Wolverines: Senza “se” e senza “ma”. In campo per dare il 100%

0
768

Quando, nel 2014, tornarono a calcare i terreni di gioco, quando la loro società rinacque “a salvaguardia della storia del football piacentino”, i Wolverines non erano che un gruppo di ragazzi con l’età media di 24 anni, animati da un grande spirito di iniziativa e da tanta voglia di apprezzare, per esperienza diretta, la bellezza di uno sport come il football americano. Allora, da outsider, conquistarono subito un traguardo inaspettato, le semifinali di North Conference, piegandosi solo al cospetto della corazzata Red Jackets (che poi trionfò in quella edizione del torneo). Con un biglietto da visita simile, le aspettative dello scorso anno in casa dei bianco-rosso-neri non erano di certo da meno, purtroppo per loro la corsa al vertice della categoria venne fermata bruscamente dai rivali Thunders (14 a 16) ai quarti di finale. Forse quei due punti bruciano ancora alla società del presidente Queirazza, ma di certo tutta l’esperienza accumulata in battaglie vinte e perse costituisce adesso un bagaglio importante ed utile, del quale i ragazzi di Piacenza faranno tesoro per affrontare la prossima stagione al massimo delle loro possibilità e coscienti delle proprie ambizioni. Ad una manciata di giorni dal “via” alle danze, scambiamo due chiacchiere con Daniele Mosconi, General Manager dei Wolverines.

Ciao Daniele e benvenuto. Il campionato 2016 è praticamente alle porte, mancano pochissimi giorni, ma cominciamo con un passo indietro alla scorsa stagione. Avevate nuovamente le carte in regola per arrivare lontano, ma le cose alla fine non sono andate come speravate…

“La stagione 2015, sicuramente positiva, ci ha comunque lasciato un poco di amaro in bocca per come si è conclusa, nonostante i Thunders Trento ci abbiano eliminato meritatamente, rimane la sensazione di non essere riusciti ad esprimere appieno tutto il nostro potenziale”.

wolverines-piacenza-2

Quali le novità adesso in sideline, nello staff tecnico?

“Proprio per cercare di non ripetere i nostri errori passati (tranquilli, ne faremo altri…) abbiamo cercato di ampliare la competenza del nostro coaching staff che è rimasto in gran parte immutato, inserendo elementi in grado di sfruttare al meglio il potenziale disponibile…in quest’ottica la figura di Sergio Angona nostro nuovo OC, non può che aiutarci a migliorare. Come imposterà l’offense sarà da verificare a partire dall’impegno di domenica prossima…sicuramente la sua competenza ci permetterà di ottenere il meglio dalle singole individualità e di metterlo a servizio del team”.

Come è andata la vostra preseason?

“Il reclutamento fatto attraverso diverse iniziative mediatiche ha dato buoni frutti…si sono aggiunti all’organico nuovi ragazzi che hanno dimostrato sinora voglia e determinazione e che sicuramente daranno il loro importante contributo durante la stagione. Colgo l’occasione per invitarli a continuare con lo spirito positivo messo in mostra sinora!”

wolverines-piacenza-3

Alla luce di questo auspicio, quali sono dunque gli obiettivi 2016 per i Wolverines?

“Credo che tutti i team ambiscano ad un miglioramento continuo e questo vale sicuramente anche per noi! I ragazzi hanno un anno in più di esperienza ed hanno assaggiato quanto sia più dolce il sapore della vittoria rispetto alla sconfitta, speriamo che sappiano farne tesoro. Vorremmo comunque finire la stagione, la terza della nostra giovane franchigia, senza ‘se’ e senza ‘ma’. Insomma, fare un campionato dando tutto quello che possiamo con la volontà di uscire dal campo sempre consapevoli di avere fatto del nostro meglio…il resto dipende da troppi fattori per essere stabilito ora…vedremo!”

G-Team Gallarate, Gorillas Varese, Rams Milano, Tigers Cremona vi aspettano in Regular Season. Come vedi la battaglia per la qualificazione in questo girone?

“È un girone strano…ed ancora da decifrare…I Gorillas ‘urlano’ da tempo le loro ambizioni, i ragazzi del G-Team dovranno prima o poi arrivare a capitalizzare tutto l’impegno messo in campo sinora…e nulla ci impedisce di pensare che potrebbero farlo partendo proprio da questa stagione, i Rams non sono assolutamente un team di neofiti bensì un gruppo più che rodato, che darà del filo da torcere a tutti ed infine i nostri ‘cugini’ Tigers, neocostituiti, hanno dalla loro un grande entusiasmo ed il vantaggio di non avere niente da perdere…Per quanto ci riguarda proveremo a rendere la vita difficile a tutti! Ci sarà da divertirsi!”

wolverines-piacenza-4

Te la senti di sbilanciarti in un pronostico? Quali formazioni, secondo te, possono essere le grandi protagoniste di questa stagione?

“Le squadre cambiano di anno in anno ad una notevole velocità, al nostro livello bastano talvolta piccoli cambiamenti come l’arrivo di qualche giocatore a completare il mosaico o di un coach che riesce a motivare di più l’ambiente, per trasformare un team, ma, se guardiamo al recente passato alcune certezze rimangono…credo che realtà come Steelers Terni ed Highlanders Catanzaro saranno comunque protagoniste fino alla fine!”

Bene, Daniele. Non mi resta che augurarvi buon Campionato e buon football, ma come sai, non chiudiamo le interviste senza l’ultima parola ai nostri ospiti. A te!

“Vorrei concludere con un invito a non mollare ed un augurio di successo a tutti i giocatori, allenatori e dirigenti che parteciperanno al Torneo di III divisione…considerando gli sforzi che tutti facciamo quotidianamente per portare avanti la nostra passione, direi proprio che ce lo meritiamo! Godetevi le stagione e divertitevi più che potete!”
|_

Foto Carlo Braccio

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO