Steelers, un posto a tavola

0
795

Ultima giornata di regular season per il Campionato Italiano di III divisione ed ultima partita per i Terni Steelers in quel di Cave contro i Minatori in una sfida ricca di implicazioni per le due squadre. Sabato alle ore 19 si ritroveranno di fronte la prima e la seconda in classifica del Girone C con la prima piazza in palio e con i play-off alle porte. Play-off di cui entrambe le formazioni sono sicure di partecipare, ma la differenza tra vincere il girone e giocare almeno la prima partita di play-off in casa e arrivare secondi e prepararsi per un mese di migrazioni lungo la penisola aggiunge interesse ad una sfida che negli ultimi anni si è rivelata sempre più affascinante.

Le due squadre stanno vivendo un periodo di forma strabiliante, infatti se per gli Steelers sono arrivate 5 vittorie in altrettanti incontri per i Minatori dopo il difficile esordio stagionale proprio a Terni sono arrivate 4 convincenti vittorie consecutive, tra cui quella con i Grifoni che ha praticamente eliminato i Perugini dalla corsa play-off, e ha reso i laziali i veri contender degli Steelers per il Girone C.

Per la truppa di Coach Annoscia non sarà un compito facile dovendo ribaltare il 47 a 6 dell’ andata e considerando che di fronte si troverà una delle migliori difese del campionato, solo 20 punti in 5 partite concessi dagli Steelers, i Ternani sembrano i favoriti per accaparrarsi il Girone C, ma i Cavesi sanno benissimo che una vittoria in più o una in meno può fare tutta la differenza del mondo in fase di posizionamento play-off, vittoria del girone a prescindere.

Quello che dobbiamo aspettarci dal campo sarà la solita battaglia tutto cuore che contraddistingue le sfide di questo girone, con il gioco fisico dei laziali che cercheranno di portare la partita su binari a loro più congeniali sopratutto per arginare l’attacco guidato da Arcangeli che anche se limitato a soli 14 punti dai Grifoni due settimane fa rimane tra i più prolifici del campionato.

Dal canto loro gli Steelers dovranno dimostrare che la recente prestazione non brillantissima in fase offensiva è uno di quei mezzi passi falsi che durante una stagione possono accadere a chiunque, anche con un roster sempre più ridotto, con l’all-arounder e capitano Matteo Lattanzi ultimo in ordine di tempo ad aggiungersi ad una lista infortunati mai così lunga come quest’anno.

I presupposti quindi ci sono tutti per un’ultima gustosissima portata di un aperitivo che dura da 4 mesi, poi una settimana di respiro e finalmente il sole di Giugno splenderà alto sulle 24 squadre che cercheranno in tutti i modi di scrivere il loro nome dopo quello degli Sharks Palermo.

Rimane solo da decidere chi saranno gli ultimi invitati al banchetto, e sopratutto, chi si siederà a capotavola.

Valentino Clementoni
Ufficio Stampa Terni Steelers

Foto Simona Marinelli

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO