Lions U19: Fuori dai giochi, ma a testa alta

0
782

Bergamo, 12 Dicembre 2016 – Quarti di finale tra i Lions Bergamo ed i Seamen Milano, stranezze dei Playoff che fanno incrociare subito due squadre dello stesso girone.

Partita sicuramente impegnativa per la compagine orobica in quanto nel precedente di campionato i milanesi avevano avuto la meglio su una squadra incerottata e senza alcuni elementi importanti.

I Lions arrivano a questa partita avendo recuperato buona parte degli infortunati, anche se ancora doloranti, ma senza T.Aldeghi, espulso nella partita precedente, freccia importante nell’arco del coaching staff (sia di attacco che di difesa). Ma i Lions non si creano mai falsi alibi e, quindi, eccoli pronti e carichi per la partita.

Iniziano i Seamen che con un ottimo ritorno di KO, non l’unico dell’incontro, si portano nella metà campo dei Lions e di li a poco riescono a mettere a referto il primo TD, EP no good, 6-0.

Cercano di rispondere subito i giovani leoni ma probabilmente sono ancora freddi e sono costretti a restituire palla ad i Seamen che non si fanno troppo pregare e realizzano il secondo TD di giornata, EP good, 13-0.

A questo punto i Lions si devono svegliare ed in effetti l’offense comincia a macinare terreno e con un screen laterale per Alessandro Mazzola riescono a varcare la EZ milanese, ep good, 13-7

Manca poco alla fine del primo tempo di gioco ed ecco che i milanesi, complice un errore di copertura, riescono in un gioco a lungo yardaggio e si portano in red zone bergamasco, riuscendo da li a poco a segnare il terzo TD per un parziale finale di primo tempo di 20-7

Tutti a bere un te, riordinare le idee e scrollarsi di dosso il primo tempo, ormai è passato e c’è tutto il tempo per riprendere la partita, perché in effetti, nonostante il punteggio, i Seamen non riescono ad esprimere il loro gioco (grazie ad alcune belle giocate difensive ed ad un attacco che sta cominciando a girare, quelli bergamaschi) e prova è l’utilizzo continuo degli stessi giocatori con alcuni in doppio ruolo, nonostante il roster profondo.

Il secondo tempo inizia con il KO milanese ed il bel ritorno di W.Testa fino alle 35 del campo avversario, purtroppo l’attacco si blocca e restituisce la palla ad i Seamen che con un trick play riescono a portarsi immediatamente in red zone bergamasca e nel breve a segnare il quarto TD, ep good, 27-7

Sembrerebbe finita , ma il cuore del leone non smette mai di battere e seppur ferito tira fuori le unghie per combattere fino alla fine ed in effetti con una pressione finalmente costante è la difesa che con un intercetto di Tommaso Brambilla riportato in TD, modifica il risultato per il 27-14 rimettendo in discussione l’esito finale.

I Seamen, a questo punto, cercano di chiudere la partita ma sbattono contro il muro della D orobica e devono restituire palla. I Lions riescono a costruire un attimo drive che li porta in red zone Blue Navy, purtroppo un fumble su una screen rende vano il tutto.

Ma non ci si da per vinti ed ormai l’offense milanese non riesce più a conquistare ne down ne terreno e si trova costretta a restituire palla ad un offense ormai calda che riesce ad arrivare fino a 4 yds dalla EZ, purtroppo un infortunio al QB Tommaso Brambilla toglie le ultime speranze di accorciare e la partita finisce con la palla in mano ad i Lions.

Un finale amaro, nonostante la prestazione, per una giovane formazione che passando attraverso le forche caudine di un girone durissimo e continui infortuni è riuscita ad arrivare a questi quarti di finale ed a giocarsela fino alla fine.

Un ringraziamento da parte del coaching staff e del Presidente Lino Federico a tutti i ragazzi che avendo dato il 100% in campo non hanno nulla di cui rimproverarsi, come diceva il grande Vince Lombardi: “Il prezzo del successo è il lavoro duro, la dedizione al compito che abbiamo davanti, e la certezza che, sia che vinciamo sia che perdiamo, abbiamo dato il meglio di noi stessi.

Un ringraziamento anche alle dirigenze di Gorillas ed Hammers per la lungimiranza avuta nel dare la possibilità ad i propri atleti di competere e di crescere nel nostro team.

Per ultimi ma non per questo meno importanti un ringraziamento a tutti i tifosi che in questo campionato sono sempre stati presenti a sostenere i giovani Lions, sia essi Under 16 che Under 19.

Adesso una giusta pausa di riposo fino a gennaio, quando riprenderanno gli allenamenti del Senior team dove alcuni dei protagonisti di questo campionato Junior saranno chiamati ad integrarsi con il loro compagni in una formazione sempre più giovane.

Buone feste e sempre Go Lions

Ufficio Stampa Lions Bergamo

Foto Luigi Mossali

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO