XXII NINE BOWL: Roosters Romagna Campioni!

0
1010
Una serata bellissima quella vissuta al Guelfi Sport Center di Firenzequesta sera, 23 luglio, teatro affollato e coloratissimo del XXII Nine Bowl la finale di CIF9, il Campionato   a 9 Giocatori – Trofeo Paolo Crosti. In campo Bengals Brescia e Roosters Romagna, arrivate sino a qui dopo una stagione esaltante.
Partono in attacco i Roosters e al primo tentativo, un gran lancio di Alberto Mazzotti per  Lorenzo Fiumana porta l’attacco sulle 40 yard difensive, un assaggio dell’aggressività dell’offense emiliana, guidata da un quarterback che nella stagione regolare ha dimostrato di saper sia lanciare che correre in modo assolutamente efficace. Ed è proprio lui ad andare a segno e a mettere i primi punti sul tabellone di questa finale. Il calcio di trasformazione non va a buon fine: 0-6.
I Bengals si affidano al running game e rispondono subito, con il TD del runningback Ronny Barbolla su corsa e la trasformazione su calcio di Marco Bianchini che sigla il sorpasso: 7-6.
Dopo una gran prova della difesa bresciana, sul ritorno di punt il pasticcio: il ritornatore non trattiene la palla, che viene recuperata sulle 25 difensive dai Roosters. A peggiorare le cose arriva un’interferenza difensiva, e con quattro tentativi, a 2 yard dall’endzone, gli emiliani non si fanno scappare l’occasione. A segnare, con una corsa centrale è Nicola Giannelli. Mazzotti lancia poi su Matteo Monti, trasformando da due punti: 7-14.
Brescia riparte dalle proprie 35 yard, quando comincia il secondo quarto. Anche Giacomo Tinti, il QB dei Bengals, conferma le doti da ‘dual threat’ messe in mostra durante la stagione e porta avanti i suoi, alternandosi con Barbolla e arrivando con Matteo Gaggiotti a un passo dalla endzone. E’ ancora Barbolla ad andare a segno. Marco Bianchini calcia tra i pali e si va al pareggio: 14-14.
I Roosters non accusano il colpo, con Mazzotti che trova Monti in profondità al primo tentativo, poi si affida alle corse dei propri runningback per portarsi in red zone. Un’altra interferenza difensiva fa da prologo al nuovo sorpasso emiliano, siglato ancora da Mazzotti con un’azione personale. Calcio di trasformazione di Ilario Cavaliere a segno e Roosters avanti: 14-21.
Al primo tentativo dell’attacco bresciano, la tribuna esplode: Tinti lancia una vera e propria bomba per le mani di Nathan Orizio e i Bengals si trovano sulle 30 yard difensive, quado manca poco più di un minuto all’half time.  A spezzare l’incantesimo ci pensa Filippo Tarroni, che intercetta Tinti per il primo turnover della partita. Il tempo, però, si esaurisce senza che succeda altro e le squadre vanno negli spogliatoi con la consapevolezza che questa sia una partita ancora apertissima.
Il terzo quarto inizia con le difese protagoniste e gli attacchi delle due squadre costretti al calcio di allontanamento nei rispettivi primi drive offensivi. Sono però i Bengals a ripartire per primi con un trick play che manda in TD Riccardo Grespan su ricezione di un lungo lancio di Tinti. Bianchini trasforma e si torna in parità: 21-21. Continua il duello tra i due ottimi quarterback, supportati da altrettanto ottime linee d’attacco, e a beneficiarne è lo spettacolo: lanci, corse, giochi-trucco….il pubblico che affolla la tribuna del Guelfi Sport Center si diverte e applaude con convinzione e fair play ad ogni azione di questa bellissima partita.
I Roosters rimettono la testa avanti con un TD pass di Mazzotti su Lorenzo Fiumana e il calcio di Cavaliere: 21-28.
La partita entra nell’ultimo quarto di gioco con in Bengals in attacco e capaci di arrivare subito al pareggio, ancora con Ronny Barbolla e poi con la trasformazione di Bianchini: 28-28. Mazzotti continua il suo personalissimo show, regalando al proprio attacco importanti guadagni di terreno con corse efficaci e altrettante chiusure di down. La difesa dei Bengals ancora una volta serve un assist perfetto agli avversari con una penalità in red zone e Nicola Giannelli non tradisce le attese e con una corsa di 6 yard riporta avanti i Roosters. Il punteggio, dopo la trasformazione da un punto e quando mancano poco più di 6 minuti al fischio finale, è di 28 a 35. I Bengals non ci stanno, però, e pareggiano nel drive successivo con Giacomo Tinti e Marco Bianchini: 35-35. Gli arbitri danno l’annuncio dei due minuti alla fine della partita, i Roosters provano a chiuderla ma la difesa bresciana tiene e con 34 secondi sul cronometro restituisce la palla al proprio attacco. Un fumble interrompe l’azione offensiva di Brescia sulle 50 yard. Il cronometro segna 17 secondi alla fine dell’incontro, la difesa si macchia di un’altra sanguinosa penalità che spinge i Roosters sulle 25 yard difensive, ma sono solo 3 i secondi disponibili e gli emiliani provano il field goal con Ilario Cavaliere ma senza successo e la partita finisce ai supplementari. Il regolamento consente 4 tentativi a testa per andare in touchdown o chiudere il down, partendo dalle 25 yard. Partono per primi i Roosters, che vanno a segno con Fiumana e trasformano con Cavaliere. I Bengals ci provano, ma al quarto tentativo il lancio in endzone di Tinti viene intercettato dalla difesa: game over e Roosters Campioni di CIF9 2022! Punteggio finale: 35-42 ed MVP consegnato da Fabio Tortosa, Vice Presidente Vicario della Fidaf al QB emiliano Alberto Mazzotti, vero mattatore di questa splendida serata.
A consegnare il Trofeo Paolo Crosti, Edoardo Pollastri Presidente (e giocatore) dei Rams Milano. 
 
Ph. Credits: Paolo Giannelli

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO