WEEK 8: Una valanga di punti

0
795

Eagles, Veterans, Steelers e Sentinels continuano la marcia a punteggio pieno, record di punti per le Aquile contro le colombe bolognesi e vittoria con score importante anche per i Redskins contro i Celtics. La Legio parte bene ma poi si fa raggiungere e superare pesantemente dai Minatori. I Mastiffs scalano la classifica del Girone F battendo i Blitz. Pirates corsari anche in casa delle tigri bianche.

Questi i risultati completi:

VETERANS GROSSETO vs SIRBONS CAGLIARI 48-13
ISLANDERS VENEZIA vs MULI TRIESTE 17-7
NUOVI GRIFONI TRACK & FOOTBALL vs STEELERS TERNI 0-21
BLITZ SAN CARLO vs MASTIFS IVREA 6-31
REDSKINS VERONA vs CELTICS DOLOMITI 53-7
WHITE TIGER MASSA vs PIRATES SAVONA 7-31
AQUILE FERRARA vs DOVES BOLOGNA 69-0
DRAGHI UDINE vs SENTINELS ISONZO 0-54
BRIGANTI NAPOLI vs EAGLES SALERNO 2-14
DELFINI TARANTO vs REBELS CASTEL SAN GIORGIO 37-12
LEGIO XIII ROMA vs MINATORI CAVE 16-56

Ufficio Stampa Fidaf

I commenti

Alessio Limongelli [HC, Steelers]: «Siamo venuti a Perugia per vincere e non per battere specificatamente questo avversario….e così è stato. Abbiamo vinto. Onore a tutti i giocatori perugini che hanno dimostrato di giocare col cuore nel rispetto delle regole.. La felicità per la vittoria è durata però il tempo di una birra. Ancora troppe imperfezioni sia in attacco che in difesa. Dobbiamo essere in grado di affrontare nel migliore dei modi squadre con caratteristiche e qualità ogni volta differenti e far fronte a sorprese dell’ultimo momento se vogliamo essere sempre più competitivi. Questa volta la sorpresa si chiamava Marco Piva, grandissimo giocatore del football italiano di tutti i tempi, ma la prossima volta chi sarà?…Bill Romanowski?…Testa bassa e subito al lavoro per la prossima».

Graziano Battista [Delfini]: «Bella e intensa partita! Ho cercato di dare il mio contributo dopo l’assenza forzata contro gli Eagles. Si sono viste cose positive e sempre più conferme; ma questo non ci deve bastare, perchè c’è altro da registrare e rivedere, siamo solo a metà Campionato. Ora subito con la testa alla prossima partita contro i Briganti, l’impegno da mettere in campo sarà maggiore da adesso in avanti».

Samuel Crocelli [Steelers]: «Partita difficile come da previsione. Abbiamo fatto diversi errori in attacco ma siamo riusciti a rimanere lucidi e concentrati nonostante le forti pressioni da parte dei Grifoni. Alla fine siamo riusciti a portare a casa la vittoria. Ottima la nostra difesa che ha concesso veramente poco agli avversari».

Gianluigi Maria Marinaro [LB, Delfini]: «È stata una partita molto divertente, da noi ben giocata sia in difesa che in attacco, abbiamo sfruttato gli errori dell’offense avversaria, recuperando due fumble e segnando su intercetto; replicando subito dopo abbiamo chiuso la prima metà di gioco sul risultato di 28 a 0. Dopo abbiamo commesso l’errore di rilassarci, subendo due TD; onore comunque ai Rebels, per aver mostrato grande cuore ed aver lottato fino alla fine».

Ciro D’Amato [Eagles]: «Siamo andati a Napoli senza alcuni titolari inamovibili come Menè, Fiore, Bucci, Rodríguez, Carriero. Ma i nostri ragazzini terribili hanno saputo tener botta contro un’ottima squadra ben allenata. Sugli scudi le difese, ottima prova di Barbarisi, Bellotti, Bisogni, Ronga, tutti tra i 16 ed i 19 anni»

Jascha Minniti [HC, Sirbons]: «Non bene. Neanche troppo male. Al di là del risultato, pesante sicuramente, ci sono stati tanti miglioramenti. Nel primo tempo abbiamo giocato bene offensivamente, segnando due volte e sbagliando un field goal (corto di 2 yards, controvento). Nel secondo periodo, causa infortuni (non gravi), molti dei ragazzi non hanno retto il campo e la stanchezza ha fatto il resto. La difesa pecca ancora di tanta inesperienza e i Veterans ne hanno saputo approfittare. Adesso abbiamo due settimane di tempo per prepararci al meglio alla gara di ritorno con i ragazzi di Grosseto. Tutto sta nelle mani dei Sirbons».

Mario Pironti [HC, Rebels]: «È stata una partita molto interessante; nel primo quarto molto equilibrata, poi decisa alla fine del periodo da quattro errori banali e consecutivi. Quattro possessi di attacco interrotti da due fumble e due intercetti, ottimamente capitalizzati dai Delfini che hanno segnato 28 punti e chiuso così il primo tempo di gioco. È stata interessante la nostra reazione, infatti il secondo tempo è finito con il parziale di 12-9 per noi, quindi rispetto alle altre partite c’è stata una reazione di orgoglio; questi sono stati i segnali positivi della giornata. Ovviamente la vittoria è stata ampiamente meritata dalla squadra pugliese, squadra ben preparata e che punta ai playoff; mentre per noi è stato un ottimo banco di prova nel processo di maturazione che è iniziato da qualche mese con questo campionato; che tutti, il coaching staff e la dirigenza di augurano possa portare negli anni futuri grandi soddisfazioni».

Matteo Lelli [White Tigers]: «Partita sottotono e un po’ strana…troppi errori da parte nostra, complice la condizione di qualche giocatore non al 100%…bravi i Pirati che hanno saputo condurre la partita…è stata una giornata dalla quale bisogna imparare per poterci correggere ed arrivare alla partita di ritorno con la mentalità giusta!…guardiamo avanti e sempre GOo Tigers!»

Stefano Caligiana [Grifoni]: «Derby ad alto contenuto agonistico e tecnico, ma veramente corretto, gli Steelers hanno meritato la vittoria in virtù di un ottima difesa con un grande pass rush, che non ha consentito al nostro attacco di sviluppare i suoi schemi di lancio; l’attacco ternano guidato da Ugo Arcangeli ha un backfield e wrs di categoria superiore, ottimi gli schemi che sfruttano al meglio il materiale umano a disposizione, la nostra difesa è riuscita solo a limitarlo, non a fermarlo come volevamo, complice anche l’alto minutaggio in campo. Complimenti ai Coach degli Steelers per la vittoria e per come hanno saputo sfruttare al massimo il talento dei propri giocatori; noi da questa sconfitta abbiamo molto da imparare, se lo sapremo fare in tempi rapidi, abbiamo la possibilità di migliorare. Ora recuperiamo gli infortunati, tra cui il forte RB Daniele Bietta e il D-Capitain Alessio Ponsini, e prepariamo al meglio la partita del 23 Aprile con Cave, squadra ostica e tosta, Buon Football a tutti».

Stefano Pitton [Sentinels]: «Partita in cui dovevamo dare il 100% e siamo riusciti a farlo, a parte il risultato favorevole per noi in campo è stata una partita maschia. Una nostra grande difesa è riuscita a contenere qualsiasi attacco dei Draghi, ora si pensa al doppio incontro con i 29ers».

Emanuele Cannatella [RB, Veterans]: «Partita altalenante, abbiamo segnato e raddoppiato in pochissimo tempo, la difesa sembrava non aver problemi e ci siamo rilassati, a football non ci si possono permettere certe distrazioni e sul finale del secondo quarto abbiamo concesso due Td. Nel secondo tempo siamo entrati più determinati e abbiamo messo al sicuro il risultato concedendoci anche di provare qualche nuovo schema in vista degli impegni futuri. Per quanto riguarda i nostri avversari credo che i risultato non sia mai stato in discussione, ma complimenti a loro per lo spirito con cui hanno lottato fino al fischio finale».

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO