L’onore dei Knights è Salvo

0
505

I Cavalieri concedono il bis: semifinale a Sant’Agata per il secondo anno consecutivo.

A volte le previsioni sbagliano. Il nostro servizio meteo aveva previsto freddo, pioggia e temporali e invece si è giocato sotto un torrido sole estivo. Si, a volte le previsioni sbagliano, come quando cinque teste di serie (di cui quattro imbattute sino ad ora) cadono alla prima di playoff. Tra queste ci sono anche i bravissimi Wolverines che, per il secondo anno consecutivo, dopo una intera gara in bilico fino all’ultimo secondo, si sono dovuti arrendere ai Knights Sant’Agata.

Cavalieri nero-argento subito avanti con l’immancabile Antonino “Fox” Volpe, complice anche qualche leggerezza dei piacentini, molto fallosi in questa fase, per il momentaneo 0 – 6. Ma i Wolverines non ci stanno e Amadasi trova un gran lancio centrale dritto in end zone con tanto di catch in tuffo da antologia del ricevitore. I padroni di casa sembrano acquisire più sicurezza mentre i Knights non riescono a concretizzare le molte occasioni che si sono presentate. Ne consegue la dimostrazione pratica di uno dei teoremi del football: se non segni quando ti si presenta l’occasione allora sarà il tuo avversario a farlo. È così, infatti, Amadasi trova un ottimo lancio su una traccia profonda che vale un TD da ben 65 Yard e il temporaneo vantaggio per 13 – 6. È una doccia fredda per i Knights che però cominciano a giocare con maggior concentrazione e intensità, supportati da un pubblico insolitamente folto e rumoroso per una trasferta. È così che matura il pareggio dei cavalieri, ancora con Antonino Volpe. Dopo un fumble forzato da Marco Palavanchi e ricoperto da Michele Mazzoni gli ospiti hanno l’occasione di allungare ulteriormente ma l’ottima difesa piacentina fa buona guardia. La posizione è però buona per Michele Salvo che (come nei quarti di finale dello scorso anno) centra i pali con un field goal che riporta davanti i Knights. Gli ultimi tre minuti di partita sono mozzafiato e succede di tutto: intercetti, sack, drop, infortuni, proteste. Amadasi cerca il terzo TD della giornata (e per un soffio non ci riesce), la difesa nero-argento chiude tutte le soluzioni possibili e Luca “Valmo” Valmori va a trovare il secondo intercetto della giornata. La palla, infine, torna nelle mani dell’attacco nero-argento grazie al sack provvidenziale di Marco Palavanchi e ai Knights non resta altro da fare che inginocchiarsi per far scorrere il tempo sul cronometro.

Rispetto allo scorso anno, dove i piacentini ebbero la meglio in entrambi gli scontri diretti, notevole è stato il contributo di due giocatori allora assenti: Antonino Volpe (due TD per lui) e Luca Valmori (due intercetti). Da registrare poi la colossale partita di Marco Palavanchi, uscito per infortunio dopo aver effettuato il sack decisivo nell’ultimo drive di attacco dei padroni di casa.

Ora i Knights Sant’Agata aspetteranno sabato prossimo (ore 21) i Rams Milano per giocarsi la semifinale di Conference per il secondo anno consecutivo davanti al pubblico amico. Sarà anche, in ogni caso, l’ultima partita in casa della stagione per i cavalieri. A prescindere dalle previsioni meteo sarà, date le premesse, senza dubbio una delle serate più calde di tutto il 2016.

Marcello Menegatti
ufficio stampa Knights Sant’Agata

Foto Matteo Masotti

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO