Minatori: Sconfitta contro Terni, ma grande gioia per i l’approdo ai playoff

0
712

Nell’ultimo confronto del girone C i Minatori escono sconfitti contro un’ottima Terni. Ma i playoff ci sono e pure le premesse per affrontarli al meglio.

E’ stata una giornata dal retrogusto amaro quella di sabato sera a Cave, dove i Minatori hanno ospitato gli Steelers Terni per l’ultima partita del girone C di III Divisione Fidaf.

13-41 è il risultato finale in una partita che (almeno all’inizio) è stata più che equilibrata.

I Minatori passano in vantaggio quasi subito grazie ad una corsa di Calvario, punteggio finalizzato poi dal capitano Grossi con un calcio che sancisce l’iniziale vantaggio per 7-0 della squadra di casa.

A pareggiare i conti ci pensa Almeida a meno di due minuti dalla fine del primo quarto: corsa e kick valido portano gli Steelers al pareggio.

E’ dal secondo quarto che Terni si afferma in campo, con tre TD firmati Dominici, Varriale e Amato che portano il risultato a 27-7.

Uno scatto d’orgoglio dei Minatori arriva nel terzo quarto con Giulio Rossi che sfonda la difesa avversaria e segna un TD, stavolta non finalizzato dal calcio di Grossi.

I Minatori provano a reagire ulteriormente, ma qualche imprecisione di troppo in attacco e una superiorità tecnica degli Steelers non concedono molto alla squadra di casa, che dopo gli ultimi due TD della partita dei giallo-neri (firmati Amato e Sutera), chiude la partita al risultato di 41-13.

Una sconfitta nell’ultimo match del girone, contro l’unica squadra che quest’anno è riuscita a fermare (tra l’altro proprio nella prima di campionato) la squadra di coach Annoscia.

E’ comunque da ammirare la passione che hanno messo le due squadre in campo. Qualche malizioso avrebbe potuto pensare che le due squadre, ormai matematicamente ai playoff, si sarebbero risparmiate in campo, sabato. Ma la partita a cui abbiamo assistito non è stata affatto “trattenuta” o tranquilla. Le due squadre si sono scontrate a viso aperto, senza risparmiarsi, e a tratti creando anche un equilibrio fisico tale da non lasciare nulla per perso.

I Minatori ne escono sconfitti, vero, ma dopo una prova di nervi e di tecnica che può essere uno spunto ulteriore per migliorare e affrontare partite per nulla facili come quella contro Terni.

Gli Steelers si sono confermati superiori tecnicamente, non senza qualche spauracchio avuto nella prima fase del match, sicuramente più combattuta.

Le due squadre del Centro Italia si sono confermate come una realtà solida e ostica da affrontare. I playoff ci sono, gli avversari ancora no (anche se qualche nome viene già ipotizzato) e le due squadre hanno due settimane per valorizzare il lavoro di una stagione e concentrarlo in quelle che saranno, ne siamo sicuri, delle belle sfide.

Molte le persone sugli spalti (tra tifosi sponda Minatori e sponda Terni) e molti i festeggiamenti: i Minatori e gli Steelers, a fine partita, si sono riuniti per festeggiare il compleanno del neo-presidente dei Minatori Federico Angelo Caroselli.

Un’altra buona pagina per il football americano.

I commenti dei protagonisti

MARCO SUTERA, WR DEGLI STEELERS

Avete incontrato i Minatori nella prima partita di campionato. Che squadra avete trovato stasera?

Hanno giocato benissimo, è stata una partita, soprattutto all’inizio ma anche fino alla fine, dura. Nonostante il punteggio sono stati bravi, tanto da farci anche 13 punti. Ed è stata dura anche in attacco.

Avete avuto accesso ai playoff da primi in classifica. Vi aspettate di incontrare qualcuno in particolare? Voi della defense, come pensi che reagirete ad una squadra nuova da incontrare?

Non ho la più pallida idea di chi incontreremo…abbiamo però tre settimane per allenarci e lo faremo tantissimo per lottare al meglio.

SILVIO AMATO, LB DEGLI STEELERS

E’ stato un risultato importante, 41-13. Ti aspettavi una vittoria così delineata?

No. Ci aspettavamo che sarebbe stata una partita equilibrata. Siamo squadre che hanno entrambe da lavorare.  Cave è una squadra che dall’inizio del campionato non ha fatto che crescere e si è visto oggi. E’ una squadra che ha dimostrato in campo un continuo miglioramento, noi abbiamo dimostrato di avere un potenziale da poter sfruttare e siamo fiduciosi. Perché siamo una squadra unita, una famiglia e sappiamo in cosa dobbiamo lavorare.

Gli Steelers sono una squadra affermata da più tempo nel campionato…

Secondo me conta poco da quanto una squadra ha iniziato a giocare, perché comunque sono tre anni che questa squadra (i Minatori) ha iniziato  e ha dimostrato una voglia di crescere come gruppo, come famiglia e come tecnica.

Qual è ora il vostro obiettivo?

Vincere una partita. L’anno scorso siamo arrivati alle semi-finali di Conference, perdendo fuori casa contro gli Sharks Palermo.

SIMONE MATTOGNO, NG DEI MINATORI

MVP della difesa, che attacco ti sei trovato ad affrontare sabato?

Ci siamo trovati di fronte ad un attacco ben preparato, come già ci aspettavamo.

Ora che siete ai playoff, in cosa pensi che deve migliorare la squadra per le sfide future?

Penso che noi come squadra dovremmo impegnarci molto per esser più preparati atleticamente , ci siamo infatti trovati di fronte ad avversari molto veloci e forti fisicamente.

Sei uno degli ultimi acquisti dei Minatori. Come ti trovi in questa squadra?

Questa squadra la vedo come una famiglia , mi trovo benissimo. Andiamo tutti d’accordo ed è questo che ci porta avanti: l’unione.

GIULIO ROSSI, WR DEI MINATORI

Che attacco avete trovato rispetto alla prima giornata di campionato?

Innanzitutto devo dire che, tanto quanto la prima, questa è stata una partita molto difficile e molto sentita. Soprattutto a livello nervoso e mentale. Il fatto di giocare contro una squadra di alto livello, da papabile finale di playoff, ci ha caricati emotivamente. Forse troppo.

L’attacco come anche all’andata ha girato, anche se troppo spesso intoppato per errori dovuti a quanto detto sopra. Abbiamo fatto tutti del nostro meglio, la difesa avversaria si è mostrata ancora una volta implacabile.

Riprendendo l’ultima domanda, hai visto dei Minatori cambiati rispetto alla prima partita di questo campionato e se sì in cosa?

Minatori che nella prima partita dovevano ancora rompere il ghiaccio, in questa molto tesi e forse troppo carichi emotivamente. Questo ci ha portato a fare qualche errore di troppo. Nel complesso la squadra ha giocato bene e questa sconfitta ci da ancora più grinta per lavorare sodo in vista dei playoff…correggere più errori possibili e domare i sentimenti!

Playoff al secondo campionato disputato. Pensi che questa squadra continuerà a crescere a ritmo così esponenziale?

Quella che stiamo vivendo è veramente un’esperienza straordinaria. Siamo un gruppo unito e con validi elementi, abbiamo un coach che da l’anima per noi, un gruppo di supporter da far invidia a squadre di prima divisione e una Dirigenza che fa tutto il necessario per mandarci avanti. Abbiamo ancora tanto da imparare, tantissimo e abbiamo fame di apprendere, per questo riusciamo a crescere in fretta e soprattutto abbiamo tanto Cuore; l’elemento indispensabile in qualsivoglia sport.
Se continueremo ad avere fame di imparare e cuore nel giocare sono convinto che la nostra squadra continuerà ad ottenere ottimi risultati.

Chiara D’Ambrosio
Ufficio Stampa Minatori Cave

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO