Dreaming in Red…

0
598

L’imbattibilità del “Manzi-Chiapulin” pure. I Mad Bulls Bt battono (47-34) in rimonta i White Tigers Massa, nella sfida secca di wild card, e conquistano per il secondo anno consecutivo l’accesso ai quarti di conference nel campionato di football americano a 9 di terza divisione. Gara palpitante ed emozionate, giocata davanti ad una buona cornice di pubblico. Alla fine, però, è la maggiore lucidità e il grande cuore dei “tori matti” a fare la differenza tra le due contendenti.

LA PARTITA

I touchdown di Morella, Melis e Gutierrez non sono sufficienti alla franchigia della sesta provincia per dettare legge a metà gara: lo score, all’intervallo, premia (26-21) i toscani. I padroni di casa, in ogni caso, non perdono mai la bussola e piazzano il ribaltone nel secondo tempo con il poker di td confezionato da Cacucci, De Savino, Gelao e Bruno. Ovvia e giustificata a fine gara la soddisfazione di giocatori, staff tecnico e dirigenza. “Lo sapevo che avremmo trovato un avversario estremamente ostico – ha spiegato coach Ugò Calo – e così è stato. Faccio i complimenti ai ragazzi per come hanno saputo gestire i momenti in cui eravano sotto nel punteggio e per ciò che hanno saputo fare nel corso della ripresa. Far parte nuovamente delle migliori sedici realtà d’Italia era l’obiettivo fissato ad inizio stagione. Siamo contentissimi di averlo centrato, ma nessuno di noi è appagato”.

ROAD TO SICILY

I Mad Bulls torneranno in campo domenica e affronteranno nella sfida secca degli ottavi di finale i quotati Sharks Palermo. È in arrivo, dunque, un’altra sfida senza “un domani”. “Palermo – ha concluso coach Calò – è una squadra molto forte e parte inevitabilmente con i favori del pronostico. Noi, però, non andremo in Sicilia per fare una vacanza: venderemo cara la pelle e ci giocheremo al meglio le nostre possibilità”.

Ufficio Stampa Mad Bulls Barletta

Foto Leonardo Cafagna e Angelica Franco

white-tigers-mad-bulls-1

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO