WEEK 12: Prova di forza degli Etruschi nel derby toscano

0
768

In Terza Divisione, punteggio importante dei Sentinels ai danni dei 29ers Alto Livenza, e dei Predatori contro i Pirates nel derby ligure. Tra Veterans ed Etruschi la spuntano agilmente i secondi e punteggio sopra i 40 punti anche per i Grifoni contro la Legio XIII. Il record di giornata spetta però agli Sharks, capaci di segnare ben 60 punti nel match contro gli Achei. Vittoria esterna per Islanders, White Tiger e Mexicans, mentre davanti al pubblico di casa vincono Navy Seals, Delfini e Giants.

Questi i risultati completi:

Sentinels Isonzo vs 20ers Alto Livenza 54-0
Giants Bolzano vs Redskins Verona 14-7
Celtics Dolomiti vs Mexicans Pederobba 13-33
Predatori GdT vs Pirates Savona 53-13
Sharks Palermo vs Achei Expert Crotone 60-6
Grifoni vs Legio XIII Roma 47-0
Alfieri Asti vs White Tigers Massa 20-27
Navy Seals Bari vs Rebels Castel San Giorgio 27-12
Etruschi Livorno vs Veterans Grosseto 45-13
Draghi Udine vs Islanders Venezia 0-35
Delfini Taranto vs Eagles Salerno 19-0

Ufficio Stampa Fidaf

I commenti dei protagonisti

Federico Eramo [WR, Delfini]: «Sapevamo che avremmo dovuto giocare una partita molto dura e fisica, con vari assenti a e Roster, contro la squadra prima del girone e sotto un caldo asfissiante, ma nonostante ciò siamo riusciti a vincere mantenendo la nostra end zone inviolata, meritandoci così una possibilità alle wild card dei playoff! Personalmente gran soddisfazione per il mio primo touchdown da tight end, in una partita così importante per tutti!»

Ciro D’Amato [Presidente, Eagles]: «Partita iniziata e purtroppo subito compromessa a metà primo quarto, quando il nostro secondo QB Ricco, sostituto ormai da tre partite del titolare Menè (fratturatosi una spalla nella partita d’andata), riportava una lussazione ad un dito ed ha dovuto abbandonare la gara. Si è improvvisato QB un ricevitore che non aveva mai provato e quindi più di tanto non si è potuto fate in attacco. La difesa sempre in campo, il caldo, il viaggio, qualche incomprensione sull’orario d’inizio e qualche scellerata decisione dello staff medico hanno poi fatto il resto…i Delfini hanno comunque pienamente meritato la vittoria».

Simone Castagneri [WR e Dirigente Alfieri]: «Ultima partita di regular season per entrambe le squadre, con noi Alfieri purtroppo matematicamente già tagliati fuori dal discorso playoff. Nonostante questo si sono viste ottime cose che hanno contribuito a cementare l’idea che questo primo campionato di Terza Divisione sia stato un buon punto di partenza; rispetto alle prime partite la nostra difesa ha concesso meno punti e meno yards, mentre la nostra Offense ha mostrato segnali incoraggianti, con la capacità di arrivare a segnare 3 touchdown in quest’ultima occasione. Di sicuro c’è ancora molta strada da fare, ma il percorso di crescita iniziato quest’anno fa ben sperare per il futuro, anche considerando che molti giovani atleti del settore giovanile hanno avuto la possibilità di fare esperienza già durante questa stagione. Un saluto speciale va certamente ad Andrea Cresta e Francesco D’Apice, che ieri chiudevano la loro carriera da giocatori con gli Alfieri; la nostra speranza rimane quella di vederli ancora con noi in campo, semplicemente fuori dal rettangolo di gioco, a guidare la squadra come coach nei prossimi anni».

Raffaele Francesco Elia [DL, Delfini]: «Partita dura e sempre sul filo del rasoio nonostante il risultato. Affrontando i primi in classifica sapevamo che sarebbe stato difficile batterli, ma il nostro team è riuscito a tirar fuori tutto ciò che non era emerso nel campionato; poiché si eran perse tre partite che si potevano anche vincere, ma i nostri avversari si erano rivelati più maturi di noi. Forse proprio con questa gara abbiamo raggiunto la maturità anche noi, speriamo che la prosecuzione del campionato possa dimostrarlo! Onore agli Eagles con i quali da due anni giochiamo sempre partite avvincenti… e un grande grazie a tutti coloro che stanno condividendo questo percorso con me, perché sono sicuro che possiamo toglierci ancora molte soddisfazioni. Go Delfini Bucks!»

Leonardo Tisma [HC, Giants]: «Il recupero di due giocatori come Statile e Adang ci ha permesso di affrontare la partita nella maniera giusta sopperendo alla mancanza di Giacomelli, assente per infortunio. Grande difesa e giochi in velocità ci hanno permesso di andare in vantaggio e resistere nel finale…è un orgoglio aver in squadra questi ragazzi che non escono mai dal campo e danno tutto».

Mario Pironti [HC, Rebels]: «La partita è stata molto interessante, ricca di capovolgimenti di fronte. I Navy Seals sono andati in vantaggio 9-0, e noi siamo stati capaci di ribaltare il risultato e chiudere il primo tempo 12-9. Nella ripresa evidentemente c’è stato un calo e non abbiamo più segnato, mentre i Navy Seals hanno portato a casa altri punti e hanno chiuso la partita. È stata una gara combattuta, giocata sotto un caldo asfissiante… con il nostro roster ridotto al lumicino a causa di infortuni ed indisponibilità. Una nuova ed importante esperienza per i ragazzi del Presidente Ferrara».

Stefano Caligiana [Presidente e HC pro tempore, Grifoni]: «Abbiamo fatto un’ottima partita con una buona intensità in difesa e con un attacco che ha finalmente riacquisito meccanismi che gli erano propri, un plauso all’OC Fabio Sacconi al Qb e off. back coach Freddini e al ritorno in campo, condito da un td pass, del qb Giorgio Fringuelli, ottimo il suo apporto al Team. Sono orgoglioso del nostro allenatore degli Special Teams Roberto Alunni e della mia Difesa che ha subito pochissimo, grazie alla crescita di tutti i giocatori, dai titolari ai back-up, ed all’insostituibile apporto di Coach Maurizio Gaggini, collaboratore prezioso e di grande saggezza tecnica ed umana. L’emozione più bella è stata vedere rientrare (e segnare il suo primo Td) il RB Marco Lucarelli, reduce da un lunghissimo stop per un doppio infortunio, lui e gli altri ragazzi della giovanile 2010-2011 sono stati i protagonisti della rinascita dei Nuovi Grifoni. Il nostro rispetto ai ragazzi della Legio XIII, squadra giovane, corretta e con grandi margini di crescita, con un ottimo staff tecnico, arricchito dagli ex Grifoni Luca Faralli e Gianluca Garofalo. Speriamo che questa vittoria ci consenta di arrivare ai playoff, anche se le speranze sono, purtroppo, veramente ridotte; sarebbe una beffa, frutto di circostanze avverse e di nostri errori, e soprattutto di scelte errate di inizio stagione, e questo da Presidente mi induce a profonde riflessioni…»

Matteo Lelli [White Tigers]: «Ultima partita di regular season, grande accoglienza da parte degli Alfieri, partita divertente e corretta giocata sotto un sole quasi estivo…bravi gli Alfieri che hanno giocato quest’ultima partita con tanto cuore e voglia di fare bene. Noi abbiamo lasciato spazio a chi fino ad ora ha giocato meno, buone le prestazioni di tutti nonostante la concentrazione non fosse al massimo…Ora bisogna pensare alle Wild Card e lavorare sodo recuperando gli infortunati! And now work hard or stay home…Go Tigers!»

Giorgio Biasutti [Linemen coach, Mexicans]: «Partita bellissima, molto intensa, che sentivo molto in quanto contro la mia ex squadra. Grazie ai ragazzi, che hanno lavorato tantissimo, ce l’abbiamo fatta. Ancora qualche errore ma possiamo diventare grandi!»

Giacomo Vannacci [Predatori]: «Ci davano in calo, avevamo faticato ad ingranare con gli Alfieri, avevamo perso contro i White Tigers, ma ci siamo rialzati, ci abbiamo messo il cuore, ci abbiamo messo la passione per questa squadra, per questo sport, per noi stessi. Questi sono i veri Predatori ed il risultato parla da solo. Primi nel girone e ci vediamo ai playoff».

Mattia Sabadotto [QB, Mexicans]: «Sono fiero di dire che è stata una vittoria meritatissima, abbiamo dominato e sono contento di tutti i giocatori dei Mexicans, nessuno escluso. La nostra migliore partita di sempre, adesso festeggiamo e da domani testa su Verona, dove possiamo vincere. Se giochiamo come stasera la portiamo a casa. Mexicans forever!»

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO