Warriors: Ecco i playoff, è l’ora della verità

0
560

Iniziano i playoff ed entrambe le formazioni bianco/blu ne sono coinvolte.
Già di per sé questo rappresenterebbe un successo, ma è ancora insufficiente rispetto ai desideri dei ragazzi.

Hanno lavorato duro e gli allenatori pretendono ancora di più. L’ambiente guerriero è caldissimo e solo chi lo frequenta dall’interno ne può percepire il feeling.

Tra la preoccupazione di un incontro “vivi o muori” e una concreta convinzione che la strada non si debba concludere in questo weekend, i Warriors hanno lavorato sempre, nella terra e nel fango, con la temperatura quasi a zero e la nebbia che ha complicato un po’ la partecipazione di alcuni ragazzi. Ma la posta in gioco è troppo alta ed ognuno vuole assolutamente continuare il campionato.

Gli under 16 saranno impegnati sul proprio terreno (Alfheim Field di via degli Orti) sabato alle ore 17 ancora contro i Guelfi Firenze, incontrati e battuti già due volte durante la regular season, ma significamente rinforzati nelle ultime settimane grazie all’arrivo di ragazzi provenienti da altre formazioni toscane.

La formula un po’ anacronistica del torneo nazionale ha penalizzato oltre ogni limite i Warriors che si sono trovati, unici a punteggio pieno, a dove disputare i quarti di finale, mentre Torino e Varese sono passati automaticamente alle semifinali. Nella sfortuna, comunque, si deve creare lo spirito guerriero e, o prima o dopo, devi giocare contro le più forti, quindi ben venga anche questa regola, non condivisa, ma accettata senza contestazioni.

Sarà un impegno molto differente rispetto a quelli precedenti. Non si deve cadere nell’errore che sia semplice. I playoff sono diversi e sono destinati solo a quelli che…contano veramente.

Gli under 19 invece saranno a Bolzano contro i Giants domenica alle ore 14. Il pronostico sembrerebbe a favore dei padroni di casa, ma una selezione guerriera come quella di quest’anno, è in grado di fare brutte sorprese a tutti. In Alto Adige sarà fondamentale la determinazione e il fatto di non perdere la necessaria tensione agonistica. I Warriors sono forti, sia individualmente che come team, sono ben preparati ma i giganti bolzanini rappresentano storicamente una formazione di tenaci atleti da contrastare con la velocità e l’intuizione che i più agili bolognesi sono in grado di esprimere. E’ chiaro che si parla di football americano, quindi l’aspetto fisico rappresenta certamente un valore in più, ma il coaching staff bolognese è in grado di preparare un confronto alla pari con i padroni di casa.

Un doppio confronto che potrebbe dare ancora una settimana almeno di lavoro oppure anticipare le vacanza natalizie. A Bologna nessuno ha già prenotato le vacanze!

Ufficio Comunicazione Warriors

Foto Giulio Busi

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO