I Guelfi lanciano il loro Development Team grazie al settore giovanile

0
115

Il nuovo anno ha portato con sé la necessità di tracciare un bilancio sul 2019 dei junior team degli Estra Guelfi Firenze. Ad una settimana e poco più dalle finali giovanili dello “Youth Bowl”, che per la prima volta dopo quattro anni è andato in scena senza selezioni gigliate a lottarsi uno scudetto di categoria, è stato Guglielmo Perasole a prendere la parola. Il Responsabile del Settore Giovanile dei viola si è espresso sulle convincenti prestazioni dei team U16 e U19, prima di spostare la sua attenzione sui prossimi passi che intende fare la società in chiave di programmazione giovanile e tanto altro ancora.

Il back-to-back della U16 è svanito con una sconfitta di soli 3 punti in semifinale. Un ko dal quale si può trarre qualcosa di positivo? Come valuti la stagione della selezione che hai seguito nei panni di HC?

“Il passo falso fatto registrare contro i varesini brucia ancora. Sicuramente la sconfitta in semifinale resta una macchia su una stagione sin lì positiva in termini di risultati. Il team U16 era imbattuto da 14 partite, con l’ultimo ko che era arrivato proprio a Varese nel 2017 e questo dimostra come l’ossatura della squadra sia rimasta sempre ottima nonostante il normale ricambio generazionale. Nel 2019 abbiamo assistito allo sbocciare di alcuni giocatori, come Niccolò Formosa ed Alessandro Tarducci, che in precedenza erano stati meno coinvolti vista la presenza a roster di atleti più esperti. Dispiace per il crollo avuto nell’ultimo quarto del match contro gli Skorpions, che meritano tutta la nostra stima per la prova disputata, ma tanti ragazzi hanno giocato costantemente sia in attacco che in difesa per tutta la regular season ed alla fine questo fattore ha inciso. Non posso dirmi del tutto soddisfatto dall’annata della Under 16 perché, a mente fredda, ritengo che i nostri sforzi individuali non sempre sono stati incanalati in modo tale da massimizzare il risultato collettivo”.

Il team U19 ha stupito tutti con una grande regular season a cui ha fatto seguito una sconfitta ai quarti per mano dei Dolphins Ancona. Rimonta bruciante ma stagione che resta comunque da incorniciare?

“Non me la sento di affermare che la Under 19 ci abbia stupito. La squadra dei più grandi era composta da un valido mix di veterani della categoria e nuove leve di ottima prospettiva. L’unica sorpresa per noi è stata quella del raggiungimento del primo posto nella fase a gironi visto che, oggettivamente, non ci aspettavamo questo exploit dopo la netta sconfitta subita in casa dei Ducks Lazio alla seconda giornata. La rimonta, bruciante, subita per mano dei Dolphins Ancona ai quarti di finale è stata frutto della inesperienza di tanti dei nostri elementi, che sono un po’ crollati a livello mentale sul più bello in un match che li ha visti opposti ad atleti giunti ad uno stadio più avanzato del loro percorso di formazione. Ovviamente quanto detto sopra vale anche per il nostro coaching staff, davvero giovanissimo e che ha comunque saputo condurre questa selezione al suo miglior risultato di sempre nella storia guelfa. Si sono meritati i complimenti di tutta la società”.

Quanti giovani verranno coinvolti nella stagione del senior team 2020? Cosa ti aspetti da loro?

“Tutti i ragazzi della U19 verranno coinvolti nelle dinamiche del Senior team assieme ai loro compagni della U16 che hanno i requisiti in termini di età per poter giocare a livello di prima squadra. Questi elementi verranno in seguito valutati dalla società con la volontà di indirizzarli nel percorso a breve termine migliore per le loro possibilità. A tutti i junior chiedo pertanto grande impegno e sconfinata voglia di imparare e crescere con umiltà. Proprio pensando a questi giovani, che ci hanno convinto con l’impegno e la dedizione dimostrati nei loro campionati giovanili, abbiamo deciso di iscrivere un development team al campionato di Terza Divisione. Questi ragazzi si sono guadagnati la nostra stima e vogliamo ripagarli offrendogli l’occasione di crescere all’interno della nostra società. Poter schierare una squadra nel campionato di football a nove ci consente anche di centrare l’ennesimo obiettivo a lungo termine che ci eravamo dati tempo addietro”.

Che piani ha la dirigenza, in termini di impegno sul settore giovanile, da gennaio a settembre?

“Posso affermare che siamo riusciti a dar seguito alle parole spese prima dell’inizio dei campionati giovanili tackle e quindi gli Estra Guelfi Firenze saranno al via in primavera del campionato flag riservato agli U13. Stiamo già lavorando con un gruppo molto interessante ma, ovviamente, sogniamo di poter accogliere ancora altri elementi vogliosi di iniziare a giocare a football americano. Chi non si ritroverà direttamente coinvolto nel progetto del flag ma non avrà neanche l’età per poter giocare a livello senior verrà chiamato a disputare una serie di amichevoli che siamo intenzionati ad organizzare”.

Chi sono stati gli MVP di questa annata?

“Non faccio nomi visto che le premiazioni verranno fatte al Guelfi Firenze Gala in programma alla Limonaia di Villa Strozzi la sera di venerdì 24 gennaio. Partecipate numerosi visto che ci sarà molto da festeggiare!”.

Ufficio Stampa Guelfi Firenze

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO