Il Lancieri Field è terreno di conquista per i Preds

0
392

Serviva una vittoria a tutti i costi ai Predatori, ed una vittoria è arrivata. Come all’andata, i Lancieri si sono dimostrati un avversario molto duro e mai domo. Gli orange tigullini sono riusciti ad avere la meglio alla fine un match molto equilibrato nella prima parte, risoltosi poi nel secondo tempo grazie ad un collettivo notevole.

I Predatori ricevono per primi, e dopo un paio drive di studio dove prevalgono le difese, sono i padroni di casa a passare per primi. Zanforlin a gioco rotto tenta una corsa personale, lanciando poi proprio a limite della linea di scrimmage, mostrando grande visione di gioco e trovando il suo compagno Manneh libero in endzone. La trasformazione è buona e 7 a 0.

7D1BF6EC-F82B-40C4-942D-02A13F053AFA

La reazione dei Predatori non si fa attendere, inaugurando il drive con la ricezione di Frugone al rientro dopo un anno di stop. Saranno poi le giocate di Malabruzzi e Spiaggi a portare a ridosso della enzdone novarese la squadra ospite. Un holding vanificherà un touchdown su corsa, riportando indietro i Predatori. Ci penserà Rugani a ricevere il preciso pallone di G.Ravera in endzone per i primi punti degli orange. La trasformazione di Paoletti è buona, 7 a 7.

La difesa sale in cattedra con le ottime giocate di Petrucci e Reglioni, costringendo al punt la squadra novarese.

1B43F515-E632-42B1-9E6F-E1664EE88E3C

Con poco tempo sul cronometro l’attacco ligure riuscirà a fare gran parte del campo, optando poi per il field goal a 4 secondi dalla fine del secondo quarto. Il calcio di Paoletti, di circa 30 yards, sarà buono fissando il risultato sul 7 a 10 Predatori.

Il terzo quarto si apre con i Lancieri che spingono sull’acceleratore con le corse, guadagnando molto. Ma su un tentativo di lancio, complice la grande pressione della DLine ligure, Paoletti trova l’intercetto e lo riporta per una settantina di yards, segnando. La trasformazione uscirà a lato, 7 a 16 Predatori.

6E73F6D2-3876-4A27-885E-0C43E4B1F1B7

La partita sembra girare a favore dei Predatori, con la difesa di nuovo in campo a fermare l’attacco novarese grazie alle pregevoli giocate, di Panzerasu tutti, costringendolo al punt. Un pasticcio sanguinoso sul ritorno ridarà però palla ai padroni di casa in buona posizione di campo, che spinti dall’entusiasmo troveranno nuovamente la segnatura con una QB sneak di Zanforlin. La trasformazione è buona, 14 a 16.

Potrebbe essere la classica doccia fredda, ma la squadra ligure rimane unita, e azione dopo azione l’attacco si rifà sotto, arrivando nelle 30 difensive dei Lancieri. Ci penserà il solito Spiaggi a riportare l’ordine, ben imbeccato in endzone da G.Ravera. La trasformazione sarà buona, 14 a 23.

L’attacco novarese tenta la reazione, ma la difesa ormai ben schierata in campo, mette a segno uno spettacolare intercetto con P.Romeo che defletta un lancio, per poi riprenderlo al volo, riconsegnando la palla all’attacco ligure. L’occasione è ghiotta, e mixando lanci sul medio yardaggio e screen pass, i Predatori arrivano a poche yards dalla endzone novarese. Sarà nuovamente Spiaggi, con una corsa personale a segnare, ben protetto dai propri compagni. La trasformazione è buona, 14 a 30.

F579A3D2-B16A-4F4A-B9EA-71FCB1E0B91B

Con pochi secondi sul cronometro i Lancieri vanno per il lancio lungo, trovando però nuovamente l’intercetto di Cavalli. I Predatori si inginocchiano a questo punto, facendo scendere il cronometro a zero e decretando la propria vittoria.

Una vittoria sofferta, ma di squadra, che da consapevolezza nei propri mezzi, arrivata contro un grande avversario quali sono i Lancieri Novara, complimenti a loro. I playoff sono raggiunti, ma la classifica del girone I ci vede sempre secondi. Servirà un risultato favorevole su un altro campo, ed un’altra vittoria per poter raggiungere il miglior piazzamento possibile per la post season.

L’appuntamento è per Sabato 18 Maggio, in casa al Daneri di Caperana, ore 21.00, affronteremo nuovamente i Frogs Legnano.

Ufficio Stampa Predatori Golfo del Tigullio

foto Giusy Io

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO