Crabs U19: Svanisce il sogno dei playoff

0
275

(ma va bene così)

Un risultato pesante mette fine ai sogni dei rossoblu nell’ultima trasferta stagionale in quel di Roma. I Crabs, pieni di infortuni e scarichi mentalmente, si presentano nel peggiore dei modi alla partita decisiva, e con una prestazione al di sotto delle loro possibilità, rendono vita facile ai padroni di casa, autori comunque di un campionato di alto livello.
La cronaca del match è superflua, i capitolini guidati magistralmente dal duo Grusovin-Loppini segnano nei primi 3 drive della partita e continuano a farlo fino all’half-time, chiuso sul risultato di 34-7. Da segnalare, per i Crabs, lo scatto di orgoglio del capitano #18 Mattia Di Silverio, abile nell’intercettare e riportare in end-zone, per l’unica segnatura di giornata. Nel secondo tempo il copione non cambia, ne la sfortuna che attanaglia gli abruzzesi da inizio stagione: il roster subisce un ulteriore perdita con il mancato rientro in campo del nazionale #78 Carminelli,uscito dal campo per un infortunio alla fine del secondo quarto di gioco, e con l’incidente capitato allo sfortunatissimo #28 Sarcina, stoico nel voler aiutare i propri compagni ed entrato in campo in extremis come CB con un polso fratturato (abile nella sua prima azione nell’intercettare un lancio che si sarebbe concluso in un touchdown subìto), si rompe un clavicola alla propria terza azione di gioco nel tentativo di fermare la corsa in touchdown del RB romano (Michè un grosso in bocca al lupo per la tua guarigione).

I giovani Crabs di rientro da Roma passano a salutare lo sfortunato Sarcina che ha necessitato di cure mediche ospedaliere
I giovani Crabs di rientro da Roma passano a salutare lo sfortunato Sarcina che ha necessitato di cure mediche ospedaliere

La Legio XIII segna ancora nel finale e inaugura con un ottima prestazione ed una larga vittoria per 41-7 il nuovo centro sportivo, qualificandosi così al turno delle wild-card.

A prescindere da questo scivolone, va fatto un grosso applauso ai pescaresi per la stagione disputata: pochi ragazzi, ma coraggiosi hanno saputo sacrificarsi e giocare quasi tutti in triplo ruolo, nonostante gli infortuni e qualche allenamento saltato hanno onorato sempre il campo e regalato pregevoli prestazioni, concludendo il campionato con un record di 3 vittorie e 3 sconfitte (di cui 2 in trasferta). A conti fatti è stato migliorato sotto tutti i punti di vista il risultato della scorsa stagione, quella dell’esordio della franchigia nel campionato Under 19. Let’s Go Little Crabs…siamo orgogliosi di tutti voi!

Mauro Baldonero
Ufficio Stampa Crabs Pescara

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO