i playoff sono un altro campionato con squadre di tutt’altro blasone le quali dovranno essere affrontate con mentalità vincente e senza il minimo errore.

In attesa dei quarti di conference, la squadra del presidente Mario Vincenzo ora avrà minimo due settimane di tempo per recuperare eventuali infortuni e lavorare duramente cercando di migliorare nel dettaglio dove possibile e presentarsi alla fase finale del campionato agguerriti e concentrati per portarsi ancora una volta fra le migliori compagini del campionato italiano.

Ufficio stampa Thunders Trento

Foto archivio Lorenzo Cazzanelli

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO