UraGunners!

0
1358

Ferrara cade sotto i colpi di una scatenata Vicenza

I Rams tornano al successo. Pronto riscatto per Minatori, Broncos-Titans e Muli. Esordio con vittoria per Napoli, Livorno e Verona. Per i Crabs è notte fonda. Gli Uragani vicentini spazzano via le Aquile.

Dopo lo stop coi Lancieri, i Rams tornano a sorridere grazie alla vittoria casalinga contro i Blitz. La prova dei gialloblu è generosa, ma gli arieti meneghini affondano i colpi grazie alle efficaci corse di Mancini e ad una buona prova corale di tutto il reparto offensivo. 39 a 12 il finale in favore dei biancoverdi.

La riscossa dei Muli non si è fatta attendere. Tra le mura amiche i triestini regolano con un netto 28 a 0 i Draghi Udine. I punti messi a tabellone da Massaria, Poropat e Polla mettono al sicuro un match che già nel primo tempo i padroni di casa erano riusciti agevolmente a controllare.

Esordio felice dei Briganti Napoli che espugnano il terreno di gioco dei Navy Seals. Una segnatura per tempo (di Bauduin con un ritorno di intercetto e di Conti, innescato da Schmutz) ed i partenopei riescono a fare bottino pieno, condannando così i pugliesi alla terza sconfitta stagionale (0-12).

Partita equilibrata quella alla quale danno vita i Redskins ed il farm team dei Giants Bolzano. Quando finalmente è il solito Giacomelli a sbloccarla, i giovani altoatesini accarezzano la possibilità del colpaccio, ma la pronta reazione dei padroni di casa si concretizza nell’ultimo quarto in una grande rimonta che porta i veronesi prima al pareggio e poi avanti di una lunghezza. Termina 13 a 6 per i pellerossa veneti.

Una bella rivincita se la prendono anche i Broncos Titans che, davanti al proprio pubblico, battezzano il debutto dei bolognesi Doves infliggendo loro una netta sconfitta. Gagliarda prova quella dei padroni di casa, tutta testa e cuore, per un gruppo che aveva bisogno di risollevare le proprie sorti dopo un esordio in campionato un po’ traumatico. Finisce 26 a 6 per i biancorossoazzurri.

La resistenza dei Trappers allo strapotere degli Etruschi dura un po’ più del previsto, ma quando gli oro amaranto ingranano la giusta marcia, vanno via di slancio. Le giocate del trio Tamberi-Bardini-Campora portano ripetutamente i livornesi a bersaglio. Impossibile per gli ospiti tentare di imbastire una rimonta, finisce con un ampio 38 a 0 per i ragazzi fi coach Mertoli.

Nel match contro le Aquile, il bello ed il cattivo tempo lo fanno solo i padroni di casa biancorossoneri. Gli Hurricanes chiudono in vantaggio il primo tempo grazie alle marcature di Veluscek su ritorno di intercetto e Tacchini, ben servito da Nardon). Quando, nella seconda frazione di gara, è il solito Mingozzi ad accorciare le distanze, sembra che il match possa essere combattuto alla pari. Invece tocca ancora a Veluscek, con un kickoff return da 72 yds, ristabilire le distanze. Il finale è tutto per Vicenza, che dilaga grazie ai touchdown di Krusely e di Berriosfegueroa, che viola per ben due volte la end zone avversaria. 41 a 6 il pesante passivo incassato dagli estensi.

A Cave, i Minatori si impongono sui Crabs con un tondo ed altisonante 50 a 0. Per i granchi abruzzesi, in situazione d’emergenza in alcuni ruoli chiave, si tratta già della seconda batosta dopo l’esordio infelice in quel di Perugia. Gli uomini della offense dei Miners colpiscono inesorabilmente e non lasciano scampo ai pescaresi. Dopo la sconfitta patita sul campo degli Steelers, i padroni di casa laziali trovano un riscatto importante per morale e classifica.

I commenti dei protagonisti:

Leonardo Tisma [Giants]: «I ragazzi sono stati protagonisti di un’ottima partita e fino al terzo quarto, in cui eravamo in vantaggio 6-0, siamo riusciti a contenere bene il loro attacco ma purtroppo diversi infortuni ci hanno messo fuori quattro titolari…e nonostante tutto loro ci hanno segnato con un intercetto e poi grazie ad un ritorno di punt si sono avvicinati alla linea di meta per la seconda segnatura. Sono molto soddisfatto di come si sono comportati i ragazzi, vediamo di recuperare per la prossima».

Marco Papa [RB, Aquile]: «Abbiamo preso questo match sottogamba».

Nicola Veluscek [FS, Hurricanes]: «Match combattuto fin dall’inizio. Siamo riusciti ad imporre il nostro gioco dal secondo quarto grazie ad una superiorità tecnica e fisica. Abbiamo commesso qualche errore sia in attacco che in difesa ma siamo poi riusciti ad arginarli e a far girare il gioco nostro favore. È stata una bella partita, complimenti a tutta la squadra! dobbiamo rimanere concentrati per mantenere la testa del girone».

Paolo Nardon [QB, Hurricanes]: «È stata una partita bellissima. Battere la squadra che a detta di tutti è la favorita è una soddisfazione enorme. La nostra difesa non ha concesso nulla e l’attacco, nonostante qualche errore di troppo, ha giocato bene. Onore al nostro Nicola Velushek che ha fatto tre-quattro azioni incredibili! Grande prestazione, ora pensiamo ai Doves. Go ‘Canes!»

Manuel Capomagi [QB, Broncos Titans]: «Una bella partita. Per loro era l’esordio, noi avevamo fame di rivalsa dopo il disastro della prima. Benissimo in difesa dove siamo riusciti a mettere pressione per tutta la gara. In attacco siamo stati un po’ “Dr. Jekyll e Mr. Hyde”: siamo partiti forte e in fiducia nel primo tempo, nel secondo ci siamo lasciati prendere dalla foga peccando in attenzione. Dobbiamo lavorare in vista dei prossimi impegni per acquistare esperienza. Complimenti ai Doves, comunque, una squadra molto giovane ma già con ottime individualità».

Carlo Pirazzini [DE, Broncos Titans]: «Abbiamo lavorato tre settimane con molta intensità e abbiamo portato in campo il nostro cuore e la nostra testa. Ci servivano entrambe per risalire. Bella partita, con una difesa davvero di fuoco. Bravi tutti i ragazzi del reparto in cui gioco. Grande attacco nel primo tempo, il lavoro certosino paga. Ora ci aspetta una nuova sfida e molto lavoro».

Luca Correnti

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO