Trappers: Il cammino è ancora lungo, ma la strada è quella giusta

0
375

Cecina supera Grosseto 52 a 0

Huddle-finale-alla-presenza-del-Presidente-Pierluigi-Tarchi

Confermarsi. Ecco l’obbiettivo con il quale sono scesi in campo i Trappers Cecina domenica scorsa contro i Veterans Grosseto. Ripartire dall’ottimo primo tempo giocato contro i West Coast Raiders appena sette giorni prima, dimenticandosi dei due quarti che avevano rischiato di far sfumare la vittoria dalle mani dei ragazzi di coach Limongelli.

Alessio Limongelli, Head Coach dei Trappers Cecina
Alessio Limongelli, Head Coach dei Trappers Cecina

I numerosi tifosi giunti all’Athos Martellacci di San Pietro in Palazzi – Cecina – richiamati anche dall’importante vittoria contro i Raiders, si sono goduti una giornata che aveva tutti i crismi della primavera. In programmazione c’è il derby della bassa toscana tra i padroni di casa ed i grossetani. La sfida nascondeva numerosi rischi, primo su tutti il fatto che gli avversari avevano avuto modo di studiare la squadra di casa nella partita precedente mentre i Veterans erano al loro esordio ufficiale in campo. Inoltre alcuni malanni di stagione hanno rischiato di decimare reparto dei ricevitori con Fabrizio Gentile che fa gli straordinari presentandosi in campo febbricitante.

Il pubblico presente all'Athos Martellacci di Cecina
Il pubblico presente all’Athos Martellacci di Cecina

La partita vede fin da subito un predominio dei Trappers, che verrà confermato anche dal punteggio finale. Ad un primo drive infruttifero dei Vets, rispondono i rossoblu che vanno al calcio per i primi tre punti di Zazzeri. La gara prende subito la piega voluta dal coaching staff cecinese e segnano in sequenza Fabrizio Gentile e Cannatella. Degna di nota la segnatura di Mannucci, Linebacker, che intercetta e corre per 98 yards fino al touchdown.

Il primo tempo si chiude con il punteggio di 36 a 0. Nella seconda frazione però, a differenza di quanto successo con i Raiders, i cecinesi non mollano. La difesa, con un Sabbatini super autore di 4 placcaggi, due assist e due sack, lascia gli ospiti senza punti sul tabellone; l’attacco macina yards e segna ancora con i fratelli Gentile, prima Vittorio e poi Fabrizio, che fissano il punteggio sul 52 a 0.

INT-e-RET-di-Mannucci-in-Touch-Down

Il punteggio finale, però, non deve ingannare. Il lavoro da fare per gli uomini di Limongelli è ancora molto. L’obiettivo playoff è assolutamente alla portata ma le sbavature viste nelle prime due gare di regular season dovranno essere inevitabilmente rimediate.

A tal proposito la sosta offerta dal calendario, con la prossima partita a Grosseto il 31 Marzo, concede ai Trappers di lavorare per migliorare gli aspetti che hanno funzionato meno. Le prossime tre settimane serviranno al team per mettere benzina nelle gambe e prepararsi alle ulteriori sfide di Aprile e Maggio contro i Raiders ed i Sirbons Cagliari, che esordiranno il 24 marzo in campionato contro i Veterans. Mantenere la leadership nel girone è fondamentale anche perché garantirebbe la possibilità di giocare i playoff tra le mura amiche.

Ufficio stampa Trappers Cecina

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO