U19: Parola ai giovani Blitz schierati nelle fila dei Giaguari Torino

0
409

Conclusa la stagione regolare del campionato nazionale Under 19, i Giaguari sono in attesa dell’inizio dei playoff, conquistati sotto la guida dell’Head Coach Davide Peiroleri con il primo posto del girone e con 5 vittorie e una sola sconfitta rimediata contro i campioni in carica dei Seamen Milano.

Ne abbiamo approfittato per fare un intervista multipla ai nostri ragazzi che sono in prestito al club torinese. Ecco a voi i protagonisti:

Gabriele Orazi, 17 anni, Runnigback, #21
Enrico Ruffoni, 17 anni , Linebacker, #44
Giulio Ruffoni, 17 anni , Defensive Line, #49
Leonardo Damilano, 18 anni , Linebacker, #69
Giorgio Naretto, 18 anni, Fullback/WideReceiver, #2
Simone Rossi, 17 anni, Offensive Line, #64
(quest’ultimo già in prestito ai Blitz Under 16 nel campionato 2017/2018)

Quasi tutti utilizzati da coach Ivano Ronco e Riccardo Merola anche negli Special Team gialloneri.

FB_IMG_1543576869957

Conclusa la stagione regolare, primo posto in tasca e accesso ai playoff, una vostra opinione sul percorso fatto fino a questo punto?

Simone R. «Secondo me abbiamo fatto un’ottima prima parte, con qualche alto e basso sul piano del gioco, ma comunque penso che possiamo toglierci ancora qualche soddisfazione».

Gabriele O. «Posso dire di essere soddisfatto della nostra prima parte del campionato, visti i team incontrati finora, i coach hanno sempre studiato e preparato molto bene le partite e noi abbiamo fatto il nostro lavoro in campo».

Giorgio N. «In questa prima parte del campionato abbiamo dato molto, ma si può fare ancora meglio, abbiamo tutte le qualità per arrivare fino in fondo».

Per molti di voi è il primo anno di Under 19, quali sono le differenze che avete trovato a differenza dei campionati Under 16?

Enrico R. «Quella principale è la differenza fisica ed anche la velocità con cui si sviluppa il gioco, ci vuole un po’ di tempo per riuscire a prendere il ritmo».

Giulio R. «Oltre al maggior numero di giocatori in campo e alla fisicità già citata da Enrico, l’altra grande differenza sta negli Special Team non presenti in Under 16 e i sistemi di gioco utilizzati molto più complessi».

Gabriele O. «Sicuramente il livello tecnico/atletico degli avversari incontrati, oltre all’esperienza maggiore, visto che molti di loro giocano anche in campionati senior».

FB_IMG_1543576650449

Come vi state trovando con i nuovi compagni di squadra, l’inserimento è stato complicato?

Leonardo D. «Io e Giorgio facciamo parte del gruppo Under 19 dei Giaguari già da un po’ quindi da quel punto di vista nessun problema, mentre  l’inserimento in un ruolo completamente diverso da quello che ho sempre ricoperto non è stato semplice, adesso mi sento più pronto e sarò a disposizione dei coach quando mi chiameranno in causa».

Enrico R. «Mi sono trovato benissimo con i miei nuovi compagni, sono tutti bravi ragazzi e sono sempre pronti ad aiutare i compagni in difficoltà, l’inserimento quindi è stato abbastanza semplice».

Simone R. «Con la squadra mi trovo molto bene, sono tutti molto gentili e anche disponibili ad aiutare se si ha bisogno, l’inserimento non è stato molto complicato, ma per via del mio carattere timido ho reso la cosa più complicata del dovuto!»

Che mancanze hai notato di avere a differenza dei tuoi compagni di squadra..e nei sistemi di allenamento?

Leonardo D. «Innanzitutto il livello generale dei Giaguari è superiore ad altre società più piccole come la nostra, soprattutto per una questione di numero di coach qualificati, ogni ruolo è seguito da anche più di un coach e questo facilita di molto la gestione e le correzioni. Un gran valore hanno anche i filmati di tutte le partite e di alcuni allenamenti, corretti e rivisti settimanalmente attraverso applicazioni come Hudl. C’è però da dire che la grande attenzione per la preparazione atletica ha lasciato in secondo piano l’ambito tecnico, che secondo me è il primo punto su cui dovremmo lavorare per raggiungere una svolta».

Giorgio N. «Secondo me la vera differenza è la cura che viene messa nella preparazione atletica, qui seguita da un preparatore qualificato (Davide Tebaldi) e nella tecnica individuale che è fondamentale per ogni giocatore. Ovviamente la possibilità di avere un coach in ogni reparto aiuta molto lo sviluppo della tecnica, in quanto si riesce a concentrarsi in un gruppo specifico di lavoro e aumentare le ripetizioni».

Giulio R. «I miei coach dei Blitz hanno fatto un buon lavoro sulla parte tecnica, forse la vera differenza sta nella parte atletica, qui molto più importante anche vista la complessità maggiore del campionato».

FB_IMG_1543577016071

Quali sono i vostri obiettivi per il prosieguo della stagione?

Enrico R. «Dare sempre il massimo e puntare a vincere il campionato».

Giorgio N. «Arrivare fino in fondo e vincere il campionato, abbiamo tutti i mezzi per farcela e dobbiamo riuscirci!»

Simone R. «La Perfect Season era il nostro primo obiettivo, ma putroppo non siamo riusciti a centrarla…adesso ovviamente vogliamo arrivare fino in fondo e vincere il campionato, è il nostro unico vero obiettivo».

Grazie ragazzi per queste belle parole e per onorare i nostri colori anche lontano da casa, ringraziamo anche i vostri genitori per i tanti sacrifici che fanno per voi e la società e i ragazzi dei Giaguari per avervi accolto a braccia aperte  e per continuare il lavoro di crescita che noi riteniamo fondamentale per le nostre giovanili, sperando in un futuro non troppo lontano di rivedervi con i nostri colori addosso. I Blitz stanno lavorando per mettere dei coach sempre più preparati e qualificati a disposizione dei loro giovani, per creare una struttura in grado di permettere a tutti di raggiungere facilmente i campi di allenamento e di allenarsi al meglio senza perdere l’obiettivo di rimanere un ambiente con sani principi e dove il rispetto e il divertimento la fanno da padrone.

Il nostro Presidente, Paolo Marafante è fiero di tutti voi e, malgrado il lavoro lo porti sempre lontano (Australia), vi segue e si impegna perchè tutto questo diventi possibile.

A presto ragazzi e in bocca al lupo per il prosieguo della stagione, perche i Blitz non mollano mai!

Ferruccio De Bastiani
Ufficio Stampa Blitz
Foto Monica Audoglio

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO